Spending review, si tratta:nel mirino gli enti localiE il conto sale a 10 miliardi

Sale il conto della manovra che verrà approvata dal Consiglio dei ministri nei prossimi giorni. La sforbiciata sarà di 10 miliardi e non 6-7

Ancora qualche giorno e il decreto legge sulla spending review dovrebbe essere finalmente varato dal Consiglio dei ministri. Il dossier è però al momento "congelato" in attesa dell'esito del vertice europeo: sarà il presidente del Consiglio Mario Monti infatti a riaprirlo non appena tornerà a Roma. Già domenica prossima il Professore potrebbe convocare a Palazzo Chigi una riunione con i ministri.

In attesa di avere dati certi sul gettito della prima tranche dell’Imu, i tecnici non avrebbero ancora definito con certezza quale strada percorrere, vale a dire se varare un decreto legge light, che oscilli fra i 5 e i 7 miliardi nel 2012 e fra i 10 e i 12 miliardi nel 2013 e che serva a evitare l’aumento dell’Iva e a reperire risorse per l’emergenza terremoto, oppure dare il via libera a un decreto più corposo e anticipare alcune misure della legge di stabilità avviando un’operazione di manutenzione dei conti. Scelta che potrebbe rispondere alle esigenze di un mutato quadro macroenomico e alla necessità di non farsi sfuggire il pareggio di bilancio l’anno prossimo.

Secondo fonti governive, l'opzione potrebbe essere di difficile attuazione in parte a causa del calendario dei lavori parlamentari, che non renderebbe agile l’esame di un provvedimento troppo corposo, e in parte a causa delle tensioni all’interno della maggioranza che rischierebbero di ripercuotersi sull’esame del testo. Proprio per questo, l’orientamento prevalente sarebbe di procedere passo dopo passo, varando subito un pacchetto light e riservando per la fine dell’estate la mossa più pesante. Qualora si scegliesse questa ipotesi vi sarebbe comunque ancora da sciogliere il nodo degli strumenti da utilizzare per mettere in campo i risparmi stimati dai tecnici di Monti. Anche in questo caso vi sarebbero due fronti: uno preferirebbe fare leva solo sui tagli alla spesa del supercommissario Enrico Bondi, l’altro non esclude l’opzione dei tagli lineari. Scelta che vede numerosi ministeri contrari, a partire dalla Sanità, che rischierebbe così di dover intervenire sul fronte delle prestazioni.

Commenti

cincinnatus

Ven, 29/06/2012 - 10:31

Forza Bondi! Facci sognare.

seve

Ven, 29/06/2012 - 10:31

Come minimo si devono trovare 60-70 miliardi , come minimo , siate seri e lasciate lavorare Bondi che sa quello che fa.

bobsg

Ven, 29/06/2012 - 10:44

Sai che successo se la "spending review" risparmia 10 o 20 miliardi di euro quando il deficit è di 2000 miliardi? Vogliamo o non ridurre il numero degli statali e portarli da 4 milioni a 1, che è pur sempre un esercito di mantenuti?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 29/06/2012 - 10:46

caro Bondi hai talmente la faccia di una persona seria che non riesco ad immaginarti in mezzo a questi disonorevoli.

Ritratto di Gian Lore

Gian Lore

Ven, 29/06/2012 - 10:51

sai che sforzo.. ah aha .. oltre ai buoni pasto sono nel mirino gli enti locali, come se già non lo fossero stati!!! Naturalmente superstipendi, superpensioni, politici sono fuori gioco, bene bene,,, sempre più ridicoli!!

juventus

Ven, 29/06/2012 - 11:04

Tutto Quello Che E'improduttivo Deve Essere Tagliato. Ovvero L'apparato Pubblico. Se Dobbiamo Risparmiare Risparmiamo Sul Serio Ovvero 60 70 Miliardi All'anno. Non Devono Toccare Quello Che E' Produttivo. Lo Vogliono Capire Che Il Mercato Chiede Quello !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di dbell56

dbell56

Ven, 29/06/2012 - 11:12

X quell'intelligentone nonchè demagogo di bobsg! E secondo te x risolvere i problemi italiani occorrerebbe licenziare in tronco circa due milioni e mezzo di lavoratori dipendenti. E i costi sociali che da ciò deriverebbero non li consideri? Sai cosa significa? Supponiamo che di questo numero di dipendenti pubblici i monoreddito siano almeno un milione e mezzo e che a questi dipendenti corrispondano almeno altrettante famiglie composte da quattro persone (compreso il lavoratore), significa che almeno sei milioni di persone sarebbero buttate dall'oggi al domani sul lastrico con ripercussioni sulle spese assistenziali enormi e tali che assorbirebbero totalmente se non di più i risparmi di spesa ottenuti dai licenziamenti che tu auspichi. Ricorda solo che ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria. Cerca piuttosto di non fare demagogia e di fare proposte più serie e percorribili senza innescare una rivoluzione cruenta che troppi lutti comporterebbe!!

Ritratto di Blent

Blent

Ven, 29/06/2012 - 11:18

manovre inutili , l'unica vero risparmio sarebbe quello di dimezzare , almeno dimezzare , i dipendenti pubblici , il resto sono solo briciole impercettibili.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 29/06/2012 - 11:40

Spending review, ok, soprattutto negli enti locali, dove più scandalo è il flusso di quattrini sperperati. Ma non dimentichiamo di fare il servizio anche alla casta romana, quella che ha le leve del potere, anche se mi rendo conto che mettere le mani lì può essere pericoloso per la sopravvivenza del governo Monti.

Carlo Mario

Ven, 29/06/2012 - 12:08

I soldi pubblici, ovvero i nostri soldi, sono sempre stati spesi, anzi buttati via, con troppa facilità, quindi ovunque si taglino le spese si taglia bene e finanche troppo poco. I tagli principali però dovrebbero concentrarsi laddove il governo non può arrivare: parlamento e quirinale; lì gli sprechi sono intollerabilmente alti e i nostri soldi spariscono sotto le mascelle voraci della peggiore razza dell'umanità: i politicanti italiani. Esseri inutili, incapaci e corrotti, veri parassiti della società che vivono alle nostre spalle risucchiando avidamente i soldi dai nostri portafogli.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 29/06/2012 - 12:39

Poiché nemmeno un dipendente pubblico potrà mai essere licenziato, ma solamente trasferito con congruo premio -e su base volontaria, ovviamente- qualsiasi previsione di tagli alla spesa nel settore pubblico va fatta solamente sui materiali.

Arruffato

Ven, 29/06/2012 - 12:40

e 10 miliardi sono ancora pochi, lobbiettivo dovrebbe essere 100 miliardi per essere un minimo significativo

apapa

Ven, 29/06/2012 - 13:02

BO! Mi pare che stiamo tutti perdendo la trebisonda. E' un gioco da bambini dare la colpa ai commercianti piuttosto che ai dipendenti pubblici piuttosto che agli operai. Mele marce e fancazzisti ci sono in tutti i settori, ma anche e troppo spesso persone che non possono rendere quanto potrebbero per problemi piu vasti. Ma questo è un tema troppo ampio. Vorrei far presente al sig.bobsg e al sig.Blent che un marciapiedi "elettorale" di un centinaio di metri costa a volte come lo stipendio di un impiegato per 10 anni, il restyling dei cartelli stradali di un comune, costa anche come lo stipendio di 5 impiegati. Non parliamo poi di una statua commemorativa o delle mille una sciocchezze che spesso vediamo e accettiamo inerti (non inermi), ovvero senza nemmeno dire "ma...".Grazie

rokko

Ven, 29/06/2012 - 13:55

#12 Arruffato l'obiettivo sarebbe perseguibile e senz'altro risolverebbe molti problemi. Occorrerebbe però un patto: che chiunque subentri a Monti continui su quella strada.

fossog

Ven, 29/06/2012 - 14:24

Come mai quando si scrive di spreco di stato, di poltrone ed enti inutili, quando si parla di quel milione trecentomila zecche che vivono di sola politica, le crifre dei riceratori di dx e di sx superano i cento MILIARDI L'ANNO, ed invece un tagliatore ed un risanatore come Bondi RIESCE reperire solo 10 miserabili miliardi ? Forse al risanatore sono state date forbici spuntate ? forse che Monti, da bravo servo delle bestie delle politica che lo hanno da sempre nominato ai suoi incarichi di burocrate, gli ha detto di fare solo finta ? E' questa l'italia statale che dobbiamo distruggere, è questa l'italia marcia, vecchia, mafiosa e ladra, che dobbiamo per forza cancellare alle prox elezioni.

fossog

Ven, 29/06/2012 - 14:31

Solo 10 misertabili miliardi sulle centinaia annue che buttiamo, così come è ben documentato con cifre e modi e protagonsiti di queste truffe, in tanti libri da ricercatori di dx e di sx ?? possibile che un tagliatore ed un risanatore come Bondi sia stato capace di così poco ? Forse è perchè il governo dei tecnici, il governo dei burocrati servi delle bestie della politica dalle quali sempre ricevono i loro incarichi da burocrati, gli ha detto di fare solo facciata, NO ? ed infatti i tagli si cercano solo nella GESTIONE e non certo nel MARCIUME STRUTTURALE che moltiplica le poltrone, che moltiplica gli enti spezzettando lo stato ed aumentando costi ed inefficenza... insomma si va a pescare senza amo e senza esca, come gli stupidi.... solo gli questi stupidi sono invece, a tutti gli effetti, dei veri delinquenti.

aladino77

Ven, 29/06/2012 - 15:34

Ma tutti quelli che si lamentano dicendo che 10 miliardi sono pochi, ma avete votato per 40 anni partiti corrotti e sanguisughe come Dc, Psi, Pci, Pdl, Pd, Lega etc etc che hanno portato al fallimento senza che voi abbiate battuto ciglio, e adesso rompete le scatole a Bondi che lavora da due mesi, perchè 10 mld sono troppo pochi??? Vi meritate Berlusconi e Prodi, le persone serie non sono adatte a voi!

IuniusBrutus

Ven, 29/06/2012 - 15:44

Adesso, con il pretesto dello "scudo" e della facilità di vendere altri titoli di stato nonché di succhiare altri prestiti dalle banche rimpinguate con carta straccia, tutti tagli vanno a farsi benedire. Province, prefetture, questure, con a fianco caserme dei carabinieri, della guardia di finanza, dei forestali, della polizia municipale, della polizia provinciale (perché noi siamo ricchi e ci possiamo permettere cinque o sei polizie diverse!!), ognuna con tutti i suoi bravi comandanti, vice, vice di vice ecc. E poi, tante belle procure, con tutti i capi, gli aggiunti, i sostituti... E tanti bei tribunali, con tutti i suoi bravi presidenti, presidenti di sezione, cancellieri capi, ufficiali giudiziari dirigenti.... Oggi apprendiamo che in Sicilia c'é un dirigente ogni 8 impiegati; non credo che la media nazionale sia molto diversa. Quanti generali abbiamo? Ma ci sono altrettante divisioni da comandare? E colonnelli, maggiori, capitani.... E le missioni all'estero? 250 miliardi spesi?

Ritratto di unLuca

unLuca

Ven, 29/06/2012 - 16:17

10 miliardi ................. non sono un gancvhè, delle province, degli enti inutili, degli sprechi delle Camere di Commercio che ne facciamo ???

Ritratto di unLuca

unLuca

Ven, 29/06/2012 - 16:22

Dott. Bondi, si prenda la briga di controllare i bilanci delle CCIAA (Camere di Commercio) che hanno entrate assicurate per miliardi di euro che investono in iniziative a dir poco ridicole. Verifichi come vengono disinvoltamente utilizzati i denari che derivano dai versamenti dei DIRITTI CAMERALI che sono anche questi una ULTERIORE TASSA A CARICO DELLE IMPRESE. Verichi Dott. Bondi ne troverà delle belle. Controlli quanti dipendenti hanno, accerti le iniziative promosse dai concerti ai party, dalle partecipazioni in improbabili società ad iniziative sconclusionate. VERIFICHI DOTT. BONDI VERIFICHI !!!!!!! Altro che 10 miliardi !!!!!!!

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 29/06/2012 - 16:48

siamo al solito: ma le vere lobby non vengono toccate: le fiduciarie delle banche con immense proprietà immobiliari sono sempre esenti da IMU ed è ridicolo: monti faccia il suo dovere e la smetta di tergiversare: lo stesso venga fatta con l' abolizione degli albo professionali con introiti complessivi tra risparmi ed altro di ottanta miliardi ed infine, ap parte la moralizzazione, si tassino le donnine e i viados come in germania con introiti di almeno 8 miliardi Che Monti la smetta quindi di fare cretinate a sfavore di pensionati, piccoli proprietari di case, operai eccetera ma attacchi chi di dovcere

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 29/06/2012 - 18:15

Spending review, ok, soprattutto negli enti locali, dove più scandaloso è il flusso di quattrini sperperati. Ma non dimentichiamo di fare il servizio anche alla casta romana, quella che ha le leve del potere, anche se mettere le mani lì può essere pericoloso per la sopravvivenza del governo Monti.

fyyffo

Ven, 29/06/2012 - 23:36

con quella faccia da becchino...preparatevi al funerale.....

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Sab, 30/06/2012 - 06:15

Ahia!! cio significa che la 2^ trance di IMU anzichè calare aumenterà! Quest è il vero male della politica italiana accanto al malaffare mafioso. l' incapacità di tagliare le unghie e (l'appetito) degli enti locali dove la politica non vuole saperne di eliminare un po' di eccessivo wellfare e i troppi benefit con i quali si maschera la spesa dissennnata di cui i politici locali sono gli autori. nessuno vuole rinunciare a gestire la massa enorme di denaro "pubblico" con cui sindaci, assessori, presidenti, ecc. alimentano il proprio consenso elettorale! E figurarsi se a Roma" i capobastone" del sistema, cioè i parlamentari, sono in grado di porre un freno alla devastante spesa pazza e incontrollabile dei propri rappresentanti in periferia. Ma intanto...Grillo avanza... ZANNA

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 30/06/2012 - 09:18

Nichi gran politico da 40 anni. Solo lui riuscirà ad unire moderati, sinistra, riformisti e IdV. Sarà il colpo finale per il PDL che sparirà per almeno 10 anni. Sbrigatevi a cacciare berlusconi se si vuole riequilibrare i due poli politici italiani. Però bisogna farlo come esempio,, schiacciare berlusconi e i suoi colonnelli, sbatterlo in galera e dimostrare alla gente onesta che la giustizia morale funziona. Bisogna pentirsi in modo veritiero e convincente

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 30/06/2012 - 11:07

Scusate ma nel precedente mio commento ho sbagliato articolo. Il mio andava in quello del mitico Vendola salvatore della patria