Lo sfogo anti politico di Nicole Lascia la Casta e anche l'Italia

La politica? «Solo a pensarci, mi viene il vomito». Parola di Nicole Minetti (nella foto, insolitamente casual) che si confessa a Chi nel numero in edicola oggi. È un'intervista amara quella dell'ex consigliera lombarda. Dice di aver lasciato la politica, di avere intenzione di lasciare il Paese e ammette: «Non è un bel periodo. Per fortuna ho la mia famiglia accanto». Per il futuro Nicole, che denuncia «una sorta di odio sociale» nei suoi confronti, non è ottimista: «Ho 28 anni e vedo la mia vita rovinata. La mattina mi sveglio e non so che cosa fare. Mi manca avere la testa occupata, mi manca il fatto di poter lavorare. Per questo potrei tornare a fare l'igienista dentale». La Minetti parla anche del processo che la vede imputata («Ma io verrò assolta»), di Fabrizio Corona («Gli voglio un bene che non si spegnerà») e di chirurgia estetica («Ammetto di avere fatto qualche ritocco»). E la conclusione è più sconsolata delle premesse: «Potrei lasciare l'Italia per sempre».