Via una senatrice Grillo assediato perde altri pezzi

Il quarto parlamentare grillino esce dalla compagnia di Beppe Grillo. Dopo l'espulsione di Mario Mastrangeli e Adele Gambaro e l'addio di Paola De Pin, se ne va la senatrice romana Fabiola Anitori, che nel rendere nota la decisione ha annunciato il suo passaggio al gruppo Misto: «Non riconosco più l'impostazione iniziale del Movimento - spiega - che è diventato quel partito personale tanto criticato, con un sistema feudale di fedeltà che respinge o espelle chi dissente o non si allinea». Una doccia fredda per la squadra pentastellata di Palazzo Madama. Ieri negli uffici non nascondevano la sorpresa per la scelta «improvvisa» della collega. A poche ore di distanza, ecco piovere le reazioni a 5 stelle sul mezzo preferito dai grillini, il web. Sulle bacheche del social network Facebook le critiche della deputata Donatella Agostinelli: «Comincio a pensare sul serio - ha scritto - che dietro a questi mal di pancia ci sia solo una questione di soldi. Insozzano tutto». Ha scelto l'ironia il deputato Cosimo Petraroli, secondo cui alla fine, nel partito «ne rimarrà soltanto uno».
Non certo un bel periodo per il leader del M5S. Che ieri - sul fronte alta velocità - si è visto pure negare dai giudici l'istanza di trasferimento da Torino a Susa del processo a suo carico per la violazione dei sigilli alla baita abusiva di Chiomonte; con lui è imputato il leader No Tav Alberto Perino insieme a una ventina di altri attivisti.