Il sindaco Cialente ritira le dimissioni

Il sindaco dell'Aquila torna in sella dopo lo scandalo che ha coinvolto la sua giunta

Massimo Cialente (foto d'archivio del 21 febbraio 2010)

Massimo Cialente ritira le dimissioni da sindaco dell'Aquila e torna in sella. L'annuncio, ormai certo, verrà fatto nella conferenza stampa convocata per oggi alle 12,00 dal vicesindaco, Betty Leone.

Il ripensamento di Cialente, cui il centrosinistra che amministra il Comune ha chiesto con forza di tornare sui propri passi, viene confermato da fonti bene informate molto vicine proprio al primo cittadino. Cialente aveva deciso di abbandonare, sgombrando anche il suo ufficio, l'11 gennaio scorso dopo la bufera giudiziaria che ha coinvolto per la prima volta il comune dell'Aquila in seguito all'inchiesta della procura aquilana su presunte tangenti per la ricostruzione post-sisma. Coinvolti ex amministratori e il vicesindaco, Roberto Riga, che si è dimesso prima di Cialente. Il primo cittadino, non indagato, avrebbe avuto il tempo di decidere fino al 31 gennaio prossimo. Le ragioni di partito evidentemente gli hanno fatto stringere i tempi.

Commenti
Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 22/01/2014 - 08:52

Chi rassegna le dimissioni di propria volontà e poi le ritira, basandosi o sul rifiuto dei superiori di accettarle o le preghiere dei conniventi di ritirarle è classificabile solo con una parola: BUFFONE

pupism

Mer, 22/01/2014 - 09:12

Il solito buffone che si prende le prime pagine dei giornali con le dimissioni e atteggiadosi a vittima,poi passata la buriana,le ritira.....

MEFEL68

Mer, 22/01/2014 - 09:13

Perchè per lui non vale il "non poteva non sapere?" Ma anche ammesso che non sapesse, un sindaco che non si accorge di quello che combinano il suo vice e la sua giunta, vuol dire che non è all'altezza del compito. Quindi, sarebbe giusto che venga costretto a dare le dimissioni. Questo a voler ssere buoni.

Ritratto di marione1944

marione1944

Mer, 22/01/2014 - 09:17

Persona poco credibile, prima ritira poi ritira il ritiro. Chissà cosa farà ora. Di certo chiederà al partito dei buffoni: mammina cosa debbo fare?.

canaletto

Mer, 22/01/2014 - 09:20

E' DURA LASCIARE IL CADREGHIN. MEGLIO RIPENSARCI. MA VAI LADRO BUFFONE, SEI ALLA STREGUA DI GRILLO CHE URLA E SCRIVE MA INTASCA I SOLDI DEL PARTITO

piertrim

Mer, 22/01/2014 - 09:22

Un sindaco che non sa, non vede e non denuncia le malefatte dei suoi vicini di sedia a che serve? Appena dopo averle date, ritira le dimissioni. Ma non ci faccia ridere sembra che Lei non vada dal mai barbiere o al caffé e non senta le chiacchiere del paesello che in fondo è l'Aquila.

blues188

Mer, 22/01/2014 - 09:28

il solito teatrino terronico. È stato più veloce di una lepre in fuga a ritirare le finte dimissioni! Cosa non si fa per dragare i soldi allo Stato!

beppechi

Mer, 22/01/2014 - 09:30

BUFFONE prima, BUFFONE durante, BUFFONE dopo, BUFFONE sempre. Tra questo personaggio e la nana psicopatica l'Abruzzo ha avuto nel terremoto il male minore

Emiliotoscana

Mer, 22/01/2014 - 09:35

Noooo cialente!!! avevi fatto una cosa intelligente,ma per la seconda volta rimetti il sedere sulla poltrona. Bravo compagno te farai carriera a Roma,sotto il maestro baffino da Gallipolo

Beaufou

Mer, 22/01/2014 - 09:43

Il centrosinistra che amministra il comune preferisce tenersi un suo uomo nell'amministrazione, almeno per essere al corrente delle iniziative in atto. Poi se Cialente farà una brutta fine, verrà scaricato senza tanti complimenti.

Pelican 49

Mer, 22/01/2014 - 09:57

Pagliacciate già viste. Si fosse trattato di una giunta di centrodestra, quanti sarebbero in galera? Tutti.

carpa1

Mer, 22/01/2014 - 10:03

Cialente "CHI"? Quello che al tempo del terremoto si rifugio in una lussuosa villa mentre i suoi concittadini stavano in tenda? Ora ci è chiaro.

Ritratto di Chichi

Chichi

Mer, 22/01/2014 - 10:08

Qualcuno ne dubitava? Basta il gesto!

Ritratto di aquila

aquila

Mer, 22/01/2014 - 10:17

Che uomo! Che tempra! Non oso immaginare la sua sofferenza per doversi appollaiare ancora sulla poltrona. E le lacrime di dolorosa gioia dove le mettiamo? Il partito dei Fassina e dei Cuperlo lo ha implorato di tornare non certo gli Aquilani

marina.panetta

Mer, 22/01/2014 - 10:27

La sera del terremoto, senza essere una commentatrice politica, ho avuto una pessima impressione di Cialente e Pezzopane. Non era difficile prevedere che avrebbero scaricato odio e veleni sul governo di centrodestra, per cui la ricostruzione dell'Aquila poteva essere (e fino a un certo punto lo è stata) un fiore all'occhiello. Certo, il malcostume poi c'è stato, e la protezione civile ha perso la faccia. Ma il dissesto del territorio a causa di edificazioni sbagliate non può essere imputato ad altri se non alle autorità locali. Terremoti e inondazioni, frane e inquinamento, quando accadono in regioni amministrate dalla sinistra, diventano argomenti contro Berlusconi. E ora che Berlusconi non è più al potere, chi sarà il capro espiatorio? E la gente li voterà ancora? In tal caso, continuerà a piovere sul bagnato.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 22/01/2014 - 10:28

ragioni del partito? gli hanno puntato una pistola alla tempia.... :-) solo questo giustifica il patetico ripensamento....si patetico, perchè dopo questo, ha perso la dignità!

maubol@libero.it

Mer, 22/01/2014 - 10:34

Evviva la coerenza: è di sinistra!

Ritratto di Chichi

Chichi

Mer, 22/01/2014 - 10:46

Per favore, non siate così severi con l'ex sindaco ex dimesso. Ha risposto all'appello accorato di migliaia e migliaia di carriole: "Torna a riparae i danni fatti da Berlusconi e Bertolaso! Torna a ricostruire il centro storico ancora in rovina!

jakc67

Mer, 22/01/2014 - 10:48

E ti pareva, giusto il tempo per permettere ai suoi di far notare una differenza morale, poi avanti più uguali degli altri...

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 22/01/2014 - 10:53

Esemplare. Mostra tutta la persona e tutto il sistema. Peccato che gli elettori non possano ritirare il loro voto.

fenix1655

Mer, 22/01/2014 - 10:55

Ecco perchè gli aquilani è meglio che se la mettano da parte. Classici ed esclusivi giochi di potere finalizzati all'arricchimento personale in cui l'interesse per la città ed i cittadini/sudditi, comparse inconsapevoli, è pari a zero. E sostenere che questa sia politica è solo una pennellata di caz...te!

albertzanna

Mer, 22/01/2014 - 10:55

MA GUARDA UN PO' - Cialente pensava che ormai l'aureola di eroe dell'Unione Sovietica e l'Ordine di Lenin fossero al sicuro, quindi ha ritirato le dimissioni. Mai che un comunista rinunci ai privilegi, ad una poltrona bordata d'oro, ai soldi,....e poi c'è sempre un compagno Greganti pronto ad offrire il proprio culo per salvare quello del capo. Dire che tutta la vicenda è penosa è usare un eufemismo. Ma vedrete che Cialente farà scuola anche a Cuperlo. Accetto scommesse. Albertzanna

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Mer, 22/01/2014 - 10:57

Tipico personaggio senza dignità ..............

Ritratto di ilmax

ilmax

Mer, 22/01/2014 - 10:59

avrà avuto rassicurazioni che lui non verrà toccato, è così palese che lui non poteva non sapere! buffone!

villiam

Mer, 22/01/2014 - 11:07

siamo al festival dei pagliacci!!!!!è dura rinunciare allo stipendio da sindaco ,anche se peggio di così un sindaco non può essere!!!!!!!!!

Ritratto di pascariello

pascariello

Mer, 22/01/2014 - 11:10

Un vero quaraquà, le dimissioni da quel PAGLIACCIO che è non potrà darle perché e tale nel DNA ! Questo è lo stesso Cialente che 2 giorni dopo il sisma era alloggiato in un resort sulla costa con tre villini , uno per lui, uno per la suocera ed uno per la cognata schierati davanti alla piscina, tutto generosamente offerto da un disinteressatissimo costruttore e per caso toccata a lui mentre i suoi concittadini sguazzavano nel fango in mezzo alle tende ? E’ lo stesso Cialente che stava per affidare a trattativa privata lo sgombero delle macerie ad una SRL appena costituita con 10.000 euro di capitale e nessuna attrezzatura per la miseria di 50 milioni di euro ? Per la cronaca il governo la affidò ad altri per soli 6 milioni. Lo stesso Cialente la cui cognata, a fronte di un immobile distrutto del valore di 180000 euro ne ha ricevuti 422000 e, non contenta ha presentato ricorso all’immancabile TAR chiedendone 616000 ?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 22/01/2014 - 11:15

Solo in un paese di pagliacci sono possibili questi siparietti. E poi ci arrabbiamo quando i tedeschi dicono che i nostri carri armati hanno la doppia marcia indietro.

ro.di.mento

Mer, 22/01/2014 - 11:38

CHE FACCIA TOSTA !!!!!!!!!! poveri aquilani !!!!!!!!!!!

andrimail

Mer, 22/01/2014 - 11:45

,..contrordine compagni, se la magistratura indaga noi non ci dimettiamo, se indaga berlusconi e i suoi si devono dimettere tutti in 24 ore, perche' noi siamo noi,..e voi non siete un cazzo.

terzino

Mer, 22/01/2014 - 11:47

Decisione legittima per carità ma la coerenza? Aveva vomitato veleno sul partito, sul governo, su taluni personaggi della sua cerchia. Ora, per evitare il commissariamento ed obbedire ad ordini romani, si ripropone, ma la gens aquilana, quella seria, ha capito. Rimane un personaggio inaffidabile e poco serio, uno che non poteva non sapere dell'attività del suo vice sindaco e dei personaggi inquisiti, 60.000 abitanti si sa tutto di tutti, ma per i compagni non vale, questa è l'Italia.

Giorgio1952

Mer, 22/01/2014 - 11:51

"Il sindaco Cialente ritira le dimissioni, non indagato, avrebbe avuto il tempo di decidere fino al 31 gennaio prossimo." Lo avete scritto voi quindi se non era indagato perché avrebbe dovuto dimettersi? Berlusconi condannato in via definitiva ha dato le dimissioni da senatore?

cast49

Mer, 22/01/2014 - 12:04

per non parlare della nanetta mangia soldi...

marvit

Mer, 22/01/2014 - 12:06

@blues188 ore 09,28. Cialente sicuramente è da teatrino. Per il resto provi a studiare la geografia:i teatrini terronici caso mai sono stati fatti in Tanzania; non molto tempo fa

blues188

Mer, 22/01/2014 - 12:11

Si compri una carriola (col badile stavolta) e ci dimostri che per rimettere le cose a posto si deve... (ehehehe) LAVORARE!!

Angelo48

Mer, 22/01/2014 - 12:14

Giorgio1952: lei si chiede e chiede la Giornale, per quale motivo Cialente dovrebbe dimettersi. Semplice: per lo stesso motivo per cui si dovrebbe dimettere la De Girolamo anch'essa non indagata! Non le pare????

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mer, 22/01/2014 - 12:22

Pagliacciate italiane ! Ma chi mai si dimette in Italia ? Pagliacciate !

Ritratto di Svevus

Svevus

Mer, 22/01/2014 - 12:25

Vergogna ! Le finte dimissioni con cancellano le offese ai tanti morti e l' arroganza post-comunista di essere sempre e a qualsiasi costo intoccabile !

Ritratto di zocchi

zocchi

Mer, 22/01/2014 - 12:31

non vedo molto intellettualoidi sinistri tra questi commenti. Luigipiso è in trasferte e scrive all'Unità ?

BlackMen

Mer, 22/01/2014 - 12:34

non mi pare proprio una bella mossa da parte di Cialente ma bisogna sottolineare che per ora non risulta indagato come altri appartenenti alla sua giunta

BlackMen

Mer, 22/01/2014 - 12:42

andrimail: bellissimo intervento il suo complimentoni!!!! peccato che Cialente non sia indagato!......genio!

kayak65

Mer, 22/01/2014 - 12:42

il pd mi ha dato la poltrona d'oro, e' sacra, e guai a chi la tocca. moralmente ed eticamente non fa' una grinza.per il pd, ed ora anche per ncd

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 22/01/2014 - 13:02

Ti pareva, per quello che vale la parola d'onore di un comunista... E' chiaro che il "Cialone" ha fatto tutto 'sto balletto per depistare i sospetti che inevitabilmente cadono su di lui. Excusatio non petita, accusatio manifesta.

Triatec

Mer, 22/01/2014 - 13:08

La coerenza... questa sconosciuta!!! A taluni le iniezioni gliele fanno in faccia!!

Giorgio1952

Mer, 22/01/2014 - 13:27

Angelo48 il vicesindaco e gli amministratori indagati si sono dimessi, Caliente potrebbe avere una responsabilità "morale" bene aveva fatto a dimettersi ma non era tenuto a farlo. La posizione della De Girolamo mi pare un più compromessa dalle registrazioni che si sono sentite, io comunque sia di destra che di sinistra non guarderei in faccia a nessuno, chi sbaglia paga e se ne deve andare, sono stanco di persone disoneste.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mer, 22/01/2014 - 13:28

E' da cogli la prima mela rinunciare al pappone.

giovauriem

Mer, 22/01/2014 - 13:28

che c'è di male,ha gradito e cerca il bis,chiamalo fesso!

Miraldo

Mer, 22/01/2014 - 13:32

I comunisti non si dimettono MAI, solo se passano di grado e aumenta lo stipendio allora lo potrebbero fare.

sonosempreio

Mer, 22/01/2014 - 13:35

Per me era una persona inaffidabile ieri; oggi non è altri che un BUFFONE!

Holmert

Mer, 22/01/2014 - 13:51

Ma Cialente non poteva non sapere delle ruberie della sua giunta? Che ne pensano De Pasquale ed Esposito? Mi piacerebbe sentire il parere dei due giudici ambrosiani che hanno condannato Berlusconi perché non poteva non sapere. Ed allora, Cialente ,sapeva o non sapeva o non poteva non sapere o poteve non sapere, o sapeva e faceva finta di non sapere pur sapendo...ma insomma come la mettiamo? La legge è uguale per tutti...tutti chi?

MEFEL68

Mer, 22/01/2014 - 18:42

Una domanda tira l'altra: perchè, nonostante tutto, Cialente, che non poteva non sapere cosa si faceva nella stanza accanto, non è neanche indagato?

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mer, 22/01/2014 - 19:18

NEFEL68 : Ricorda che c'è una poesia di Giuseppe Giusti "Sant'Ambrogio che così recita:""""" Che fa il nesci, Eccellenza? o non ha letto le carte? Ah, intendo; il suo cervel, Dio lo riposi, in tutt'altre faccende affaccendato, a questa roba è morto e sotterrato"""".