Sorvegliati i movimenti di Sollecito

La Procura di Perugia ha chiesto nei giorni scorsi al «Centro Coordinamento delle Polizie Doganali» che si trova a Ponte Chiasso di effettuare verifiche sulle «utenze telefoniche» e sulla «redditività della capacità dell'azienda a cui fa capo» Raffaele Sollecito. Nei mesi passati, la Svizzera aveva concesso un permesso di dimora al giovane che sarà di nuovo processato per l'omicidio di Meredith Kercher dopo che la Cassazione ha annullato la sentenza con la quale era stato assolto.