La sigaretta elettronica? Verso un nuovo divieto

Libertà di svapare ovunque, tranne a scuola. Almeno per ora. Mentre l'Europa trova l'accordo sulla direttiva tabacco, che comprende i paletti sulle sigarette elettroniche, in Italia sono stati modificati più volte negli ultimi mesi i divieti per le e-cig. E potrebbero cambiare ancora se sarà confermato in Senato un emendamento votato dalla commissione Bilancio al decreto «Salva-Roma» che reintroduce lo stop nei luoghi pubblici anche al fumo elettronico. Al momento è vietata la vendita ai minori di 18 anni delle sigarette elettroniche con nicotina, attraverso un'ordinanza del ministero della Salute operativa da fine luglio e per un anno, che non consente più di «svapare» a ragazzi, ma anche a insegnanti, nei luoghi chiusi degli istituti scolastici e dei centri di formazione professionale. Un divieto, la vendita agli under 18, che dovrebbe diventare stabile con l'approvazione del ddl Lorenzin, che ha avuto ieri il via libera del Consiglio dei ministri.