Una sfida all'ultima fetta

Lite all'insegna della golosità tra il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota e la collega del Friuli Debora Serracchiani. Durante un incontro a Barolo (Cuneo) nell'ambito della rassegna «Collisioni» per un gemellaggio enogastronomico sul tema «Costretti alla qualità». I due governatori hanno difeso a spada tratta le produzioni del proprio territorio, non senza qualche simpatica stoccata. Ha iniziato la bella Debora, che con un sorriso sulle labbra e il piglio deciso ha avvertito il collega leghista: «Giù le mani dal nostro prosciutto e noi vi lasciamo stare i formaggi». «Certo che anche a me piacerebbe governare una regione dallo statuto autonomo», ha ribadito Cota, buttandola sul politico, ricordando le maggiori possibilità economiche del Friuli rispetto al Piemonte. Punto d'incontro tra i due: la produzione vitivinicola, unica e di grande pregio in entrambe le regioni, nonostante i tempi che cambiano, con il bric del super che ha sostituito la damigiana in cantina. Tutto si è concluso con un brindisi al Barolo.