Spending review, ok a dlIl testo passa alla Camera

Hanno votato a favore 236 senatori, contrari 5, astenuti 30. Il testo dovrà ora tornare alla Camera per l’ultima lettura

Il Senato ha dato il via libera definitivo allla conversione in legge del decreto del governo sulla nomina a commissario straordinario per i tagli alla spesa di Enrico Bondi e di "parametrazione" della spending review.

Hanno votato a favore 236 senatori, contrari 5, astenuti 30. Il testo dovrà ora tornare alla Camera per l’ultima lettura, visto che al Senato è stato modificato il testo redatto a Montecitorio.

Il passaggio del ddl al Senato non è stato indolore per il governo, visto che ieri è stato approvato in Aula un emendamento della senatrice Poli Bortone che abroga un comma del secondo articolo del decreto sui tagli alla spesa pubblica. 

Il comma cassato dall’emendamento della Poli Bortone stabiliva che i poteri di intervento del supercommissario ai tagli, Enrico Bondi, non potessero applicarsi agli organi costituzionali, cioè presidenza della Repubblica, Camera, Senato e Corte costituzionale. Il comma era dovuto al fatto che secondo la nostra Carta fondamentale tali organi costituzionali hanno autonomia di bilancio.

Commenti

gianni71

Gio, 07/06/2012 - 12:33

E brava la Poli Bortone, così si è parata il suo **** flaccido e quello dei suoi compari...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 07/06/2012 - 12:34

Questo non è Governo, ma solo infermeria sociale. Piuttosto governare significa giocare d'anticipo delle opzioni, in gran parte incomprensibili al mercato e ai mass-media, onde scongiurare i disastri e possibilmente arivando prima dei paesi concorrenti. Più o meno come faceva Berlusconi. Invece per guadagnare tempo alla Gran Bretagna Cameron era concorrente a Berlusconi, e questo fa parte delle regole del gioco del mercato, ciò che è fuori dal mondo è che Faccia-d'angelo-napolitano fosse ostile al suo capo del governo. Robe da matti. Anzi peggio: robe da comunisti malati di mente. In pratica i risparmi ssulla spesa pubblica bisognava farli prima perché i sacrifici fatti finora non servono proprio a nulla. O meglio sono serviti soltanto a fargli capire le regole del gioco a certe testine di vitello del "passo indietro". Ignoranti, recalcitranti e pericolosi come asini imbizzarriti.

sammorse

Gio, 07/06/2012 - 12:56

Che belli !!! Ridete , ridete che la mamma kulona ha fatto i gnocchi !! http://youtu.be/rJzZT0OQ8PY

alberto51

Gio, 07/06/2012 - 13:33

Sai caro Monti, l'esempio della "revisione della spesa" annaquatta dai soliti parlamentari ladroni furbetti e impasticcati, non ci piace. PRENDA CARO DOTTORE LE REDINI DEL CAVALLO STATO IMPAZZITO, E FACCIA QUELLO CHE AVREBBE DOVUTO FARE GIA' DA TEMPO.RIDUZIONE DEGLI STIPENDI A LIVELLI DIRIGENZIALI, RELATIVI AGLI AMMINISTRATORI STATALI, ELIMINAZIONE DEI DOPPIONI E LICENZIABILITA' DEI DIRIGENTI E DIPENDENTI CHE TIMBRANO IL CARTELLINO E FANNO ALTRO.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Gio, 07/06/2012 - 13:38

@ Gianfranco Robert Porelli Le abbiamo viste le opzioni d'anticipo di Berlusconi. Le ha giocate talmente bene che stiamo messi veramente male e se fossimo usciti dall'euro saremmo messi ancora peggio. Gli unici malati di mente sono quelli che ancora lo tirano in ballo mentre è stato solamente un'incapace al pari dei suoi "colleghi" degli altri partiti che nulla sono altro che compagni di merende alla faccia dei cittadini e dello stato. Bisogna estirpare in maniera efficiente e completa questa classe politica, eliminarla in modo che non possa neanche guardare da lontano elementi dello stato, eliminare i partiti e qualsiasi sotto istituzione che faccia da tramite tra i cittadini e lo stato e poi far rispettare a tutti le norme, a maggior ragione se si amministra la cosa pubblica, mandando in galera subito chiunque si fregi della seppur minima infrazione.

Granpasso

Gio, 07/06/2012 - 13:50

Chissà dov'è il trucco?! Quello che interessa loro è solo tenerci buoni... quindi ci sarà il trucco! Il taglio agli sprechi pubblici sarebbe dovuta essere la prima cosa promossa dai super tecnici... se questa spending review non è la solita bufala, il solito provvedimento di taglio popolare che sarà aggirato non appena approvato, me ne congratulo, ma il Rigor se ne deve andare comunque! Traditore!

edda.buti

Gio, 07/06/2012 - 14:19

Deve essere un grande statista 5scorpion12!!!!! Se ci fosse stato lui come p/consiglio ci avrebbe salvati e le varie banche americane quali JPMorgan, Stanley, Goldman Sacs e altre non avrebbero osato farci cadere sotto le loro grinfie (aiutati anche dai vari regiorgio, merkel, sarko, monti e professoroni vari).

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Gio, 07/06/2012 - 14:51

@ Edda Buti La ringrazio Edda buti, effettivamente però non è merito mio ma bensì demerito dei governi italiani. Chiunque al loro posto avrebbe saputo fare meglio, addirittura anche lei.

bobsg

Gio, 07/06/2012 - 15:08

E dopo tanto elucubrare, calcolare, dedurre, il primo passo della spending review sarà l'abolizione delle noccioline salate gratuite alla buvette del parlamento.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 07/06/2012 - 17:42

Penso che sarebbe interessante conoscere i nomi dei 5 contrari e dei 30 astenuti. Ce la fara il "nostro" GIORNALE a pubblicarli?? Saludos

il veniero

Gio, 07/06/2012 - 17:54

GRANDE SUD...GRANDE PARASSITISMO.Non dite ,pero,che la PoliBortone ha fatto passare (battendo il gov) una legge per cui la spendig rev. non vale per le regioni in deficit ,eccetto che nella sanità . Cioè non vale x il sud . Ovvero taglieranno le spese nelle regioni NON in deficit ...indovinate quali?Ci stanno prendendo per i fondelli .

Ritratto di mark 61

mark 61

Gio, 07/06/2012 - 18:11

MA DI LEGGI anticorruzione il PDL proprio non ne vuole parlare !!!!!!!!!!!

Ritratto di gino5730

gino5730

Gio, 07/06/2012 - 18:37

Ma c'era proprio bisogno di un super tecnico per risparmiare sulla spesa pubblica ? Basta dimezzare stipendi( e numero) di parlamentari,burocrati,consulenti vari e simili.Ridurre le spese del Quirinale,togliere a tutti auto blu e venderle,abolire privilegi di tutti i tipi,limitare i viaggi di Stato e fare un solo centro di acquisti al quale devono rivolgersi ospedali asl e ministeri.

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 07/06/2012 - 19:00

Be datosi che ho criticato il modo di scrivere di certi giornalisti , mi domando come mai non sono pubblicato.Fare una critica per il modo di editare in un inglese parole che normalmente potrebbero benissimo scrivere in italiano. Siamo in italia o no ?Spending, welfare , etct . dovrebbero sparire da questi quotidiani. Un po di coraggio nel pubblicare bisogna anche avercelo.Ma vorrei sapere dove e con quale collettivo anche i giornalisti del giornale si sarebbero laureati. prego avere il coraggio di pubbl.

Massimo Bocci

Gio, 07/06/2012 - 19:13

Ora passa alla camera,poi torna in senato,poi passa alla firma,....come dire quando si sarà stancato,anche dei millantati tagli non si parlerà più, e poi cosa volete tagliare in un sistemino di vera mafia così ci hanno messo 65 anni di regime per arrivare fino a qui e ora volete tagliare benedetti,....ma lo sapete benissimo che siete nostri soci (lavoratori) cioè voi lavorate e noi si MAGNA, fiti, fiti, 50 e 50 e cosa volete tagliare il nostro 50 già scarso,meglio tagliare un'altra volta i vostri stipendi le pensioni è l'ì in quel 50% che si deve tagliare l'altro i nostri onorari,le nostre spese di casta sono inderogabili,..cosa pretendereste che la mattina ci alziamo e facciamo i nostri interessi per meno,...le nostre sono spese sociali....SI DELL'ONORATA SOCITA' DI MAFIA CATTO COMUNISTA sulla piazza dal 47, pensate quanto abbiamo rubato d'allora.