Sindaci No Tav e grillini violano la zona rossa

Antagonisti contro i "pm combattenti". I sindacati di polizia: è l'anticamera del terrorismo

Roma - I sindaci No Tav violano la zona rossa: «Vogliamo riprenderci le nostre terre». Dopo gli scontri e la violenza ieri il cantiere di Chiomonte è stato teatro di una nuova protesta, questa volta fortunatamente del tutto pacifica, da parte degli amministratori della Val di Susa. Un centinaio di persone tra le quali il primo cittadino di San Didero, Loredana Bellone e Marco Scibona, senatore del Movimento 5 stelle. Obiettivo dei manifestanti poi raggiunto era quello di entrare nella zona rossa, un'area delimitata come off-limits da un'ordinanza della Prefettura tra la Valle Clarea e le recinzioni del cantiere. Un atto simbolico dunque per protestare contro una decisione giudicata illegittima dagli amministratori locali. Prima la marcia poi la discussione con le forze dell'ordine che alla fine hanno lasciato passare tutti, ribadendo però che si stava violando un provvedimento delle autorità. I manifestanti si sono accalcati intorno alla reti del cantiere, scandendo slogan. «Sono al fianco di chi protesta - dice Scibona di M5S - Le ordinanze si basano su presupposti illegittimi e scavalcano il potere sovrano del Parlamento». «Riteniamo inaccettabili le restrizioni a muoversi sul nostro territorio», spiega Luana Garofalo, consigliera di minoranza a Bussoleto.

Quella di ieri è stata una protesta pacifica ma molti, soprattutto tra le forze dell'ordine, ritengono che alcuni politici, locali tra i sindaci e pure nazionali in particolare nel M5S, facciano in qualche modo da sponda a proteste che ora stanno diventando sempre più aggressive e violente. E proprio sugli scontri di due notti fa non si placano le polemiche. Da un lato le forze dell'ordine che sono in prima linea e chiedono un intervento più fermo da parte della politica. La denuncia del sindacato di polizia è stata chiara: oramai in Val di Susa sono arrivati i professionisti della protesta violenta e per il momento la politica sembra intenzionata soltanto a guardare. Luca Pantanella, vicesegretario nazionale del sindacato di polizia Ugl, rilancia le preoccupazioni già espresse dal Siap. «Chiediamo una forte reazione dello Stato - dice Pantanella - Siamo all'anticamera del terrorismo che vorrebbe anche il coinvolgimento di parte della popolazione con lo scopo di ribellarsi ad ogni regola e liberare il territorio con la violenza».

Pantanella promette che il sindacato metterà i propri legali a disposizione dei poliziotti accusati di aver palpeggiato l'attivista Marta Camposana durante il suo arresto che poi li ha pubblicamente denunciati. Dai No Tav si levano accuse contro le forze dell'ordine e parlano di «violenza preordinata» da parte della polizia contro i manifestanti. In particolare il movimento punta l'attenzione sulla presenza dei due magistrati l'altra notte, quando si sono consumati gli scontri. Il fatto che Andrea Padalino e Antonio Rinaudo fossero lì nella notte tra il 19 e il 20 luglio diventa sui social network e siti web la prova che si tratta di «magistrati combattenti e non imparziali». I due pm si occupano di No Tav da qualche mese e volevano vedere con i propri occhi che cosa succede intorno ai cantieri, come evolve la protesta. Ma per il movimento, scrivono on line i dissidenti, «non sono il massimo quanto a verifica puntuale ed imparziale delle violazioni di legge».

Commenti

egi

Lun, 22/07/2013 - 08:39

Non ci sono parole, ormai è una dittatura della magistratura, gli artefici, ancora in vita come violante Caselli possono essere soddisfatti.

Mario-64

Lun, 22/07/2013 - 09:04

Un pugno di montanari ignoranti spalleggiati da centinaia di delinquenti professionisti. Se non accettano le "regole" dello Stato allora si facciano le loro scuole private e i loro ospedali. E se li paghino.

Ritratto di asarum

asarum

Lun, 22/07/2013 - 09:28

Hanno ragione, niente TAV, niente centrali nucleari,no inceneritori, no ILVA,no grandi Opere. (L'avete visto il ponte da Malmo a Copenaghen o il tunnel sotto la Manica?? Schifezze!!)Cosi l'Italia diventerà un bel paese del 4° mondo!!!!!!!!!

Ritratto di Ban@nas republic...

Ban@nas republic...

Lun, 22/07/2013 - 10:01

un'opera inutile e costosissima che perfino i francesi con costi che sono ovviamente meno della metà dei nostri hanno ormai derubricato ad opera di secondaria importanza...TOCCA DARE VOCE AI CITTADINI DELLA VALLE CHE GIA' L'HANNO ESPRESSA IN MODO CHIARO CON UN REFERENDUM, IN ALTRE PAROLE TOCCA AL M5S...HASTA LA VICTORIA

Ritratto di mark911

mark911

Lun, 22/07/2013 - 10:37

Chissà se arriverà il momento in cui anche i cittadini potranno intervenire a dar manforte ai poliziotti !!! A quel punto ci saranno 300 delinquenti da una parte (chiamati no tav) e qualche milione dall'altra!

pieropomiga

Lun, 22/07/2013 - 10:41

effetivamente il tunnel sotto la Manica é una vera schifezza pltre che un flop economico gigantesco...

CALISESI MAURO

Lun, 22/07/2013 - 10:42

Perche' io devo vivere vicino all'autostrada e alla ferrovia coi problemi di inquinamento e rumore e probabilmente questa gente mi passa di fianco sferragliando senza problemi e naturalmente non vogliono che il loro giardino sia toccato. Non vogliono partecipare al bene comune? va bene! Via quindi pensioni, sanita' e qualunque investimento dallo stato centrale. Cosi puo' andare bene, si puo' fare a meno di loro e loro di noi.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 22/07/2013 - 11:03

Mario-64: chiedo scusa se mi intrometto ma leggendo il suo post mi è venuto immediatemente in mente, come un flash, il monologo "Vajont" di Marco Paolini. Anche in quel caso, secondo la rappresentazione dell'autore, gli abitanti della zona che si opponevano alla costruzione della diga venivano definiti dalle autorità e dagli incaricati alla costruzione come "montanari ignoranti". I fatti decretarono che avevano ben ragione di opporsi. Ok, lo so che le vicende sono assai diverse ma credo sia doveroso il rispetto verso quella gente semplice che, lontana dalle logiche di appalti, supertecnologie e accordi internazionali, assiste incredula allo stupro della propria terra.

mrkrouge

Lun, 22/07/2013 - 11:03

Vanno innaffiati con autobotti di letame, anzi no, sarebbe irrispettoso (per il letame).

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 22/07/2013 - 11:28

Vecchia storia quella di sentire i sedicenti manifestanti dire che la polizia o, meglio, i poliziotti avrebbero palpeggiato qualcuna di loro. Ne hanno dette di peggio. Sin'anche che la polizia sarebbe fuorilegge. Sono le solite manfrine per dare addosso alla polizia stessa. Ha ragione il sig. Luca Pantanella, quando chiede "una forte reazione dello Stato", che è sempre a guardare, e sostiene che "siamo all'anticamera del terrorismo... ". Secondo me l'"anticamera del terrorismo" sono stati gli anni '60 e il '68 in special modo. Dopo, la nostra società è stata ed è ancora condizionata da terroristi e dal sistema terroristico, ormai infiltrati in tutte le istituzioni grazie a quel sinistrismo che li ha voluti e prodotti. Qualcuno magari si meraviglia che ci siano parlamentari grillini a queste manifestazioni. Evidentemente non ha ascoltato o non ricorda quando Silvio Berlusconi diceva, in piena campagna elettorale, che il 60 per cento dei candidati grillini erano tutti no-tav. Ed ecco i risultati del voto di milioni di italiani che hanno votato per protesta. Così stando le cose, come può il sig. Pantanella sperare in "una forte reazione dello Stato"? Come può uno Stato, permeato sino al midollo da quel sinistrismo che ha creato tutto ciò, avere la forza di reagire contro questi... ?

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 22/07/2013 - 11:34

Per giungere alla concezione futurista del provvisorio, del veloce e dell'eroico sforzo continuo, bisogna bruciare la tonaca nera, simbolo di lentezza e fondere tutte le campane per farne altrettante rotaie di nuovi treni ultra-veloci. Filippo Tommaso Marinetti, Democrazia futurista, 1919

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 22/07/2013 - 11:56

La UE ha tolto il la TAV dall'elenco delle opere prioritarie e la Francia morde il freno pur con costi di molto inferiori ai nostri. Rispetto ai presupposti di quest'opera il mondo è cambiato parecchio, non si sono verificati neanche lontanamente i volumi di traffico previsti, metà opera (il secondo tunnel) è stato già stralciato, quanto ci vuole ad un essere senziente per capire che si tratta di un'opera che vogliono solo quelli che ne ricaveranno lauti profitti? E' un investimento che non sopravvive ad una disamina obiettiva costi-benefici, costerà molto e porterà poco. Poi se qualcuno non sa farne altro che una questione di "montanari ignoranti" e "Komunisti", altro non dimostra che la sua pochezza.

dondomenico

Lun, 22/07/2013 - 12:08

@ pieropomiga: con cosa fai colazione la mattina? Pane e stupidaggine? Hai mai visto l'Eurotunnel? Per tua informazione si chiama così! Lo hai mai percorso? Penso di no! Io si! Più di una volta. In 45 minuti si va da Calais a Dover con macchina al seguito. Per te è una schifezza, ok, se devi andare in Inghilterra, vacci a nuoto

Mario-64

Lun, 22/07/2013 - 12:29

Dreamer_66 ,si intrometta pure ,i commenti servono a questo. Rispetto per Perino proprio non ne ho ,mi dispiace. Il progetto e' stato cambiato ,e' quasi tutto in galleria ,ci saranno barriere e opere compensative. Ma tutto questo non serve ,i "montanari" hanno detto che non vogliono l'opera ,ne' li ne' da nessun'altra parte. Questa come la definisce se non ignoranza? Egoismo stupido? L'Italia e' piccola ,qualunque cosa costruisci sei sempre nella "valle" di qualcuno ,dunque che si fa'? Torniamo a muoverci col calesse?? Se nel 1870 avessero ragionato cosi' adesso per andare in Francia si dovrebbero valicare le alpi come Annibale... P.s. quelli che adesso protestano contro TAV ,centrali nucleari ,ecc. ecc. avrebbero a suo tempo definito la diga del Vajont come "fonte di energia rinnovabile".

antonio11964

Lun, 22/07/2013 - 12:41

Ban@nas republic... MA VAI A QUEL PAESE...io gia' appena oltrepassata la linea rossa gli sparerei allegambe. "riprendiamoci il NOPSTRO territorio"...TRA LA GENTAGLIA, I DELINQUENTI DEGLI SCONTRI NON C'ERA NEMMENO UN VALLIGIANO !!!!!!!!!!!!!!tutti compagni da fuori, bedtie di sel dei centri sociali, la peggio feccia !!!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 22/07/2013 - 13:15

Mario-64: io penso sia errato partire da una logica di scontro tra civiltà... persino i singoli individui c'entrano poco. Quando parlavo di rispetto dovuto non mi riferivo al Sig, Perino ma alla popolazione tutta, e le motivazioni che possono indurre loro ad opporsi alla TAV non possono essere smorzate intubando gran parte della tratta in galleria. Esistono tuttora forti dubbi sulla tenuta idrogeologica dell'area a causa del previsto drenaggio di circa 100 milioni di metri cubi d'acqua dal sottosuolo. Inoltre è accertata la presenza di uranio ed amianto nelle montagne che dovranno essere perforate per consentire l'attraversamento ed è prevedibile la diffusione di tali elementi anche nei centri abitati durante i lavori. Ma alla base di tutto io credo ci si debba porgere una domanda prima di iniziare opere di questa ampiezza: ne vale la pena? Le continue analisi dei traffici su quella tratta continuano a confermare che non si tratta di un'opera necessaria, che la Ferrovia del Fejus è più che sufficiente per gestire un tale traffico di merci per di più in costante diminuzione. Tutto ciò senza parlare dei costi! Diversamente il traforo del Monte Bianco si è dimostrato utilissimo... anche sulle dighe per l'energia idroelettrica nulla da dire, l'importante è prevederle nei posti giusti.

Mario-64

Lun, 22/07/2013 - 14:23

Dreamer_66 ,non sono un ingegnere ,quindi sui rischi idrogeologici non mi sbilancio. Dico solo che l'Italia e' il paese con piu' gallerie al mondo ,fra strade ,autostrade e ferrovie. Possibile che tutti questi problemi saltino fuori solo li' ?? Nella stessa valle ,un po' piu' in la ,stanno scavando un tunnel autostradale: nessuno dice niente...dopo decenni che sentiamo dire di spostare il traffico dalla gomma alla ferrovia...curioso ,no? Dall'altra parte delle alpi ci sono il nostro secondo ,terzo e quarto partners commerciali in Europa ;il traffico merci sulla direttrice ovest-est (Milano-Trieste) e' raddoppiato in un decennio ,io non credo sia un'opera inutile. Eppoi e' chiaro che bisogna guardare ai prossimi 50-100 anni per un'opera del genere.

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 22/07/2013 - 14:55

ERO CONTRO, MA HO DOVUTO RICREDERMI,HANNO PIU CHE RAGIONE A CONTESTARE QUESTA OPERA INUTILE E INSENSATAI soldi per la tav e per i caccia siano dati alla sanita' per curare gli ammalati ,invece di tagliare i fondi persino pe i bambini malati di cancro, e se ci sono politici e istituzioni che vogliono i giocattoli li paghino loro invece di fare le passerelle nelle carceri e snobbare i problemi veri.

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 22/07/2013 - 15:00

Il terrorismo lo abbiamo visto da chi è fatto,basta rivedere gli articoli sul rapimento di figlia e moglie del kazako

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 22/07/2013 - 15:04

Ormai hanno buttato la maschera, tutti insieme pd pdl casini sel,lega.tutti a pensare alle loro poltrone e i terroristi sarebbero i manifestanti riempiti di botte come quella ragazza intervistata? Certo che ha visto il terrore

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 22/07/2013 - 15:11

Più vi accanite contro le giuste rimostranze dei cittadini e più i cittadini prendono le distanze da voi.Questo governo è scandaloso, perché nato male, fondato sul tradimento agli elettori da parte del pdl, che ha consegnato il partito ai comunisti, e continua ogni giorno con le sue scelleratezze.Se esiste una italia da terzo mondo non è certo per via delle opere inutili fortunatamente che non si fanno, ma perché abbiamo politici d' accatto,tromboni inutili, Mai nella storia una italia cosi immorale dove ogni giorno si arrestano politici, e dove la galera non la fa nessuno,e dove la gente viene derisa ammazzata impunemente da chi è arrivato su barconi e in roulotte come se fossimo senza stato e senza istiutzioni.Mi vergogno di avere questa italia

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 22/07/2013 - 15:44

Mario-64: il tratto contestato della Tav non è quello che va da Milano a Trieste, ma quello da Lione a Torino per il quale si potrebbe utilizzare la ferrovia del Frejus anche a costo di ridurre la velocità dei convogli. Non sarebbe la fine del mondo.

Mario-64

Lun, 22/07/2013 - 18:28

Dreamer_66 ,certamente ,dico solo che il traffico merci sulla direttrice est-ovest e' in aumento. E poi le dico un'altra cosa: se tre o quattro governi diversi ,tutti i governatori del nord ,tutti i sindaci delle maggiori citta' del nord ,due Presidenti della Repubblica e l'UE decidono che l'opera si fa', si DEVE fare. Se passa il concetto che a far casino lo Stato fara' marcia indietro ,il Paese si paralizza. Questa e' la democrazia, ascoltare tutti ,ma poi decidere.

dondomenico

Lun, 22/07/2013 - 21:22

@genovasempre: ma che film hai visto?