Il sindaco scatena i droni

La sicurezza dei suoi cittadini sta veramente molto a cuore al sindaco di Bolzano, Luigi Spagnolli. Al punto da spingerlo a scomodare persino la fantascienza. Nel giro di qualche mese i punti più sensibili della città potrebbero, infatti, essere sorvegliati dai droni. Cioè quelli «occhi» elettronici in grado di riprendere e fotografare qualunque cosa dall'alto. Proprio come nel film campione di incassi Minority report. Un primo esperimento è già stato fatto nei mesi scorsi: i volti e gli sposatamenti di migliaia di bolzanini sono stati rilevati dal drone commissionato alla Italdron, un'azienda specializzata in questo tipo di tecnologia. L'idea, adesso, è di estendere la videosorveglianza a tutte le aree maggiormente a rischio. «Perché con questo sistema vandali e delinquenti non potrebbero sapere quando sono ripresi. Per questo i droni sono un fortissimo deterrente contro la criminalità», spiega il sindaco. Con buona pace della privacy: La sicurezza di Bolzano val bene un Grande fratello in volo sui tetti della città.

Commenti

adri28

Sab, 14/12/2013 - 08:33

sono di Bolzano. Mi sembra che sia un po' eccessivo per la nostra città, ma per altre città con un più alto tasso di criminalità potrebbe essere una buona idea. per quanto riguarda la privacy, se non si fa niente di male, perchè ci si dovrebbe preoccupare di essere ripresi?