Spending review, Bankitalia tira la cinghia

Auto blu, buoni pasto, ferie e permessi, consulenze esterne e canoni di locazione: tagli per la Bankitalia. Tasse raddoppiate ai fuori corso

Anche Bankitalia dovrà fare i conti con i tagli alla spesa previsti dalla spending review. Auto blu, buoni pasto, ferie e permessi, consulenze esterne, canoni di locazione. Sono tutti punti che toccano anche l'istituto centrale, a causa di un emendamento dei relatori al dl spending review, approvato dalla commissione Bilancio in Senato.

Nell'emendamento si legge che "la banca d’Italia, nell’ambito del proprio ordinamento, tiene conto dei principi contenuti nei commi 2,7, 8 e 9 del presente articolo nonchè dei commi 1 e 4 dell’articolo 3".

I lavori per la definizione del decreto sono proseguiti stanotte e andranno avanti nella giornata di oggi. Il testo, attesa dall'Aula oggi, arriverà in assemblea lunedì. Il ritrado della commissione è stato comunicato questa mattina dal presidente di turno, Emma Bonino, che ha convocato una riunione dei capigruppo per fissare un nuovo calendario dei lavori.

Per gli insegnanti che entro il 31 agosto avranno maturato i requisiti per andare in pensione dal primo settembre di quest'anno, non varranno le novità previste dalla riforma Fornero. Novità anche per gli studenti fuoricorso. Gli allievi non più in regola e con un reddito famigliare superiore ai 150mila euro si vedranno aumentare le tasse, fino al raddoppio. Gli incrementi dipenderanno dagli atenei, che utilizzeranno criteri contenuti in un decreto del ministero dell'Istruzione, entro il 31 marzo di ogni anno.

Salta il taglio di 30 milioni inizialmente previsto per la ricerca nel 2012. Rimane il taglio nel 2013, ridotto però di 30 milioni di euro, da 81 a 51 milioni. Entro sera dovrebbe essere votato anche il decreto che prevede alle Province vadano 100 milioni dal fondo per i rimborsi fiscali alle imprese:

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 27/07/2012 - 12:17

Non capisco questo "anche". Questi dovrebbero essere i primi.

cgf

Ven, 27/07/2012 - 13:25

tira la cinghia? quindi prelievo del 6% su vincite realizzate, nel caso del ministero quelle non riscosse, che i dipendenti si dividono tra loro anziché tornare all'erario al 100%? piuttosto che niente, meglio piuttosto, ma continuo a NON capire perché i premi non incassati (e sono tanti milioni/anno) se li dividano tra loro.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 27/07/2012 - 13:41

Istituzione da abolire (e quali risparmi!) visto che l'unica Banca Centrale è ora la BCE... E vale per tutte le ex banche dei paesi dell'area Euro

rita gianni

Ven, 27/07/2012 - 14:45

L'aumento delle tasse universitarie per i fuoricorso con un reddito familiare oltre i 150000 euro è SACROSANTO!!!!Chissà che finalmente l'Università smetta di essere un parcheggio per giovani ignoranti, sfaticati e viziati.

curatola

Ven, 27/07/2012 - 15:12

temo che per avere il pareggio monti dovrà restare almeno un'altra legislatura ed un'altra ancora e poi ancora un'altra......

Ritratto di gino5730

gino5730

Ven, 27/07/2012 - 16:10

Facile immaginare i cortei le manifestazioni le occupazioni e quant'altro,con pochi studenti e tanti no-global,centri sociali e magari un pò di no-tav e qualche intellettuale saputo contro questi aumenti di tasse.Cosa ,per altro,buona e giusta.

Martin Lutero

Ven, 27/07/2012 - 16:29

Quante ricche mensilità e pensioni hanno i dipendenti e i pensionati della Banca d'Italia ?? Quali sono gli altri privilegi e benefits di tutti quelli della Banca d'Italia ?? Pare che anche in questo caso:.... "NON VEDO, NON SENTO, NON PARLO" delle famose tre scimiette.

igiulp

Ven, 27/07/2012 - 16:37

@ Rita Gianni Attenzione. Il raddoppio della tassa universitaria colpisce chi ha più di 150.000 euro di reddito ma chi ha un reddito familiare fino a 90.000 euro pagherà il 25% in più. Poi non pensiamo che gli studenti fuori corso siano tutti sfaticati che amano bighellonare tra gli atenei. Vi sono ragazzi che alternano il lavoro allo studio e coloro che, pur mettendoci impegno non riescono a stare nei tempi senza per questo essere somari. In ogni caso non è che i fuori corso già oggi non paghino le rette. Questo ulteriore aggravio inciderà non poco sugli studenti e le loro famiglie.

michetta

Ven, 27/07/2012 - 17:31

Non mi interessa altro. Finche' Monti tagliera', saro' dalla sua parte. Certo, mi piacerebbe che tagliasse tante, tantissime casette della politica, dei politici e dei politicanti tutti, dal Quirinale all'ultima caserma dei CC o delle FF.AA. Tutte, nessuna esclusa. Tanto, anche questi ultimi, pensano solamente a fare soldi all'estero nelle missioni guadagna-denaro che vengono definite "anti-terrorismo" ! ? E della difesa nel nostro territorio? A gia', ci pensano nelle caserme come quella di Ascoli Piceno..........

Ritratto di unLuca

unLuca

Ven, 27/07/2012 - 17:53

Perchè Bankitalia è intoccabile ?

Ritratto di unLuca

unLuca

Ven, 27/07/2012 - 18:05

Mi sono iscritto per prendere la seconda laurea in una nota università italiana. Tutto è organizzato per sfavorire chi lavora e studia. Gli appelli venivano addirittura anticipati rispetto alla data fissata. Ho scritto al magnifico rettore per far presente la situazione di assoluta disorganizzazione dell'ateneo. SE NE E' ALTAMENTE FREGATO. L'università italiana è lo specchio della nostra società. Più che raddoppiare le tasse mandino a casa i baroni !!!!!!!!!!!

MARIO PLASMATI

Ven, 27/07/2012 - 19:54

lA NOTIZIA SUL PENSIONAMENTO DEI DOCENTI E' UNA BUFALA! PERCHE' NON VERIFICATE LE NOTIZIE PROIMA DI DARE FALSE SPERANZE ALLE PERSONE. VERGOGNATEVI.

Raf1956

Ven, 27/07/2012 - 20:01

michetta, sono d'accordo con te. Finchè si taglia mi sta bene. tagliare dappertutto, eliminare anche gli stabilimenti balneari delle forse dell'ordine e militari vari. sono solo privileggi per loro e altrettanti superiori che avvalendosi dei propri gadi, costringono subalterni a fare i servetti a loro e alle loro famiglie. Per non parlare dei numerosi autobus (Polizia Carabinieri Finanza esercito Aeronautica Marina) utilizzati per trasportare i familiari, parenti e amici dei dipendenti agli stessi stabilimenti. Il tutto a nostre spese- VERGOGNA

mifra77

Ven, 27/07/2012 - 21:12

Le porcate di bocconiani da bocciare si moltiplicano.Insieme all'aumento delle tasse universitarie ai fuori corso,Monti o chi per lui,dovrebbe ridurre gli stipendi e multare tutti quei docenti che programmano appelli e non si presentano, la prima volta e la seconda e la terza volta e...;che schifo i baroni che tagliano su tutto tranne che su se stessi.Alcuni studenti lavorano per necessità,altri hanno avuto vicissitudini che li hanno costretti a rallentare o sospendere gli studi ed un imbecille raccomandato si permette di chiamarli sfigati.Sfigato è lui e chi gli ha permesso di sentenziare sui suoi coetanei meno fortunati o meno raccomandati certo il viceFornero avrà un santo molto potente tra le stelle perché a sentirlo durante un intervento in TV ho rimpianto Renzo Bossi.

rita gianni

Ven, 27/07/2012 - 21:32

@igiulp Mi dispiace ma insisto: anche con un reddito di 95000euro è giusto che i fuoricorso paghino. Non si può pensare di gravare sulle spalle dei genitori ad libitum. Penso, anzi mi auguro, che saranno gli stessi genitori a "svegliarsi"e a ricordare ai propri pargoli i loro doveri.

Willy Mz

Sab, 28/07/2012 - 07:31

giusto che se sei un lazzarone ti faccio pagare di più ma, di abbassare gli stipendi dei politici non se ne parla più? tutti tirano la cinghia ma i privilegi rimangono... povera italia, anzi poveri italiani

primula

Sab, 28/07/2012 - 07:53

finalmente una cosa giusta per i fannulloni che bighellonzano per i giardini delle università, fanno sempre casino, l'università non è un diritto, se la vuoi fare si deve studiare, se no fuori dalle b..e. Qualcuno ha notizie sulla sorte dei piccoli comuni con sindaco, vice,vigile,impiegati comunali, ecc?????

mifra77

Sab, 28/07/2012 - 12:26

Perché aumentare le tasse universitarie agli studenti fuori corso se tanto poi li releghiamo al ruolo di disoccupati?e se mandiamo a "lavorare" gli studenti fuori corso chi paga i baroni?Aumenteremo le tasse anche a chi non è fuoricorso visto che le borse di studio notoriamente in Italia vanno ai raccomandati e non ai meritevoli.In un'Italia dove Napolitano regala venticinquemila euro al mese al signor Monti (nominandolo senatore a vita)prima ancora di vederlo all'opera;forse era più opportuno non parlare di studenti.E a ritagianni dico che generalizzare come fa lei serve solo a sviare i veri problemi delle nostre università che riguardano tanti docenti non docenti che occupano cattedre e sono peggio dei fuoricorso (fannulloni, bighelloni, lazzaroni e privilegiati con le spalle coperte).Se dopo aver avuto a che fare con questa gente devi anche pagare la sovratassa, bisognerebbe ricorrere ai forconi!