Sesso, nozze e selfie Fenomenologia dei nuovi tamarri

Fiori d'arancio trash per il calciatore Icardi e la modella  Wanda Nara. Sono loro l'icona del nuovo popolo dell'eccesso

Mauro Icardi e Wanda Nara si sono sposati. La particolarità del loro matrimonio è che non ha unito due tipi, bensì due archetipi. Calciatori e modelle: sono loro la generazione dei nuovi tamarri. Qual è lo stilema di questa coppia? Si tratta di un modello generazionale che nessun genitore vorrebbe ritrovarsi in casa, ma che ormai dobbiamo rassegnarci a mettere nel conto familiare. Mauro e Wanda risultano anagraficamente, esteticamente e «intellettualmente» dei perfetti cloni della smandrappata comunità giovanile che si muove (sarebbe meglio dire, trascina) nei «reality» diventati icone dei nostri figli. In casa come in tv. Sul modello di Geordie Shore, il programma cult in onda su Mtv. Nelle varie edizioni cambia il cast, ma il comportamento dei protagonisti dello show, diventato icona e specchio di una certa componente post adolescenziale, è sempre lo stesso: si ubriacano, vomitano, ruttano, litigano, si picchiano, fanno sesso sfrenato; il tutto, ovviamente, a favore di telecamera.
Sappiamo bene che Icardi e Nara non sono tanto scapestrati, ma certo la loro immagine pubblica (corroborata da numerosi e vivaci episodi di vita vissuta, corna comprese) può ricordare gli «ideali» targati Geordie.
Chi assiste alla quotidianità di questa tribù di ventenni anabolizzati e siliconati, ci comprende. I nuovi giovani tamarri si ispirano a queste virtù: un manipolo di ragazzi palestrati e ragazze plastificate la cui giornata è scandita dal culto di un'estetica che però è l'esatto contrario dell'eleganza. Nell'ideale casa Geordie in cui coabitiamo è tutto un boom di pacchianerie ipertrofico: tatuaggi, trucco, parrucco, seni, sederi, minigonne, tacchi, muscoli, turpiloquio, drink, auto, discoteche e via esagerando.
E così Mauro Icardi che, nella realtà, prende in giro l'«amico» Maxi Lopez dopo avergli soffiato Wanda, è terribilmente uguale ai Geordie boys che, nel reality, si vantano delle peggiori nefandezze. E così Wanda Nara che, nella realtà, gliene dice di tutti i colori al suo ex girandogli perfino i selfie più intimi con il suo nuovo compagno, è terribilmente uguale alle Geordie girls, diventate un modello per le nostre figlie, pronte a infilarsi con la velocità della luce sotto le coperte di questo o quel bellimbusto.
Per i nuovi tamarri la regola sono letti che non vengono mai rifatti e di camere dove non si scopa mai (almeno nel senso di mettere ordine su pavimenti colmi di biancheria intima, abbigliamento e accessori vari). Un canovaccio da cafoni globali che ha fatto la fortuna di questo show di neo-tamarri e la disperazione dei genitori che, osservando i loro ragazzi in fase post adolescenziale, li trovano sempre più simili al Gary «Gaz» Beadle («carismatico» maschio alfa - o omega? - del Geordie Shore) che ama ripetere: «Dovrei avere una laurea in rimorchio di ragazze»; sempre meglio di James Tindale («Il lavoro più difficile che abbia mai fatto è stato pettinarmi») o di Jason «Jay» Gardner («La mia più grande paura è che mi vengano le rughe»).
E che dire delle ragazze del popolo tatuato? Sotto il tetto (e le tette) le vere eroine sono loro.
Con poche idee, ma ben chiare. Come quelle di Charlotte-Letitia Crosby («Non bacerei mai nessuno senza tartaruga»), Vicky Pattison («Sono un ragazza Geordie ma con uno stile da Vip») o Rebecca «Becca» Louise Walker («Ho un fisico e un carattere da sballo!»).
Tornando, in conclusione, ai neo sposi Icardi-Nara, le cronache riferiscono che il matrimonio è avvenuto con rito civile a San Isidro, città della provincia di Buenos Aires, con un inconveniente: il giudice si è presentato con un'ora di ritardo facendo spazientire gli invitati.
Alla cerimonia non ha partecipato il padre di Wanda. Al quale va tutta la nostra solidarietà.