Senato, respinte le dimissioni di Giovanna Mangili

L'Aula del Senato ha respinto le dimissioni della senatrice Giovanna Mangili, eletta in Lombardia con il Movimento 5 Stelle: "Motivazioni troppe lacunose"

Dimissioni bocciate. Chi l'avrebbe mai detto che a salvare una grillina sarebbero stati Pd e Pdl? Eppure è successo oggi al Senato. L'Aula di Palazzo Madama ha infatti respinto le dimissioni della senatrice eletta in Lombardia con il Movimento 5 Stelle, Giovanna Mangili. "Motivazioni troppe lacunose". Con questa motivazione Pd e Pdl hanno detto no. M5S e Lega Nord invece non hanno partecipato alla votazione.

La Mangili aveva deciso di lasciare per "motivi personali" dopo essere stata la più votata tra gli attivisti in Lombardia candidati al Senato. La presenza del marito, Walter Mio, nel consiglio di Cesano Maderno in provincia di Monza, aveva però destato malumori all'interno del Movimento. Adesso il sospetto che dietro ci sia una ennesima epurazione pare essersi insinuato tra i parlamentari di diversi schieramenti. Che vogliono vederci chiaro.

"Respingo tutte le illazioni e le discussioni sul vincolo di mandato che esulano dalla scelta personale della senatrice Mangili" di dimettersi. Mi farò portavoce di questa richiesta dell’Aula perché possa venire a spiegarsi personalmente. Chiederò in alternativa di scrivere le motivazioni che l’hanno spinta a fare questa scelta", ha dichiarato il capogruppo del M5S a Palazzo Madama, Vito Crimi, invitando a "non cercare in dibattiti in rete, motivazioni inesistenti".

Commenti
Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 03/04/2013 - 18:11

Ma se si vuole dimetter lasciatela andare! PD e PdL siete così certi che questo gesto di signorilità non venga interpretato con un grottesco tentativo di leccalismo?

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 03/04/2013 - 18:16

Due sono le alternative o si sospetta qualcosa, ed allora occorre venire allo scoperto, oppure non c'è più neanche la libertà di dimettersi!

porthos

Mer, 03/04/2013 - 18:17

Così parlò crimi........e tutti si fecero una bella risata. Ma questo pseudocapogruppo del ciufolo, c'è o ci fà ??? ormai ha meno credibilità delle famose oche del campidoglio, ed ogni sua esternazione diventa subito un'autentica macchietta !!!!!

uggla2011

Mer, 03/04/2013 - 18:26

Anti casta salvati dalla casta.Sono già "normalizzati".La situazione é grave ma non seria,anche se loro non sono in grado di capire la battuta.Buffoni.

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Mer, 03/04/2013 - 18:32

Il nuovo che avanza??Ma quando? Con Vito Creamy cinque stelle doppia panna è un partito di gelatai! Saranno fessi i sinistri, ma chi ha votato sti buffoni è sinistrato dove si pettina

Soldato

Mer, 03/04/2013 - 18:39

Poveretti...

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 03/04/2013 - 18:40

Caro Bebbe Grullo, se vuoi avere ancora più successo,fai uno sforzo, caccia a pedate Crimi e al suo posto nomina senatore Paolini. Si, hai capito bene. Quel deficente che appare dietro le telecamere in ogni dove. A occhio e croce mi pare molto più sveglio di tuo dormiente pupazzo della "Michelin".

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Mer, 03/04/2013 - 18:42

Penso che molti non hanno ancora capito che Grillo è solamente un Duce con un solo comandamento QUI COMANDO IO.

Paolo Perticaroli

Mer, 03/04/2013 - 18:43

UNA GRILLINA SALVATA DALLA CASTA.....NUN SE PO' SENTI' TROPPO FORTE !

fedele50

Mer, 03/04/2013 - 18:43

POTEVANO LIBERARSI IN UN SOL COLPO DI UNA BAVOSETTA INCOMPETENTE , CHE IMBECILLI!!!!!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mer, 03/04/2013 - 18:55

Errore grave, il Senato non doveva pronunciarsi. La natura del grillismo è essenzialmente religiosa e prevede assoluta obbedienza al capo quale depositario di verità rivelata. E' dunque cosa essenzialmente trascendentale, non si intrometta il Senato, che è pur sempre un'organizzazione mondana, nelle questioni religiose. La senatrice è una APOSTATA, ha ABIURATO la vera fede ed è stata scomunicata, e Grillo ha detto: SIA ANATEMA SU DI LEI. Mi sapete dire cosa c'entrano in questo discorso, di natura meramente mistica, il PD ed il PdL ?

APG

Mer, 03/04/2013 - 18:58

Grillini, banda d'imbecilli! Su, forza, datevi da fare, fate voi un bel governo e legiferate secondo il vostro Programma, su forza, l’Italia non può più aspettare!

Ritratto di fioellino

fioellino

Mer, 03/04/2013 - 19:32

Grillo, nel suo Programma, è stato chiaro e pertinente. Chi si è fatto eleggere nel partito “5/stelle” deve pur aver capito quello che Beppe ha urlato ai quattro venti, tanto da sgolarsi! Non sto a ripetere quali siano i pilastri del pensiero grillino, e nemmeno li giudico. Ma ho rielaborato chiaramente le sue idee e i fatti. Anche un sordo avrebbe capito: NO A INCIUCI; NO A SOSTEGNI; NO A TV SALOTTIERE; SÌ A VOTO SU PROPOSTE DI LEGGE COERENTI AL PROPRIO PROGRAMMA. A questo punto, la logica suggerisce di mandare via dal Partito chi rinnega il proprio "giuramento di lealtà" alle proposte sottoscritte. Ma, dal momento che l'Italia è in gran confusione mentale, si scambiano le regole democratiche con quello che ci pare opportuno al momento. A seconda dei casi. I grillini, alla prova dei fatti, si sono dimostrati subito ottusi, falsi e mistificatori come il resto delle capre. Beppe ti capisco e ti faccio un "in bocca al lupo", anche se non ti ho votato e non ti voterò mai.

Ritratto di fioellino

fioellino

Mer, 03/04/2013 - 19:33

Grillo, nel suo Programma, è stato chiaro e pertinente. Chi si è fatto eleggere nel partito “5/stelle” deve pur aver capito quello che Beppe ha urlato ai quattro venti, tanto da sgolarsi! Non sto a ripetere quali siano i pilastri del pensiero grillino, e nemmeno li giudico. Ma ho rielaborato chiaramente le sue idee e i fatti. Anche un sordo avrebbe capito: NO A INCIUCI; NO A SOSTEGNI; NO A TV SALOTTIERE; SÌ A VOTO SU PROPOSTE DI LEGGE COERENTI AL PROPRIO PROGRAMMA. A questo punto, la logica suggerisce di mandare via dal Partito chi rinnega il proprio "giuramento di lealtà" alle proposte sottoscritte. Ma, dal momento che l'Italia è in gran confusione mentale, si scambiano le regole democratiche con quello che ci pare opportuno al momento. A seconda dei casi. I grillini, alla prova dei fatti, si sono dimostrati subito ottusi, falsi e mistificatori come il resto delle capre. Beppe ti capisco e ti faccio un "in bocca al lupo", anche se non ti ho votato e non ti voterò mai.

Ritratto di fioellino

fioellino

Mer, 03/04/2013 - 19:33

Grillo, nel suo Programma, è stato chiaro e pertinente. Chi si è fatto eleggere nel partito “5/stelle” deve pur aver capito quello che Beppe ha urlato ai quattro venti, tanto da sgolarsi! Non sto a ripetere quali siano i pilastri del pensiero grillino, e nemmeno li giudico. Ma ho rielaborato chiaramente le sue idee e i fatti. Anche un sordo avrebbe capito: NO A INCIUCI; NO A SOSTEGNI; NO A TV SALOTTIERE; SÌ A VOTO SU PROPOSTE DI LEGGE COERENTI AL PROPRIO PROGRAMMA. A questo punto, la logica suggerisce di mandare via dal Partito chi rinnega il proprio "giuramento di lealtà" alle proposte sottoscritte. Ma, dal momento che l'Italia è in gran confusione mentale, si scambiano le regole democratiche con quello che ci pare opportuno al momento. A seconda dei casi. I grillini, alla prova dei fatti, si sono dimostrati subito ottusi, falsi e mistificatori come il resto delle capre. Beppe ti capisco e ti faccio un "in bocca al lupo", anche se non ti ho votato e non ti voterò mai.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 03/04/2013 - 20:40

Ma che buffonata, le dimissioni "respinte". Se una persona se ne vuole andare, non c'è rifiuto di accettazione che tenga. E se si prostra al "rifiuto" definisce se stessa come buffona.

bernaisi

Mer, 03/04/2013 - 20:46

Poverina ma non sapeva che entrando nella compagnia teatrale di un comico poi avrebbe dovuto recitare la sua parte scritta nel copione della commedia ? Non si capisce se è stupida o oca.