Sparì in Italia: 35 anni dopo trovata in Germania

Dopo 35 anni di indagini il cadavere di Loretta Rossati, la
ragazza scomparsa nel lontano 1978, è stato identificato in Germania. Grazie all'esame del Dna, che ha accertato che è suo il cadavere carbonizzato che fu ritrovato nel gennaio 1979 ad Ausburg, in Baviera.
Si trattò, secondo la squadra mobile di Torino che coordina le indagini, di un omicidio volontario, per il quale, ora, c'è una persona iscritta nel registro degli indagati: il fidanzato di allora della donna.
Dalla fine degli anni '80 le autorità tedesche avevano provato a comparare i resti di quel corpo trovato nei boschi vicino ad Augsburg con la lista degli scomparsi nella zona, senza però ottenere alcun risultato.
La svolta è arrivata solo con l'incrocio dei dati degli scomparsi e dei corpi rimasti senza nome a livello internazionale.