Sfigurata con l'acido Chiede all'ex danni per 10 milioni

Lucia Annibali si è dovuta sottoporre a sette interventi chirurgici, il suo volto non sarà mai più lo stesso e, anche se per fortuna non ha perso la vista, avrà comunque seri problemi agli occhi. Per questo lei, l'avvocatessa che il 16 aprile scorso a Pesaro fu sfigurata con l'acido gettatole addosso da due albanesi, su mandato dell'ex fidanzato, ha deciso di chiedere proprio a lui, Luca Varani (36 anni, anche lui avvocato), un risarcimento danni da 10 milioni di euro.
Una somma che non le restituirà la sua identità di prima di quel terribile agguato ma che sarebbe il risarcimento minimo per quel volto sfregiato per sempre, per l'interruzione della sua carriera professionale da avvocato, con la perdita di anni di esercizio dell'attività (e quindi di guadagni), per le centinaia di migliaia di euro già sborsati per i diversi interventi chirurgici cui la giovane donna si è dovuta sottoporre nel tentativo di arginare il più possibile i danni di quella terribile aggressione. E anche per il fatto che - come sottolinea il Resto del Carlino, che ha riportato la notizia - da quel giorno di metà aprile che ha sconvolto la vita dell'avvocatessa, il suo ex fidanzato non avrebbe mostrato alcun segno di pentimento per quell'agguato di cui è il presunto responsabile.