LA SENTENZA DELLA CASSAZIONEHai una figlia segreta con l'amante? Non è colpa tua se poi il matrimonio finisce

Cosa bisogna fare per essere considerati colpevoli di una separazione? La domanda può suonare provocatoria, ma è sempre meno peregrina. Perché nel corso degli anni la giurisprudenza in materia sembra essere sempre più salomonica.
L'ultimo caso arriva dalla Cassazione, che ha giudicato non sufficiente ad attribuire la responsabilità giuridica della separazione la circostanza che un marito abbia una figlia dall'amante e che la cosa sia avvenuta senza che lui abbia nemmeno accennato alla moglie l'intenzione di separarsi.
Dunque una gravidanza extraconiugale «segreta» non basta. La Cassazione ha infatti convalidato la separazione senza addebito di colpa esaminando la vicenda di un coppia friulana, molto in vista per gli incarichi politici di lui, nonostante l'uomo avesse appunto avuto una figlia fuori dal matrimonio mentre l'unione con la moglie era ancora in piedi. Tanto che marito e moglie erano partiti con amici, per una crociera ai caraibi, quando il coniuge infedele già aspettava la figlia dalla donna con la quale aveva intrapreso una relazione sentimentale. In primo grado la moglie tradita aveva ottenuto soddisfazione, in appello la sentenza era stata ribaltata.