Il Senatùr suicida la Lega:ecco tutte le grane padane

<a href="/interni/bossi_offende_berlusconi_e_cosi_fa_reagalo_aludc/12-03-2012/articolo-id=576948-page=0-comments=1" target="_blank"><strong>Il Senatùr offende Berlusconi, ma è pieno di guai</strong></a>: la guerra civile con Tosi può affondare il Carroccio e l'isolamento finisce per favorire l'Udc di Casini

RomaTira e molla da mesi, la chiusura delle liste per le Comunali di primavera si avvicina ma su Verona, al momento il più caldo fronte bellico leghista, non c’è una decisione. Tosi vuole andare al voto con una sua civica (c’è già il logo, quello del 2007) appoggiata dalla Lega ma distinta, però c’è un piccolo dettaglio, Bossi non è d’accordo. Niente di nuovo, ma periodicamente la polemica riscoppia. E mentre nel Carroccio sono sopite (addormentate, non risolte) le beghe alla Camera, grazie al distacco da Berlusconi e la battaglia contro Monti che è condivisa da tutti, lo scontro si sposta sul locale, in primis il Veneto, ma subito dopo la Lombardia (mentre in Piemonte è stato rieletto segretario Roberto Cota, senza problemi). Il nodo più urgente è quello di Tosi. Il capo ha ribadito la linea: «Se fa una lista sua, Tosi si mette automaticamente fuori dalla Lega». Il sindaco di Verona vuole la lista sua non per protagonismo, ma per raccogliere - con sondaggi fatti vedere a Bossi, incontrato in via Bellerio - anche i voti dei veronesi non leghisti, dunque una riconferma sicura.
Il no arriva dal capo ma soprattutto dal suo luogotenente veneto, Gian Paolo Gobbo, segretario della Lega veneta e nemico di Tosi. Perché il capo dei leghisti veneti mette il veto sulla lista Tosi? Il sospetto dei maroniani e tosiani è che la ragione vera vada cercata nel congresso nazionale veneto che dovrà tenersi entro giugno, e che dovrà eleggere il nuovo segretario regionale («nazionale» in linguaggio leghista). Se Tosi dovesse stravincere le comunali con una lista sua, avrebbe la strada spianata anche per la segreteria veneta, e questo non lo vuole Gobbo ma neppure Bossi, che non ama «quelli che fanno casino», come disse una volta riferendosi proprio al veronese. Che però ha la maggioranza leghista dalla sua a Verona, dove da qualche giorno - come racconta il quotidiano online L’indipendenza - sono comparsi manifesti di sei metri per tre con lo slogan «Flavio Tosi, il nostro sindaco».
Il veto su Tosi ha dei precedenti nella Lega? Secondo Luca Zaia, altro big veneto, sì, e riguarda proprio lui. Nel febbraio 2002 Zaia iniziò la campagna per la presidenza della Provincia di Treviso con una lista che si chiamava «Zaia», ma quella lista si trasformò poi in «Forza Marca». «Perciò - ha spiegato il governatore leghista ad una tv veneta - il limite posto a Tosi nel nostro movimento non è una novità». Come dire, se non l’hanno fatta fare a me la civica, Tosi si metta l’anima in pace... E nel frattempo non si è trovata ancora una data per il congresso nazionale, ma solo per i provinciali.
Bobo Maroni sta con Tosi, e l’ex ministro è attivissimo in questi ultime settimane, con una media di incontri pubblici da maratoneta. Anche se, tra gli stessi maroniani, il dichiarazionismo di Maroni (su Facebook ma non solo) ha fatto storcere qualche naso. «Commenta tutto, anche troppo - sussurra un maronita al cento per cento - perché parlare sulla Tav? Lo lasci fare al governo. E soprattutto chi gliel’ha fatto fare di spendersi per Davide Boni (il presidente del consiglio lombardo, indagato, ndr)? Metti che poi si scopre qualcosa per davvero?».
Il distacco da Berlusconi ha placato le guerre interne, che ruotavano spesso attorno all’alleanza difficile con il Pdl. Ma Bossi e Maroni restano orientati diversamente su molti dossier leghisti. Uno di questi riguarda l’«uso» di Tremonti, che è amico di Bossi e che il capo guarda come ad un futuro «ministro dell’Economia» leghista, da spendere anche in Europa dove la Lega ha poco appeal. Ma Maroni non è dello stesso avviso, anche perché non vuole un altro galletto nel pollaio leghista (e la maggioranza dei militanti la pensa come lui su Tremonti). Progetti comunque non a breve scadenza, mentre le date ravvicinate sono altre, le amministrative soprattutto. Nella Lega sono convinti di non aver bisogno del Pdl, anche se Bossi si riserva la possibilità di decidere «eccezioni» alla corsa solitaria, e probabilmente non saranno poche.
L’altra scadenza è il congresso della Lega in Lombardia, fissato per il 3 giugno. Il segretario uscente, Giancarlo Giorgetti, al secondo mandato, non è interessato alla riconferma. I nomi in ballo sono due: l’eurodeputato Matteo Salvini e Andrea Gibelli, vicepresidente della Regione Lombardia. Altri tre nomi circolano per quella carica: Davide Caparini, Gianni Fava e Giacomo Stucchi (Bergamo). Ma i voti dei delegati provinciali, che si stanno eleggendo in questi giorni e all’80 per cento sono maroniani, dovrebbero convergere sulla sfida Gibelli-Salvini. Il secondo è molto popolare e «barbaro sognante» (maroniano), mentre Gibelli è un calderoliano, quindi né «barbaro sognante» né «cerchista» (il famoso «cerchio magico» di consiglieri del capo, invisi alla base...). E proprio questa «neutralità» potrebbe risultare un asso nella manica per l’elezione alla carica (molto influente) di segretario della Lega lombarda.
Commenti

aldo74

Lun, 12/03/2012 - 08:30

bllllllllaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa, allora ,pensate al pdl,saranno fatti della lega,poi per non parlare delle beghe ,giudiziarie in casa pdl. basta fare le comari,che, non vedono mai in casa loro!

bruna.amorosi

Lun, 12/03/2012 - 08:49

Ma lasciatelo stare questo povero uomo al di là della malattia ha anche grane di partito Perchè è noto che lui non potrà fare il capo ancora x molto e giustamente i suoi vogliono avere voce in capitilo perciò Vada come vada saranno ridimenzionati e poi ricomincieranno da capo come tutti tra l'altro .perciò facciano quello che vogliono tanto chi unque vincerà o si allea O NON GOVERNA perciò auguri .

voce.nel.deserto

Lun, 12/03/2012 - 08:52

Ci vuole una svolta nella Lega:Bossi in casa di riposo. Maroni segretario.Evoluzione definitiva in senso federalista senza rompere le scatole all'Italia. Rafforzamento al Nord e consolidamento delle alleanze col PDL a livello locale. Accentuazione delle caratteristiche medievali delle origini in senso guelfo,come garanzia della fede e delle libertà comunali contro gli eccessi del centralismo germanico. La Lega resti un grande partito,legato al territorio,guelfo,cattolico,con voce chiara e forte senza le fragilità di carattere dei democristiani,flaccidi e spesso inclini al cedimento su tutto.

meverix

Lun, 12/03/2012 - 09:03

Come altri giornali, anche questo sta pompando troppo sulla Lega in quanto unica forza di opposizione ed in crescita. Bossi farà il presidente del partito, Maroni (non credo, è sciupato per questo ruolo) o un suo fedelissimo (più probabile) sarà il nuovo segretario federale. Le cd diatribe si risolveranno pacificamente (come la lista Tosi a Verona) e tutti vivremo felici e contenti in terra Padana.

routier

Lun, 12/03/2012 - 09:13

Per Voce nel deserto: PAROLE SANTE !

Gianfranco Rebesani

Lun, 12/03/2012 - 09:22

Non facendo parte di coloro che votano Lega,anche se un po' di simpatia esiste,non sono troppo addentro alle loro beghe interne.Mi limito a delle osservazioni su Verona. Nel 2007,dopo lunghe trattative culminate con il sì di Berlusconi a casa Brancher verso la candidatura a sindaco di Tosi, Bossi ne avallò la decisione .Perchè oggi ne è contrario? A mio modo di vedere vi sono due motivi. Il primo: nel 2007 la Lega a Verona e nel Veneto in genere,non era il primo partito della Regione. Nessuna gelosia sulla lista Tosi.Questa serviva a "rubare" voti a chi,contrario a Berlusconi,mai avrebbe votato a sinistra e Tosi serviva a dirottare in parte voti che sarebbero altrimenti finiti all'UDC di Casini. Oggi Tosi catalizzerebbe oltre al malcontento presente nel PDL (circa il 50% si presenterà con una lista in appoggio a Tosi) anche al malcontento di parecchi leghisti scontenti di Bossi. Maroni appoggia più o meno velatamente Tosi e questo è il secondo motivo.Bossi vs.Maroni a livello locale.

Ritratto di Zago

Zago

Lun, 12/03/2012 - 09:29

Penso che Bossi non sia più in sè o abbia qualche rotella in testa da oliare. Mi meraviglio dei suoi sostenitori che non sanno reagire. E pensare che doveva sfondare anche al centro e al Sud e ora si dovrà rinchiudere nella sua riserva come gli Indiani d'America.

xgerico

Lun, 12/03/2012 - 09:34

#3 voce nel deserto .......... Hai dimenticato il ponte levatoio!

Ritratto di Baliano

Baliano

Lun, 12/03/2012 - 09:40

L'impressione è che la Lega sia arrivata alla frutta: Il velleitarismo non paga più, visto che tra il dire e il fare....... dimostrato nei fatti, in anni di governo, nel covo di "Roma ladrona". ------ ---- Lo stesso Maroni, per'altro buon ministro dell'interno, intervistato a proposito della "Casta" ( malattia grave e infettiva ), sorprendentemente nicchiava, quasi infastidito. Stupefacente, anche se è nella logica "umana", di chi dalla "periferia" si sposta in "centro". - Anche per questo, non andranno lontano-

pittariso

Lun, 12/03/2012 - 09:41

La lega e Bossi sono gli unici che difendono gli Italiani,anche quelli del Sud, dal macello delle Tasse imposto da Monti con l'appoggio di Berlusconi,Casini e Bersani:sono aumentate ICI,Benzina,IVA ..... alla faccia della proporzione alla capacità contributiva prevista dalla costituzione di cui tutti i summenzionati personaggi si riferiscono sempre.Berlusconi dovrebbe vergognarsi ad aver permesso una simele azione ,ha ragione Bossi. Ultima considerazione:temo che neppure il buonsenso di Bossi possa più tenere calma la gente.

mario.de.franco

Lun, 12/03/2012 - 09:47

Mi chiedo . Chi dopo l'approvazione della legge sul federalismo fiscale ha bloccato l'emissione dei decreti attuativi (ma sono le leggi che comandano o i decreti attuatitvi, tanto vale approvare direttamente quest'ultimi) ? Chi ha consentito di riportare la barra del nostro paese sul più esacerbato centralismo approvando subito "Roma capitale" ? chi ha consentito il prelievo forzoso (è un eufemismo) delle tesorerie comunali, provinciali, regionali ? chi ha voluto sopprimere le provincie sapendo benissimo dell'importanza del ruolo che svolgevano e non l'abolizione dei prefetti (magari verrà demandato a loro la funzione dei tempi...) ? Chi continua a sostenere questo governo Monti che sta portando il paese alla fame e a una non recuperabile recassionbe ? Date risposta a queste domande e vedrete che è il bamba .

aladino77

Lun, 12/03/2012 - 09:49

Per Il Giornale: visto che sparate sempre su Monti, dovreste apprezzare più Bossi che lo combatte invece di Berlusconi che gli fa da lacchè: coerenza zero!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 12/03/2012 - 09:54

La vecchia volpe azzoppata fa lo gnorri, non digerisce Monti come la gran parte del centro destra, spara sul suo amico gatto più ferito di lui e continua a curarsi con l'acqua del Po, sa benissimo che senza la medicina dell'alleanza non può andare lotano...rinunci a qualcosa come stanno facendo tutti i politici e lasci la lancia e lo scudo a guerrieri più giovani (non al trota per carità!).

gr-1-

Lun, 12/03/2012 - 09:59

Certo che la situazione non è delle più belle! Quello dice una cosa, quellon un'altra. L'attuale governo, sempre teso a mettere in ordine i conti Italiani, trascura mille e mille cose. A loro interessa solo e solamente quello che un' università, molto discutibile ha insegnato. Si sentono tutti profeti, anche se non in patria ma in europa. Pensano che una laurea li metta al di sopra di ogni possibile critica. Come dissero il buon Leonardo e successivamente il buon Eistain, non serve a nulla aver studiato, se non si ha un bagaglio culturale/tecnico ben definito. Geni si nasce, non si diventa. Molto facile sentirsi "genio" se una qualunque università te lo ha insegnato. Bastano un bel calcio nel cu.., tanti soldi a disposizione, oppure una ottima amicizia con un ex universitario stupido, per raggiungere immediatamente livelli "eccelsi". L'invidia preponderante che ti fa sentir migliore di altri entra subito in azione. Se poi sei intrallazzato con qualche banca, allora molto meglio!

FabioCCC

Lun, 12/03/2012 - 09:59

Quindi ora il padrone vi ha ordinato di attaccare il povero Bossi. Magari verrà fuori anche la storia dei 70 miliardi o giù di lì? Che dite?

pittariso

Lun, 12/03/2012 - 10:04

Non pubblicate i commenti:bravi. Comunque dimenticavo che a causare danni al popolo italiano,oltre a pdl,pd e udc,c'è anche FLI ed in particolare la senatrice Ida Germontali per l'emendamento sulla non risarcibilità delle piccole lesioni. Viva Bossi e speriamo che passi presto all'attacco siamo pronti a sostenerlo contro tutto e tutti. Hanno superato tutti i limiti.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 12/03/2012 - 10:09

A me sembra che l'uomo con scarpe grosse e cervello fino che inventò la "Lega" ed è giunto a pesare in modo determinante sulla politica italiana sia arrivato al capolinea, probabilmente anche a causa del male che lo ha colpito qualche anno fa e che purtroppo ha lasciato segni evidenti. C'é da dire che il suo "delfino", non designato ma impostosi con la forza, dice più o meno le stesse cose dette dal suo mal sopportato capo. Però non mi fiderei tanto e non darei per finita la Lega. Bisogna tenere conto della rabbia del popolo padano che mal sopporta il mal governo della Casta dei politici e potrebbe ancora andare dietro a Bossi, anche se lui ormai è parte integrante della "Casta", come è dimostrato dalla sua battaglia per far sopravvivere le "Province" e dalla cura con cui ha seguito la "carriera" politica del Trota, inopinatamente collocato nel consiglio regionale lombardo.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 12/03/2012 - 10:11

A me sembra che l'uomo con scarpe grosse e cervello fino che inventò la "Lega" ed è giunto a pesare in modo determinante sulla politica italiana sia arrivato al capolinea, probabilmente anche a causa del male che lo ha colpito qualche anno fa e che purtroppo ha lasciato segni evidenti. C'é da dire che il suo "delfino", non designato ma impostosi con la forza, dice più o meno le stesse cose dette dal suo mal sopportato capo. Però non mi fiderei tanto e non darei per finita la Lega. Bisogna tenere conto della rabbia del popolo padano che mal sopporta il mal governo della Casta dei politici e potrebbe ancora andare dietro a Bossi, anche se lui ormai è parte integrante della "Casta", come è dimostrato dalla sua battaglia per far sopravvivere le "Province" e dalla cura con cui ha “guidato” la "carriera" politica del Trota.

gattotigrato

Lun, 12/03/2012 - 10:20

Bossi non sta suicidando la Lega che che ne dica il giornale tifoso di Berlusconi, anzi è Berlusconi che ha suicidato il PdL con il suo appoggio a questo governo di massoni e banchieri, calati dall'alto.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 12/03/2012 - 10:21

Evidentemente il geniale inventore della Lega non capisce che il Paese è sull'orlo del baratro. Non è possibile afferrare se egli non ci arrivi per mancanza di lucidità oppure se si auguri il crollo dell'economia e del Paese, giudicandolo un fatto politicamente positivo per la "Padania". Che ormai sia malato è sotto gli occhi di tutti, ma solo un pazzo o un incosciente può pensare che la "Padania" da lui sognata abbia da guadagnare da una catastrofe economica italiana ed europea.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 12/03/2012 - 10:32

Scrivi qui il tuo commento

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 12/03/2012 - 10:32

Ripprovo1. A me sembra che l'uomo con scarpe grosse e cervello fino che inventò la "Lega" ed è giunto a pesare in modo determinante sulla politica italiana sia arrivato al capolinea, probabilmente anche a causa del male che lo ha colpito qualche anno fa e che purtroppo ha lasciato segni evidenti. C'é da dire che il suo "delfino", non designato ma impostosi con la forza, dice più o meno le stesse cose dette dal suo mal sopportato capo. Però non mi fiderei tanto e non darei per finita la Lega. Bisogna tenere conto della rabbia del popolo padano che mal sopporta il mal governo della Casta dei politici e potrebbe ancora andare dietro a Bossi, anche se lui ormai è parte integrante della "Casta", come è dimostrato dalla sua battaglia per far sopravvivere le "Province" e dalla cura con cui ha “guidato” la "carriera" politica del Trota.

Dreamer66

Lun, 12/03/2012 - 10:33

Pare che soltanto adesso molti lettori si rendano conto chi è Bossi... ma fino ad oggi avete vissuto sulla luna???

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 12/03/2012 - 10:33

Riprovo1 Evidentemente il geniale inventore della Lega non capisce che il Paese è sull'orlo del baratro. Non è possibile afferrare se egli non ci arrivi per mancanza di lucidità oppure se si auguri il crollo dell'economia e del Paese, giudicandolo un fatto politicamente positivo per la "Padania". Che ormai sia malato è sotto gli occhi di tutti, ma solo un pazzo o un incosciente può pensare che la "Padania" da lui sognata abbia da guadagnare da una catastrofe economica italiana ed europea.

tonipier

Lun, 12/03/2012 - 10:34

" PARTITO ALLO SBANDO?" OPPURE SONO GIA' A CASA? troppo facile continuare a nascondersi dietro i guai di loro ex amici alleati.... senza mai guardare in casa propia i mali dello sfacelo nel raccogliere i propi frammenti sparsi... L'esuberanza dell'ubriacatura sta per finire, chi ne uscirà indenne da questa falsa politica?.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 12/03/2012 - 10:37

#6 Gianfranco Rebesani ha ragione. I motivi sono fondamentalmente questi. Bossi non si rassegnerà mai a vedere offuscata la sua figura di capo supremo all'interno della sua "creatura". Dovrà evidentemente rassegnarsi a farlo, ma cerca di rimandare il momento e combatte ferocememte contro tutti quelli che sono in grado di "fargli ombra", Maroni e Tosi in testa, ma secondo me fra poco se la prenderà anche con Gianluca Pini. Ricordatevi però sempre che Bossi non è il solo a trovarsi in questa posizione! Non faccio nomi, ma sono convinto che per salvare la Lega e il pdl occorrerà un passo indietro da parte di Bossi... ma anche di qualcun altro.

germana

Lun, 12/03/2012 - 10:43

Non riconosco più il Bossi di una volta, sarà certamente la malattia che lo porta a dire cose senza senso....

Ritratto di il bona

il bona

Lun, 12/03/2012 - 10:59

Io non sottovaluterei la lega. E' l'unico partito anti-europeo in Italia, e in questo momento l'UE e l'Euro non sono molto amati

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Lun, 12/03/2012 - 11:02

bossi e' finito: alle prossime elezioni non potra' contare che su quella manciata di voti dei montanari ignoranti che si sono sempre bevuti le sue panzane... rip...

d_time

Lun, 12/03/2012 - 11:16

visto che parlate di verona, da veronese vi chiedo una cosa: il PdL sostiene come condidato sindaco castelletti, e sapete con chi? con udc e FLI...RIPETO: FLI ma vi rendete conto di quanto siete ridicoli????

Roberto Monaco

Lun, 12/03/2012 - 11:44

La Lega nacque come non-partito anti-Roma, è diventato un partito più romano di tanti altri, e adesso sta tornando ad essere un partitino locale sul genere del Partito Sardo d'Azione o Sudtiroler volkspartei. La storia della Padania libera è ormai solo un baluginare mentale di un infermo. Se la Lega vuole sopravvivere, deve - freudianamente - "uccidere il padre". Ma non ne avrà mai la forza.

cesaresg

Lun, 12/03/2012 - 11:47

"26wilegio" lei dice:"Sono convinto che per salvare la Lega e il PDL occorre un passo indietro da parte di Bossi...". Mi scusi , ma cosa centra il PDL con la Lega e Bossi? Se Bossi non farà un passo indietro sarà la Lega a non salvarsi: che ne dice? O lei sa qualcosa che non so io?

eglanthyne

Lun, 12/03/2012 - 11:57

x#30 d_time - Quel Fli ? Il partito di FinAVIL l' infamone traditore ? Questa è davvero GROSSA , saluti e grazie per la news .

Ritratto di Fr3di

Fr3di

Lun, 12/03/2012 - 12:00

La Lega ha le sue ragioni, ma si scontra con la realtà. I casi sono due: od hanno deciso di fare una rivoluzione (non pacifica) oppure comportandosi in questo modo non si andrà da nessuna parte. Bisogna combattere il nemico con criterio. E non c'è dubbio che questo governo sia un nemico che depreda i cittadini risparmiatori per sistemare le malefatte fatte dalle banche e da gente che vive a debito con il denaro degli altri. MA ci vuole anche autocritica, troppo leghisti si sono montati il cervello in questi ultimi tempi. Ci vuole più umiltà ed onestà ma anche intelligenza.

Random64

Lun, 12/03/2012 - 12:03

il problema della lega è stato come quello del pdl..di essere un partito troppo autoreferenziato, troppo centrato sui suoi leader carismatici, finiti quelli..la nullità che li circondava, ovviamente si spappolava..non parliamo poi degli ultimi anni, non sò chi tra Bossi e Maroni abbiano dato più mazzate alla credibilità della lega, il primo in evidente difficoltà fisica..ha usato il classico nepotismo(banale) cercando di piazzare..non certo una cima come il figlio.. e questo giustamente ha creato non pochi malumori, il secondo ricoprendo un ruolo addirittura "operativo" come il ministero dell'interno..ha fatto cadere le braccia..per la pochezza, la mollezza proprio su un cavallo di battaglia della lega : l'immigrazione..la lega tra questi due estremi non è messa molto bene..

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Lun, 12/03/2012 - 12:44

Giù le mani dalla Lega, spacconcelli filo-meridionalisti! La Lega non è un partito, ma un moto dell'anima, un'aspirazione di libertà per delle Nazioni, quella Lombarda e quella Veneta, da troppo angustiate ed angariate dal bizantinismo di una pletora di nullafacenti. Il vero motivo del governo Monti non è lo spred, ma il tentativo di fermare il federalismo e, quindi, la secessione che farebbe assurgere il Lombardo-Veneto al primato mondiale che gli spetta e il resto del paesello... a livello del Burkina-Faso!

michele lascaro

Lun, 12/03/2012 - 12:55

Bossi sta "azzoppando", come si dice dalle mie parti, contro l'ostacolo del buonsenso, e, in questo modo, alle amministrative, si troverà in mano un pugno di mosche, rischiando di fare la sessa fine alle prossime politiche. Una volta era, in parte, Berlusconi, il suo consigliere. Chi ricopre questa funzione ora? Maroni per caso? Allora la fine della Lega è vicina.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Lun, 12/03/2012 - 13:26

Bossi come Sansone vuol morire con tutti i Filistei? Bossi rwind come nel 1994, quando il Carroccio staccò la spina all'esecutivo Berlusconi? Sbaglio che s’è tagliato le palle e che con la squadra nel novo Governo ha dato lustro di saperci fare sotto il coordinamento d Silvio? Maroni o ed altri sono convinti che da soli possono guadagnare un solo voto e prestigio? Spigatemi come fare ripartire un motore decotto da oltre 50 anni di preminenza Comunista con Presidenza alla camera e Servizi, un esercito d’extraparlamentari che hanno attaccato la Democrazia con gli anni di piombo che per poco non ci rimettevo la pelle tanto a costringermi a rifugiarmi nell’edificio, ove ospitava l’Associazione dei Lucani Via De Amicis? Che cosa dire di quei tromboni miei professori, ammutoliti per fifa tanto da commentare che quei terroristi delle Br, erano istruiti per scrivere bene le rivendicazioni scellerate senza fiatare che ruzzolavano male? Oggi lo zoccolo duro del web dichiara che è il Vincenzo Alias Il Contadino a scrivere da cane? In parte è vero, ma almeno il sottoscritto ha pedigree della Democrazia ed onestà dimostrata per oltre 20anni al Servizio dei Cittadini Milanesi tanti che, il dissidente Jiri Pelikan e Giorgio Strehler mi dimostrarono apprezzamento nel farli eleggere al Parlamento Europeo di Strasburgo per conto del Psi, mentre la Democrazia fu uccisa dal pool, senza nemmeno ferire alcun Dirigente del signor “G” anche quando il malloppo arrivò all’ascensore di Botteghe Oscure: SMEmo del fantomatico art.“Non poteva non sapere e di Associazione esterno?”Come potrei dimenticare quelle immagini del”signor”Enzo Carra, trascinato con Schiavettones come una fiera al Palazzaccio monumento del Giustizialismo?Virgolettato? Fregato due volte e tanto Lusi-ngato di votare assieme alleato carnefice dell’Amaro Petrus? Sciur Bossi vale ed acquisisce il motto o detto:“Buttare il bambino con l’acqua sporca ”, tu credi che il popolo Padano accetterà queste capriole, pro e contro il Cavaliere che vi ha dato lustro? Credi che ti voteranno o che Maroni da solo faccia la differenza, se è incapace di decisionismo? Con rispetto, *******! S’è annosciò o pure tu divintasti n‘u teron e comportandovi comme n’u fituso? http://vincenzoaliasilcontadino.blogspot.com/2012/03/bossi-come-sansone-vuol-morire-con.html http://vincenzoaliasilcontadino.wordpress.com/2012/03/12/bossi-come-sansone-vuol-morire-con-tutti-i-filistei/ http://www.youtube.com/watch?v=-b3eU3_aeeU Di Pietro VS Sallusti sull'invito a comparire a B. nel '94 (19/10/2010) http://www.pisticci.com/forum/10-attualita/2207-bossi-come-sansone-vuol-morire-con-tutti-i-filiste#2207 http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-07-21/berlusconi-furioso-bossi-pazzi-082300.shtml?uuid=Aa5wOupD http://www.youtube.com/watch?v=-b3eU3_aeeU http://www.ilgiornale.it/interni/le_grane_padane_lega_crepa_verona_milano/12-03-2012/articolo-id=576811-page=0-comments=1 http://www.corriere.it/politica/12_marzo_11/amministrative-lega-corre-sola_c3e089ca-6b72-11e1-a02c-63a438fc3a4e.shtml http://www.padania.org/padania/156490-bossi-lberlusconi-mi-fa-pena-la-lega-va-da-solar.html

scipione

Lun, 12/03/2012 - 13:27

MA SI PUO' ESSERE COSI' INFANTILMANTE MASOCHISTI? Possibile che Bossi e la Lega non capiscano che se non c'e' l'alleanza con il PDL si consegna il Nord e l'Italia alla sinistra di Bersanoff, del manettaro e dell'orecchino? Una tragedia demenziale.

Ritratto di thewall

thewall

Lun, 12/03/2012 - 13:28

La realtà è che gli elettori della lega non vogliono il federalismo in cambio di favori fatti a Berlusconi... vogliono il federalismo e basta... per cui sono contro Monti. Bossi, in fin dei conti, è sempre stato coerente anche se le sue idee possono essere discutibili.

Ritratto di Giuseppe da Basilea

Giuseppe da Basilea

Lun, 12/03/2012 - 13:30

Ma in fondo Bossi con La Lega si e´sistemato, la moglie e´sistemata, il figlio e´sistemato,...solo la Padania ancora non e´sistemata...questa e´l´Italia

Pravda-99

Lun, 12/03/2012 - 13:32

L'unica via di salvezza per la Lega e per la Padania, e' la secessione, con immediata nazionalizzazione di tutti i produttori di Grana.

cicero08

Lun, 12/03/2012 - 14:14

se fosse stato davvero così non ve ne importava nulla. ma poichè il disimpegno di Bossi significa che Berlusconi non potra mai più tornare a governare allora commentate così

erpigna

Lun, 12/03/2012 - 14:18

Bobo Maroni, lo dice un romano, è stato un grande Ministro degli interni (dopo Scelba) . sia lui a guidare la Lega.

erpigna

Lun, 12/03/2012 - 14:19

ma come fa la moglie siciliota a sopportare Bossi! ce l'ha proprio duro!

Mefisto

Lun, 12/03/2012 - 15:58

Che brutto titolo... a me risulta che suicidarsi sia un verbo riflessivo...

alessandro bettoni

Lun, 12/03/2012 - 16:52

Aspetto le prossime urne amministrative per vedere questo suicidio politico dove porterà Umberto Bossi. O a ridere o a piangere. Secondo me a piangere e a ricordare quando il movimento leghista era a ragnatela sul territorio, per portare il valore federalista ad essere abbracciato da tutta la comunità del Paese. Certo che il federalismo cerca di essere boicottato dalla casta politica centralista e sudista. Ma questo che sta attuando il movimento di Bossi, negli ultimi mesi, NON è il modo migliore per avere consensi elettorali. ANZI il contrario.

clamor

Lun, 12/03/2012 - 16:52

E’ possibile che la Lega possa vincere nelle sue roccaforti come Verona, ha ragione Alfano quando dice che correndo da sola permetterà alla sinistra di governare E’ già successo e per 7 anni dopo il ribaltone voluto da Bossi nel 1994. Avrà anche messo a posto i mal di pancia interni al suo partito, ma così regala l’Italia a svendola, che c’azzecca e gargamella che umilmente lo ringraziano.

michele73

Lun, 12/03/2012 - 17:01

#33 eglanthyne: gentile signora, di cosa si meraviglia?... E' già da dicembre che il PDL sta lavorando sulla scomposizione degli attuali assetti delle amministrazioni locali nelle varie regioni italiane... a qualcuno dei vertici, segretario Angelino compreso, piace intenderlo come una sorta di "laboratorio sperimenale", ove poter attingere riscontri sulle eventuali scelte da riproporre a livello nazionale. Ma sappiamo benissimo sia io che lei (a maggior ragione l'ex Min. della Giutizia) che il PDL è purtroppo in caduta libera, quindi tali scelte diventano "obbligate" per continuare a governare laddove si è già stati premiati o per proporsi come alternativa nelle amministrazioni guidate dalle sx. Anche la mia Puglia non è esente da riapparentamenti, come testimoniato dall'accordo salentino con il partito di Adriana Poli Bortone "IO SUD", che ha spianato la strada al dialogo con l'UDC di Pierferdy... Il tempo ci dirà se questa strada sarà premiata dall'elettorato. Un abbraccio, Michele.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 12/03/2012 - 17:20

#32 cesaresg glielo spiego subito. Il pdl senza la Lega non va da nessuna parte. Ed è vero anche il contrario. Di certo il pdl non riconquisterà la maggioranza nel Paese alleandosi con casini! Quindi, o pdl (o come si chiamerà) e Lega si rimettono d'accordo, possibilmente senza Bossi e Berlusconi, oppure sono destinati a perdere le prossime elezioni, e anche quelle successive... Questo intendevo dire. Le è più chiaro adesso?

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 12/03/2012 - 17:22

Evidentemente il geniale inventore della Lega non capisce che il Paese è sull'orlo del baratro. Non è possibile afferrare se egli non ci arrivi per mancanza di lucidità oppure se si auguri il crollo dell'economia e del Paese, giudicandolo un fatto politicamente positivo per la "Padania". Che ormai sia malato è sotto gli occhi di tutti, ma solo un pazzo o un incosciente può pensare che la "Padania" da lui sognata abbia da guadagnare da una catastrofe economica italiana ed europea.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 12/03/2012 - 17:23

A me sembra che l'uomo con scarpe grosse e cervello fino che inventò la "Lega" ed è giunto a pesare in modo determinante sulla politica italiana sia arrivato al capolinea, probabilmente anche a causa del male che lo ha colpito qualche anno fa e che purtroppo ha lasciato segni evidenti. C'é da dire che il suo "delfino", non designato ma impostosi con la forza, dice più o meno le stesse cose dette dal suo mal sopportato capo. Però non mi fiderei tanto e non darei per finita la Lega. Bisogna tenere conto della rabbia del popolo padano che mal sopporta il mal governo della Casta dei politici e potrebbe ancora andare dietro a Bossi, anche se lui ormai è parte integrante della "Casta", come è dimostrato dalla sua battaglia per far sopravvivere le "Province" e dalla cura con cui ha “guidato” la "carriera" politica del Trota.

MARCO45

Lun, 12/03/2012 - 22:24

Bossi forse l'ha fatta fuori dal vaso. Non so se politicamente conviene presentarsi da soli alle elezioni amministrative, ma ragionando di politica d'interessi, dovrebe capire che così facendo i prossimi amministratori dove la Lega governa saranno gli oppositori e cioè PD che è al Governo più Vendola e Di Pietro che sono all'opposizione. Certo quest'ultimi non faranno il gioco di Bossi e uniti andranno a vincere mentre sarebbero sconfinti se il Senatur riflettese un pò.