La sinistra vieta gli orsetti

Orsetti made in China in regalo ai giovani studenti del paese. Ma con un'avvertenza: «Tenere lontano dalla portata dei bambini». È successo a Paterno (Potenza), un borgo di 3.500 anime guidato da una maggioranza di centrosinistra. In vista delle feste, gli assessori hanno pensato bene di indossare i panni di Babbo Natale e di andare nelle scuole elementari a distribuire strenne. Tra i doni, un orsetto di pelouche. Un po' spelacchiato, e per questo ancor più ma tenero e dolce quanto pericoloso. Non tanto perché fabbricato in Cina, ma per la sua sinistra, inquietante etichetta: «Attenzione: non ingerire e tenere lontano dalla portata dei bambini». Monito che ha scatenato la rivolta delle mamme, corse ad assediare simbolicamente il Municipio, finito nel mirino delle critiche. In rete e nelle piazze. «Va bene la crisi», il ritornello intonato davanti agli incauti amministratori, «ma perché regalare una schifezza ai nostro figli?». Per fortuna è arrivato Babbo Natale. Quello vero. Diffidare dalle imitazioni. Specie se di manifattura politica.