IL SEGRETARIO DELLA LEGASalvini all'attacco: «Alfano? Un arredo di casa Renzi»

«Un partito di governo con ministri ai Trasporti, alla Sanità e all'Interno, che arriva al quattro virgola pinco pallo percento è finito. E infatti, non puoi fare il centrodestra al governo con la sinistra». Dopo l'ottimo risultato della Lega - che ha superato a livello nazionale il 6% con delle punte al 16&% nella circoscrizione Nord Ovest - Matteo Salvini (nella foto) è incontenibile. E nel mirino del segretario federale del Carroccio finisce soprattutto Angelino Alfano che con il suo Nuovo Centrodestra ha passato per un pelo lo sbarramento del 4 per cento. «Vorrei un centrodestra unito ma senza Alfano, perché non è il centrodestra - ha rincarato ieri - Il ministro dell'Interno è un oggetto da arredamento a casa Renzi, con qualche ministero di strapuntino. Spero che la batosta serva. Nuovo centrodestra, a parte il nome, di centrodestra non ha nulla. Alfano non lo vedo, non si vede neanche lui, se non allo specchio». Pronta la replica del Ncd, per voce del ministro della Salute Beatrice Lorenzin: «Dopo solo un mese e mezzo dall'assemblea costituente e dopo appena cinque mesi dalla fondazione, Ncd ha superato con serenità la prima prova in cui tutti hanno tifato per vederci fuori. Ci spiace per gli altri ma siamo vivi e vegeti, altro che finiti».