Spending review, stretta sugli stataliI sindacati sulle barricate: "Solo tagli"

Il governo incontra le parti sociali. Monti: "Elimineremo gli sprechi, non è una nuova manovra. Servono 4,2 miliardi per evitare l'aumento dell'Iva". Confermato il taglio dei dipendenti della P.A. Blocco tariffe fino al 31 dicembre 2013

Il dossier sulla spending review (la revisione della spesa pubblica) piomba sul tavolo dell'esecutivo. E ha già scatenato le minacce e le proteste di ministeri e sindacati. E non solo.

L'incontro tra il governo e le parti sociali, che sarebbe dovuto iniziare a Palazzo Chigi alle 9, è stato rinviato alle 13. Sulla spending review l'appello di Monti è a "non tirare a campare". Ma le proposte di Palazzo Chigi, soprattutto in tema di sanità e giustizia, hanno mandato su tutte le furie i ministeri che hanno avvertito: "Abbiamo già dato". In particolare, il dicastero dell'Istruzione e quello della Giustizia si oppongono alla riduzione del personale (a metà giugno era stato annunciato che si sarebbero tagliati il 20% dei dirigenti e il 10% dei dipendenti) sostenendo che non è necessario.

La stretta sugli statali ha scatenato la reazione dei sindacati. "Il taglio sul personale della P.A è un finto taglio lineare", ha tuonato il leader Uil, Luigi Angeletti, che ha aggiunto rivolgendosi al governo: "Non vorrei che di tutte le vostre buone intenzioni restasse solo il taglio del personale P.A". Per il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, "la revisione del pubblico impiego si deve fare in coerenza e applicando l'accordo che il sindacato ha siglato con il ministro Patroni Griffi un mese fa".

Insomma i sindacati sono sul piede di guerra e hanno minacciato scioperi e proteste. Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, è tornata ad invocare una patrimoniale perché "ci vuole una vera redistribuzione fiscale attraverso una patrimoniale, che non è una bestemmia; non riducendo il perimetro dello Stato, ma valorizzando beni (non le aziende pubbliche e le municipalizzate) alienabili; mettendo in moto investimenti in grandi imprese; guardando verso il futuro con le reti digitali, l'innovazione, la chimica verde".

Proteste anche sul taglio dei microtribunali. Si prevedeva di cancellare 33 piccoli tribunali, 37 Procure non provinciali e di azzerare 220 sezioni distaccate. Ma l'unione di Pdl, Pd e Udc ha portato a un limite di 29 tribunali da tagliare.

Per quanto riguarda il settore sanità si va verso un intervento per 3-3,5 miliardi da qui al 2014, che diventano 8-8,5 miliardi se si sommano ai 5 miliardi di tagli già previsti per il prossimo biennio dalla manovra di luglio 2011

Nel frattempo Mario Monti mostra i muscoli e non si cura delle proteste: i tagli saranno presentati negli incontri con le parti, ma non ci saranno contrattazioni. L'appuntamento dunque è per le 13. L'obiettivo è un Consiglio dei ministri tra giovedì e venerdì per varare il testo sulla revisione della spesa pubblica. Servono almeno cinque miliardi, anche se l'esecutivo spera di recuperarne circa otto, soprattutto tagliando gli sprechi pubblici.

Per fare fronte alla questione degli esodati e ai danni del terremoto ed evitare un aumento dell’Iva serve "una cifra molto più alta di 4,2 miliardi", avrebbe detto il premier ai rappresentanti delle Autonomie Locali, sottolineando poi che l’obiettivo della spending review è "eliminare gli sprechi e non ridurre i servizi". L’intenzione del governo sarebbe quella di evitare "tagli lineari guardando alle più alte priorità". 

Blocco tariffe fino al 31/12/2013

La misura scatta dalla data di entrata in vigore del decreto, nel quale si legge che "è sospesa l’efficacia delle norme statali che obbligano o autorizzano organi dello Stato o autorità ad emanare atti aventi ad oggetto l’adeguamento di diritti, contributi o tariffe a carico di persone fisiche o persone giuridiche in relazione al tasso di inflazione ovvero ad altri meccanismi automatici".

Annunci
Commenti

andrea da grosseto

Mar, 03/07/2012 - 09:46

Fermatelo, questo ormai è andato fuori di testa. Questo qui pensa realmente che sta risolvendo i problemi del paese, qualcuno gli consigli di farsi vedere da un bravo psicologo.

flavia colombo

Mar, 03/07/2012 - 09:52

La patrimoniale l'hanno già messa1)sui c/correnti,sui titoli, bolli,transazioni tra poco.I risparmi sudati sono depredati.2)le case 1 e altre sono supertartassate al punto che non si possono più tenere(non si riesce a vendere e si fatica ad affittare)Quello che siè fatto in generazioni di sacrifici e già ampiamente tassato ci viene portato via..con quale diritto lo stato deruba i cittadini?La Camusso dia i soldi,tanti che detengono i sindacati in immobili ed altro e che tutti abbiamo contribuito a versare! Usino quelli,che sono per i lavoratori e la smettano di rubare ai privati.Le casse dei sindacati sono piene!!!!Nessuno fiata!!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 03/07/2012 - 09:50

Un aumento dell'IVA(di per sè tassa iniqua),sarebbe un ulteriore colpo all'economia,un salasso indiscriminato,che colpisce le fasce più deboli. L'unica strada percorribile è una riduzione della spesa pubblica,partendo pesantemente dall'alto in primis,e poi scendendo verso il basso,secondo la logica di "domanda-offerta" che regola il settore PRIVATO. Una cosa però va detta. Mentre nel settore PRIVATO chi viene messo in "mobilità"(diciamo "dismesso"),per esperienza maturata,ha un bacino di opportunità abbastanza vasto(nonostante tutto),chi nella Pubblica Amministrazione,ha mosso scartoffie BUROCRATICHE,o quasi, per anni,non è che sappiafare altre cose,e di certo troverà meno opportunità,nel settore Privato,di un impiegato(per fare un semplice esempio),che si è occupato della gestione delle normali attività di ufficio di una Ditta.Lo stesso,anzi peggio,per eventuali attività manuali. Ecco perchè,senza veti CAMUSSIANI di sorta,ma con proposte INTELLIGENTI,si dovrebbe affrontare il tema.

flavia colombo

Mar, 03/07/2012 - 09:59

La Camusso e gli altri sindacati usino prima i soldi delle casse ricchissime del sindacato.La patrimoniale si!a loro che detengono capitali per che cosa?i sindacati sono come i partiti:sanguisughe!Politici e sindacalisti :uguali Più che danni non hanno combinato.Spero che qualche giornale,spero questo, scoperchi ancora una volta lo schifo che si nasconde sotto il cappello dei sindacati.Smascherateli! di soldi ne hanno presi e ne mangiano un sacco anche loro e poi fanno le "verginelle"!

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 03/07/2012 - 10:05

Mercato asfittico --------> diminuzione della spesa pubblica. Questo Re Mida al contrario sembra farlo apposta a voler distruggere l'Italia. Professoooooooooore lo diceva anche Keynes, in caso di diminuzione della domanda lo stato deve aumentare la propria richiesta di beni e servizi per compensare i minori consumi dei privati. Se proprio non sa come uscirne SI DIMETTA PRIMA DI UCCIDERE UNA INTERA NAZIONE.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 03/07/2012 - 10:06

Chi lo paga per distruggerci ?

Raul Novi

Mar, 03/07/2012 - 10:06

Amici - Nemici! Visto che il Pd può alzare la voce sino a un certo punto, parte la costola comunista ad attaccare Monti: la Cgil. Gente, si può ancora assistere a questa sceneggiate?

malanotteno

Mar, 03/07/2012 - 10:29

#5 unLuca: Se alza le tasse e' un vampiro, se prova a ridurre la spesa citate Keynes (a sproposito, considerando che sono 30 anni che si applica Keynes per arricchire gli amici, ed in compenso il debito e' vicino al punto di non ritorno). Dimenticate che abbiamo l'obbligo del pareggio di bilancio entro il 2013. O si fa una cosa o l'altra. O come e' probabile, si faranno tutte e due insieme.

giovanni951

Mar, 03/07/2012 - 10:33

possibile che ogni volta che si tocca il pubblico impiego i 2 analfabeti e la rompiballe s'incazzano? pensare che sono lro i aggiori responsabili delka sfascio della PA

Giustopeppe

Mar, 03/07/2012 - 10:34

Ne ha fatto di cotte e di crude con i pensionati e gli operai del settore privato. Adesso che si mette mano, era ora, al settore pubblico, apriti cielo. Forza sindacati continuate così, avete distrutto il privato chiedendo dieci lire di aumento per i lavoratori e poi permettevate il rincaro della vita di venti lire e così via fino a portare l’ Italia allo sbando. Adesso c’è da fare qualche ritocco nel settore pubblico, ben venga, ma ancora, perché i sindacati molto più preoccupati qui che nel privato? Semplice, la maggior parte di essi, dipendenti, ha vinto i concorsi con incozzi e favoritismi vari, tanto i soldi, più molti che pochi li paga sempre pantalone; che importa se nel pubblico impiego invece di due persone ne lavorano quattro o più? Beh, devono avvicendarsi in turni per fare la spesa, che diamine (e noi paghiamo, e loro? A si, loro incassano). E non se la prenda tanto Andrea da Grosseto, ben vengano i tagli se per eliminare improduttività e spreco, così pure come nel privato, e stiamo pur certi che la Nazione si risolleverà. Occhio ai sindacati, mirano solo al numero delle tessere perché i finanziamenti dello stato per assistere gratuitamente l’ operaio non bastano più. A proposito, che fine fanno tutti quei soldi compresi quelli “cassa edìle”? Pensaci tu Monti (e la Finanza?), qui sono con te

aliberti

Mar, 03/07/2012 - 10:34

date gli interessi delle caste in gioco (politica, sindacale etc), scommettiamo che la spending review si risolverà in un aumento indiretto delle tasse ai sudditi lasciando intatti i privilegi e i vitalizi?...il governo monti pdpdludc ci ha abituato alle cortine di fumo che si risolvono sempre in una sola parola: TASSE

Giulio42

Mar, 03/07/2012 - 10:46

Apprezzo molto la risolutezza di Monti, sindacati e politicanti sono abituati da anni a tirare per le lunghe qualsiasi decisione. Il culto del parlare e tirare a non fare niente sono le cause della nostra situazione. Non siamo un paese vecchio perchè tutto ciò che non è condizionato dai politici funziona. Siamo un paese in crisi perchè lo è la politica del nostro paese, è gestida da burocrati che non hanno idee e non vogliono vedere come evolve il resto del mondo.

Mefisto

Mar, 03/07/2012 - 11:12

Perchè... l'IMU non è una patrimoniale ? Sindacati... PUAH !

enio rossi

Mar, 03/07/2012 - 11:21

#11 aliberti : mi dispiace molto ma non posso che essere d'accordo con te. Non faranno nulla, come per la riforma del lavoro, solo cose finte per dar fumo negli occhi. Ma la cosa che mi stupisce ancora è pensare che tutta la sinistra, Casini incluso, cercano di accaparrarsi questo penoso personaggio delle Banche e dei poteri di conservazione che pensa di sanare l'economia a forza di tasse. Mi sa che per il popolo era meglio il Berlusca....

Bozzola Paola

Mar, 03/07/2012 - 11:26

Quando si toccano i poveri cristi il sindacato non fa una piega (e parlo di tutti non solo cgil), benzina carissima, percarità; aumento di gas luce , ma chi se frega, aumento del costo della vita e aumento spropositato di tasse , eh va beh!!!. Ma se tocchi gli statali (ma quelli in alto alto)e la casta APRITI CIELO. MONTI se vuole avere dalla sua l'Italia DEVE TAGLIARE I COSTI DEI MINISTERI, QUIRINALE , DELLA CASTA TUTTA AL GRAN COMPLETO. SONO LORO I PARASSITI CHE CI FARANNO MORIRE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!E soprattutto ABOLITE I SINDACATI OGGI 2012 SONO OBSOLETI. sI PAGA PER GENTE CHE PARLA,PARLA,PARLA e non lascia produrre, vuol mantenere chi non fa un c...o e prende lo stipendio lo stesso lavorando in nero e portando via il lavoro ad altri.MA SAPETE QUANTI TURNISTI DI GROSSE AZIENDE E STATALI VARI FANNO UN SECONDO LAVORO IN NERO. INFORMATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

ilPavo

Mar, 03/07/2012 - 11:45

I sindacati stanno facendo vedere il meglio del loro peggio. E' già assurdo che ci siano due trattamenti contrattuali diversi tra settore privato e pubblico, ma ancora peggio è vedere i sindacati difendere l'indifendibile puntando il dito verso tutti gli altri. Loro sono parte integrante della casta e partecipano allo sperpero di risorse utilizzabili per fini più meritori.

ilPavo

Mar, 03/07/2012 - 11:50

Se partiti e sindacati non avessero finanziamenti, ma dovessero guadagnarsi le donazioni e i contributi convincendo la gente, con i fatti e non con le chiacchere, facendo politica sul territorio saremmo liberi in un attimo da questi parassiti fannulloni e filosofi da bar

wotan58

Mar, 03/07/2012 - 12:00

Keynes diceva che il Pil poteva crescere "anche" tramite incremento della spesa pubblica, se i consumi sono insufficienti. Ma, la spesa pubblica è sostanzialmente data da costi di gestione+ investimenti, e, senza scomodare Keynes, è evidente che se voglio crescere e posso spendere 100 in tutto, perché me lo impone la situazione di conti pubblici devo NECESSARIAMENTE tagliare le spese correnti (improduttive) per aumentare gli investimenti. Tagliare le spese correnti, cominciando dalla burocrazia a partire dalla pletora degli enti locali, costosi e dannosi, oltre tutto renderebbe molto più facile investire anche per i privati. Si cita a sproposito Keynes per giustificare ruberie, gli sprechi pubblici ed apparati burocratici degni della Romania di Ceausescu. Ma Monti, che inizialmente aveva in mente ben altro, deve rendere conto alla maggioranza che lo sostiene. I nipotini dei cattocomunisti che hanno fatto dell'Italia l'unico caso di socialismo reale dell'occidente.

rokko

Mar, 03/07/2012 - 11:59

#5 unLuca, penso che lei sia l'unico al mondo a pensare che l'Italia, che già ha una spesa pubblica pari al 54% del PIL (a livelli stratosferici, per capirci), debba incrementare la stessa. Lei si comporta esattamente come quello che entra contromano in autostrada e, pensa che siano tutti gli altr ad essere entrati contromano. Rifletta un minimo prima di scrivere fesserie.

onurb

Mar, 03/07/2012 - 12:15

Sono curioso di vedere se Monti manterrà la parola e andrà avanti per la propria strada oppure farà retromarcia come ha già fatto sull'art. 18. Quello che sta avvenendo in Italia assomiglia molto al gioco del cerino: qualcuno alla fine si scotta. In questo caso è meglio che si scottino tutti quelli che hanno goduto dei benefici concessi alla casta di appartenenza, sindacalisti inclusi. In questo modo si salverà il resto dell'Italia.

mabebo

Mar, 03/07/2012 - 12:17

i sindacati italiani sono bravissimi a parlare e difendere i soliti dipendenti pubblici fregandosene del 45% di lavoratori che non hanno tutele. Vorrei sapere quali sono le retribuzioni dei dirigenti sindacali e i privilegi della loro casta, inoltre sarei curioso di conoscere se pagano l'Imu sul patrimonio immobiliare di circa 2mld di euro e con quali soldi ne sono venuti in possesso(spero non con i soldi dei lavoratori o con contributi statali)

roby55

Mar, 03/07/2012 - 12:24

Se in tutti gli uffici degli stabili della Pubblica Amministrazione facessero la guerra agli sprechi di luce, telefono, acqua, gas, sarebbe una prima iniziativa per educare civicamente chi ci lavora dentro. Senza un cambiamento di mentalità saremo punto da capo.

Max Muccini

Mar, 03/07/2012 - 12:22

Voglio ribadire un concetto Germania 80 Milioni di abitanti ,diepnedenti pubblici il 2%-.Italia 60 Milioni di abitanti ,6% di dipendenti pubblici.TAgliamo il 4%,semplice no?

rokko

Mar, 03/07/2012 - 12:36

Speriamo che Monti prosegua per la sua strada incurante di sindacati, ministeri e partiti. La Camusso secondo me si è bevuta un cicchetto: l'IMU non è forse una patrimoniale ?

aldogam

Mar, 03/07/2012 - 12:44

Perchè individui profondamente ignoranti in termini di economia, come la Camusso e gli altri mantenuti sindacali, devono avere la pretesa di discuterne e di condizionare le politiche relative? La Camusso invoca la patrimoniale anzichè la riduzione delle enormi spese ingiustificate, che continuerebbero a correre nel tempo. Allora, le chiedo, quante patrimoniali all'anno si dovrenno fare per coprire le suddette spese?

niklaus

Mar, 03/07/2012 - 12:37

#18 wotan58: L'analisi del Keynes si applica al controllo di un sistema in stati non lontani dall'equilibrio. Da noi siamo invece nel caos. Il numero dei dipendenti statali e' cosi' alto che gli stipendi si mangiano tutto il disponibile cosi' che siamo arrivati al paradosso che tutta questa gente non ha fondi per lavorare decentemente e, in barba al loro numero, non produce niente. Ma se Monti tirasse le conseguenze finirebbe lapidato.

silvio frappa

Mar, 03/07/2012 - 12:37

I ministeri rappresentano solo una frazione dello spreco statale. Il 90% dello spreco stà nelle decine di migliaia di municipalizzate, ed enti intuli, e spezzettamenti di uno stato che è ormai un gigante immobilizzato dall'inefficenza. E' disonesto far credere che lo spreco siano i ministeri, quando solo i consiglieri delle municipalizzate, 10.000 soc con almeno 12 consiglieri cadauna a oltre 100.000 euro annui per ciscuno di loro, ci costano oltre 12 miliardi per organismi non necessari per legge e non utili nei fatti. E questo è solo uno delle centinaia di esempi di spreco che scientificamente sono stati costruiti in italia, per decenni, ad opera delle bestie della politica. Monti è un servo della poliitca che lo sostiene/comanda e non toglie l'osso di bocca alla maledetta vecchia politica.

agostino.vaccara

Mar, 03/07/2012 - 12:40

La signora camusso invoca una patrimoniale. Ma se non paga neanche l'imu sugli immobili di proprietà della cgil come potrebbe accettare una patrimoniale su tutte le loro proprietà ???Ovviamente la patrimoniale di cui parla dovrebbero pagarla "gli altri" i "nemici" cioè le imprese, quelle che danno posti di lavoro !!! Io proporrei a Monti di affidare a Bondi, che si sa è uno che non scherza su certe cose, il compito di verificare le varie situazioni patrimonili dei vari sindacati italiani e di far loro pagare "il giusto". Poi, dopo che i sindacati avranno pagato il giusto sui loro patrimoni, allora sì che avrebbero il diritto di parlare, ma non prima!!! Tra l'altro incaricherei la magistratura, quella seria, quella non schierata politicamente, di verificare il danno fatto dalla cgil con questo suo "vezzo" dello sciopero generale e se ci siano gli estremi per un'azione penale per danni alla nazione in periodo di grave crisi!!! Andando in galera, non potrebbero fare ulteriori danni!!!!

juventus

Mar, 03/07/2012 - 12:39

I Tagli Al Settore Pubblico Deve Essere Da Mannaia. Dal Finanziamento Ai Partiti Alle Auto Blu Agli Enti Super Inutili Alle Aziende Che Producono Solo Debiti Ecc Ecc Ecc Ecc .

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 03/07/2012 - 12:46

I "ministeri" nonché i "sindacati" non sono stati eletti da nessuno, tantomeno per per governare. Il loro dovere è obbedire al Governo. Ogni ricatto deve essere punito dalla Magistratura. Purtroppo molti parassiti, comunisti travestiti da giudice, perseguitano i Magistrati onesti. E soprattutto il primo magistrato, Napolitano, parteggia per i parassiti che lo hanno eletto.

umberto0821

Mar, 03/07/2012 - 12:49

Quando iniziai a navigare, 46 anni fà, a bordo eravamo in circa 30. Col passare degli anni, gli Equipaggi si sono, man mano, assottigliati, sino a ridursi, su una Nave da 250.000 tonn. in 18 membri in tutto. Eppure, non per questo, man mano che gli Equipaggi, appunto, si assottigliavano, le Navi NON caricavano o NON scaricavano; NON attraccavano o NON partivano. NON capisco, perchè, se in un ufficio pubblico possano essere sufficienti 3 impiegati, per fare lo stesso lavoro, ci si debba impiegare UN NUMERO SEMPRE PIU' ALTO, per lo stesso lavoro. NON ricordo di Armatori che siano falliti, diminuendo il personale di bordo. Come mai, invece, gli uffici pubblici debbano PULLULARE di impiegati? Chi paga questi ultimi? Gli Armatori, PRIVATI, pagavano i loro Equipaggi. GLI STATALI IN SOVRANNUMERO, CHI LI PAGA? I sindacati? I partiti? O chi? Non mi direte, mica, che li paga.... PANTALONE!!!! NO, VERO??????????

andrea da grosseto

Mar, 03/07/2012 - 12:51

Malanotteno il punto è proprio questo, o si fa una cosa o l'altra. Non tutte e due, a meno che non si voglia distruggere una nazione. Un governo può legittimamente puntare sullo stato sociale, alzando le tasse che servono proprio per pagare i servizi (io personalmente non sono d'accordo, ma è un mio parere) oppure al contrario uno stato liberale abbatte le tasse e conseguentemente riorganizza lo stato sociale (e io sono completamente d'accordo con questa visione liberale). Aumentare le tasse e insieme tagliare lo stato sociale è da pazzi irresponsabili. O da incompetenti. A che mi serve essere massacrato di tasse, che me ne faccio dell'inutile scudo salva spread se poi mi vedo togliere anche i servizi?

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 03/07/2012 - 12:51

Ai bighelloni dei ministeri si aggiungono i sindacati.Gli uni abituati afancappio e auto blu, gli altri a riscaldare sedie in attesa di scendere in piazza.Spero se dovessi rinascere in questa Italia , sia libera da cerrti parassiti, estra com, e sindacati.

mariorossi98

Mar, 03/07/2012 - 12:52

le solite chiacchiere

gulliver

Mar, 03/07/2012 - 12:49

Ma non è forse uno spreco pagare cifre di stipendi milionari ai dipendenti dello Stato a partire dal Presidente della Repubblica? E che dire degli stipendi dei Ministri, Deputati, Senatori, Senatori a vita, Direttori generali, presidenti inutili dappertutto, magistrati-marescialli, di molti di quelli che appaiono nella fotografia, specialmente dei sindacalisti etc. etc...? Caro Prof. Monti perchè non comincia da codesti illustri scansafatiche mandandoli in pensione al minimo di stipendio? Perchè non prende ad esempio, per le retribuzioni di codesti sfaccendati, il sistema che vige negli Stati Uniti? O si deve cambiare la Costituzione? Se si, aggiorniamola subito e scriviamone una al passo dei tempi. O la Costituzione è considerata una mammasantissima?

ntn59

Mar, 03/07/2012 - 12:56

I grandi sprechi, in Italia, sono i miliardi di euro spesi in strutture che non saranno mai aperte e resteranno a marcire negli anni come mostri di cemento (strade, ponti, ospedali, basta guardare striscia la notizia). Il signor Mario Monti non dice nulla di questi sprechi, perchè a guadagnarci sono i costruttori e gli speculatori della casta che lo hanno voluto al governo. I tagli, quindi, colpiranno i soliti noti: lavoratori, ammalati, poveri e disperati vari. Voglio una primavera italiana e il ritorno della democrazia.

andrea da grosseto

Mar, 03/07/2012 - 12:59

Il problema è Monti, solo e soltanto lui. E chi lo appoggia, ovviamente. Lui ha trasformato una crisi finanziaria in una vera e propria crisi economica. Lui sta distruggendo questo paese. Se continua a governare non ce la faremo più a risollevarci.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mar, 03/07/2012 - 13:08

TUTTI, devono fare CURA DIMAGRANTE, a cominciare da tutta la Pubblica Amministrazione ed anche dai Sindacati. TUTTE "VACCHE GRASSE" (I vari "STATI" ITALIANI nello STATO)che non intendono sottomettersi alla "CURA" ed in maniche di camicia e senza cravatta andare FINALMENTE a lavorare seriamente documentando ogni giorno il lavoro svolto e PRODUTTIVO. Sicuramente l' ostacolo è notevole e non si tratta di mettere le mani nelle tasche del Popolo come sempre avviene e senza grande rumore. Ed in appresso non sarebbe male colpire anche tutte le caste dai grandi redditi ed anche patrimoniali.

Ritratto di gino5730

gino5730

Mar, 03/07/2012 - 13:29

Che ne dice il prof.Monti di ,quanto meno,dimezzare i pazzeschi e immeritati stipendi dei capoccioni di Stato,di di politici ( o finti tali) Dal Capo dello Stato all'ultimo assessore di un piccolo paese,di eliminare consulenti vari ,può essere che con questa pletora di dirigenti vari e superpagati ci sia bisogno di consulenti esterni. E,vista la crisi nera perchè non risparmiamo il mantenimento a pensione completa di migliaia di immigrati e li rimandiamo a casa loro e,dulcis in fundo, far rientrare i nostri soldati in missione di pace?

canova.emilio

Mar, 03/07/2012 - 13:21

I patrimoni sui quali la Camusso vorrebbe far pagare la patrimoniale per due terzi se ne sono già andati altrove, nei paradisi fiscali o in luoghi più sicuri dell'Italia, gli altri patrimoni ,quelli degli "amici degli amici", gli sponsor della sinistra intendo, quelli guai a toccarli altrimenti, i tenutari smettono di essere sponsor e anch'essi trasferiscono tutto il possibile da altre parti. E allora? Io suggerirei di svuotare le casse dei partiti politici e dei sindacati di quei quattrini che, anzichè essere utilizzati per il bene del Paese, sono finiti sui loro conti correnti con le più impensabili motivazioni.

Wolf 49

Mar, 03/07/2012 - 13:33

Quante centinaia di milioni possiede la cgil?? Cominciamo da lì!!!

CONDOR

Mar, 03/07/2012 - 13:57

Che Nazione Del Caxxo!!! Ci Vorrebbero I Carri Armati Per Cambiare Qualche Cosa!!

igiulp

Mar, 03/07/2012 - 13:56

Finalmente anche Bersanoff si accorge che esiste il prezzo del costo della siringa che "da qualche parte" si paga "x" e da "qualche altra" si paga "y". Ma che bravo. Dov 'era lui quando ostacolava tutto ciò che di federalista veniva proposto ? E' proprio vero che certi individui hanno la faccia sul c...lo !

cavecanem

Mar, 03/07/2012 - 14:07

Ovviamente e' piu' facile tassare i poveracci...i tagli a loro non fan comodo. Si sarebbe dovuto cominciare da li.

bobsg

Mar, 03/07/2012 - 14:13

I sindacati hanno rovinato l'Italia, fatto sparire la grossa impresa. Insieme alla giustizia sono il cancro del paese. Costano e basta, guadagnano montagne di soldi e non pagano tasse, licenziano come e quando vogliono in base a criteri del tutto soggettivi poiché immuni dallo statuto dei lavoratori.

Ritratto di josephgrease

josephgrease

Mar, 03/07/2012 - 14:21

Mi veniva in mente un'idea. forse sbagliata, ma vorrei che qualcuno la commentasse per favore. Visto che i comuni e le provincie sono gli enti che bene o male mandano avanti i servizi e hanno un compito gravoso, son d'accordo ad accorparle e dare loro più potere decisionale. Ma a questo punto che ci stanno a fare le Regioni? E questo è il mio pensiero.... eliminiamole e diamo pure l'assistenza sanitaria al potere centrale, dove si deciderà per gli acquisti con un referente unico dove servizi medicine e manutenzioni varie avranno un solo referente a un prezzo per tutta l'Italia. Penso male? Grazie.

fossog

Mar, 03/07/2012 - 14:32

Veti dei ministeri ? anche se disonesto è solo il veto di una minima frazione dello spreco pubblico. Il 90% dello spreco stà nelle regioni e province e comuni. Stà nello spezzettamento dello stato che per decenni ha creato poltrone inutili e inefficenza, lo spreco è nelle centinaia di enti inutili, in quel milione trecentomila zecche che vivono di sola politica. I soli consiglieri delle municiplizzate sono ben oltre 120mila e costano ogni anno oltre 12 miliardi per una carica non prevista per legge, e non utile. Ecco dove è il grosso del malloppo dello spreco politico/statale, lo spreco che Monti fà finta di non vedere dimostrando così che i partiti che lo sostengono in parlamento lo tengono anche a catena stretta, impedendogli di fare le cose necessarie. Ecco Chi, alle prox elezioni, dovremo cancellare dal panorama politico.

curatola

Mar, 03/07/2012 - 14:59

rivedere i capitoli di spesa significa licenziare solo perché il bilancio della pa é quasi tutto fatto di stipendi e neppure bassi. Questa gente vive con i soldi della gente destinati ai servizi necessari che dovrebbero essere erogati senza lucro e a prezzo di costo. Non sono bisogni voluttuari ma tariffe e imposte obbligatorie. Bisogna riformare la pa privatizzandola con imprese noprofit che lavorano in concorrenza e su concessione a termine. Lo stato deve controllare e non gestire. Nessuno riconoscerà lo spreco ma la priorità fra le voci si,su questa si deve spendere a capacità finita (non come ragionano i comunisti) altrimenti addio parità di bilancio. Quanto agli esodati la loro furbizia non é un diritto.

malanotteno

Mar, 03/07/2012 - 14:54

#32 andrea da grosseto: ragionamento condivisibile il suo. Ma non in un paese che ha quasi 2000 miliardi di debito pubblico. Tale debito ci costringe a chiedere garanzie esterne dai partners UE. Tali partner vogliono in cambio garanzie su pareggio di bilancio. Che si traducono in 1) tagli (che mirano a risolvere il problemi strutturale di spendere meno) e tasse (che risolvono il problema in modo rapido, ma provvisorio, aumentando le entrate). Nessuna politica che porti a contrarre la spesa pubblica di un 5-6% (se non erro) del PIL puo' essere priva di effetti recessivi, ne indolore per lo stato sociale, ne veloce nel risolvere il problema. Paghiamo il conto di almeno 30 anni (prima di Craxi nel 1983 avevamo un debito al 60% del PIL) di spesa pubblica fuori controllo. Come potrebbe non essere salato?

Quintiliano Maria

Mar, 03/07/2012 - 14:57

Ancora tagli, ancora tasse, ancora questi governanti ladri e disonesti, ci stanno portando a non poterne piu' , come si puo' lavorare con tutte queste tasse, come si puo vivere onestamente in questo modo, il signor Monti ha proprio un bel coraggio a parlare di sviluppo e crescita, deve essere proprio ignorante se non capisce che non si puo' piu' andare avanti, ci manca poco che tasseranno l'aria che respiriamo a metro cubo, come il gas, io la toglierei a loro l'aria, mi vergogno di essere italiana......

antonin9421

Mar, 03/07/2012 - 15:02

Siamo sempre alle solite. Non si va da nessuna parte.

Random64

Mar, 03/07/2012 - 15:07

ecco incominciamo a tagliare sui rom, sugli immigrati e sulle prebende a caritas, opera nomadi, e sant'egidio

giuseppe.galiano

Mar, 03/07/2012 - 15:09

Il bordello sta succedendo e succederà non tanto perché fa paura la spending comecazzosichiama, ma perchè tutti siamo convinti che a pagare saranno solo e soltanto i fessi. Salomone, quello del bambino da tagliare metà, non era italiano, era una cosa seria..

Random64

Mar, 03/07/2012 - 15:11

#45 bobsg (281) -esatto, e sono sopratututto i pappoapparati come Cgil, e magistratura ad avere l'ecamotage al loro interno..per non essere paralizzati come loro fanno verso chi intendono colpire..proprio in ciò che è protetto nei loro statuti...

Marzia Italiana

Mar, 03/07/2012 - 15:15

E' giusto che il governo sia forte e non ceda alle pressioni di nessuno. Tanto e' un governo che non e' stato eletto democraticamente, quindi al diavolo la democrazia! A mali estremi, estremi rimedi. Bisognerebbe pero' eliminare le mele marce: incompetenti e ladri che pullulano nel settore pubblico, altrimenti saranno solo i cittadini a soffrire x questi tagli. I famosi fannulloni di cui parlava Brunetta; quelli che occupano posti dirigenziali senza averne le qualifiche e le competenze (e ce ne sono a bizzeffa!) devono essere eliminati dalla pubblica amministrazione. Questo deve essere il criterio di eliminazione, perché se eliminiamo i validi e ci teniamo i ladri, signori miei, andremo a fondo ancor + rapidamente! Si deve fare una cernita, chi sbaglia paga! Ed e' così che si creera' lavoro x le nuove leve, ed e' cosi' che funziona il sistema della meritocrazia.

anna rossetti

Mar, 03/07/2012 - 15:20

Taglieranno il 10% del personale di ruolo nello Stato, e solo il 20% dei consulenti.... vergogna.... peccato che io sono dipendente di ruolo con concorso vinto senza alcuna raccomandazione e lo stipendio è di 1300 euro al mese, con laurea in giurisprudenza badate bene, mentre in consulente nell'altra stanza, con laurea in sociologia, senza concorso e con pari mansioni guadagna 4000 euro al mese....la vergogna dell'Italia soo state e continuano ad essere la casta, le raccomandazioni e i sindacati, che, ahimè, proteggono come al solito cchi nello Stato non lavora

Giovanni da Udine

Mar, 03/07/2012 - 15:48

Spostiamo tutti i Ministeri da Roma e mandiamo i romani a lavorare. Non dimentichiamo che i dipendenti dei Ministeri sono al 99% romani. Un privilegio per Roma che l'Italia non può più permettersi in termini di efficienza, produttività e serietà. Se Ministeri e segreterie dei Ministri sono infarcite di dipendenti e funzionari romani, quale credete sia la forma mentis e l'andazzo degli stessi ? Ovviamente "alla romana". A qualcuno del Nord è capitato, come a me, di recarsi abitualmente a Roma per lavoro, frequentando Ministeri deserti con corridoi infiniti che danno su stanze vuote dove chiunque (se non fosse per le telecamere) potrebbe portarsi via qualsiasi cosa ? Dirò di più: partendo in aereo dal nord e arrivando a Roma attorno alle 8, a quanti capita di dover attendere le 10 del mattino prima di trovare "qualcuno" in molti uffici pubblici perché, si sa, a Roma si va in ufficio tardi, si viene via presto e soprattutto non si fa una benedetta mazza.

pittariso

Mar, 03/07/2012 - 16:10

# 56 anna rossetti. Ma allora nello Stato c'é chi non lavora ! Allora bisogna licenziarlo !

disalvod

Mar, 03/07/2012 - 16:03

Visto Che L'italia E' Ingovernabile Perche' Non Creare Un Governo Centrale Europeo Che Possa Governare A Livello Europeo Tutti Gli Stati Allo Stesso Modo?a Questo Punto Tutti Gli Stati Europei Dovrebbero Avere In Tutto E Per Tutto Gli Stessi Doveri E Gli Stessi Diritti.

clairaut

Mar, 03/07/2012 - 16:10

GIORNALISTI (CC. Prof. MONTI ed affini): spending review..... ...ma siamo italiani......e parlate italiano!!!!...non siamo una nazione di serie B, abbiamo una lingua bellissima ed espressiva da usare. Allora dite e scrivete: REVISIONE DELLA SPESA

Roberto Casnati

Mar, 03/07/2012 - 16:25

Come già in altre occasioni ribadisco che i sindacati italiani, infarciti di ideologie piuttosto che di idee, sono portati ad esempio di stupidità sindacale in tutto il mondo. Siamo a livello di chi si taglia gli attributi per far dispetto alla moglie. I sindacati taliani non hanno ancora capito che più si oppongono a provvedimenti ineluttabili, più proclamano scioperi, più "tirano a campare" più alto sarà il prezzo da pagare. Il sindacalismo italiano ha fatto della stupidità una bandiera, una virtù ed, in qualche caso, una scienza. E passi se l'Italia fosse il primo ed unico paese a dover affrontare le difficoltà, ma no abbiamo chiaro e lampante davanti a noi l'esempio della Grecia per la quale servivano all'inizio della crisi solo pochi tagli ed un "soccorso" globale di 130 mld; l'opposizione dei sindacati e gli scioperi generali hanno portato la situazione allo stato attuale con un paese commissariato e bloccato. Bello no? Camusso ma mi faccia il piacere!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 03/07/2012 - 16:28

Non riusciranno a far dimettere un solo, NEMMENO UN dipendente pubblico, e questo lo sanno troppo bene tutti. Al massimo riusciranno a far accettare un trasferimento (a pari retribuzione o maggiore) oppure un prepensionamento (al 90% del reddito per il numero di anni anticipati). NESSUN RISULTATO in termini di spesa. Chi immagina scenari diversi evidentemente crede di trovarsi in un altro stato e non in Italia. Solo sui materiali si può, forse, risparmiare nel pubblico, ma la resistenza di lobbies e trafficanti sarà terribile. Ma sui dipendenti non si risparmia niente. Mai.

ilbarzo

Mar, 03/07/2012 - 16:23

Quanta muffa vedo, seduta a quel tavolo.

maninthestorm

Mar, 03/07/2012 - 16:32

Sembra Impossibile Che Il Nostro Paese Sia Ridotto In Queste Condizioni, Sottoposto Ad Un Regime Dittatoriale Dettato Da Una Economia Occulta E Priva Di Ogni Buon Intento. Ormai, Come In Ogni Incubo Che Si Rispetti, Siamo Qui' A Ricordare I Bei Tempi, La Dolce Vita, Governanti Come Craxi O Andreotti, Che Hanno Si Fatto Senza Dubbio I Pripri Interessi, Ma Hanno Sempre Lasciato Al Popolo La Sovranita' Che Gli Spetta, Esuli Da Carbonari Trattati Di Lispona, Gruppi Aspen, E Bildenbergh Vari. Io Amo Il Mio Paese E Vederlo Morire Per Mano Di Un Burattino Impazzito, Mi Strappa L'anima. Questo E' L'ultimo Passo Prima Dell'abisso, Uno Stampino Reiterato Del Disastro Greco, Spagnolo E Tra Un Po Irlandese, Che Portera' Questa Bizzarra Unione Di Stati, Un Tempo Floridi, A Morire Sacrificati Da Un Banchiere Hitleriano. Addio Italia..............

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 03/07/2012 - 16:33

x57 giovanni da udine-Caro Lei , non credo che sia mai stato a Roma.I dipendenti statali sono tutti i raccomandati dalle province e regioni italiane.Io come romano sono piu di 50 anni che mi incacchio per questo andirivieni. Gli impiegati del ministero eguale quale, sono a maggioranza terroni, poi vengono i polentoni come lei.Le voglio ricordare che con la cassa del mezzogiorno hanno approfittato le regioni insulari e meridionali ,a maggioranzasiciliani. COn cio si e riempita Roma di mafiosi. POI Le ricordo casomai e giovane le dico,che il veneto era una provincia di morti di fame ed emigrati.La differenza e che i soldi li hanno investiti bene in confronto ai meridionali.Se le va all estero trova , siciliani, calabresi , sardi, pugliesi, ma del grande nord voi siete la maggioranza di ex emigrati. Quindi io come Romano le dico Lei ha ragione , ma non dica I Romani,perche anche noi siamo vittime, di c.glioni che vengono da ogni angolo dÍtalia. Quindi ponderi le sue parole.Un romano

gary52

Mar, 03/07/2012 - 16:42

Spero davvero che si chiudano i "tribunaletti" dove la giustizia veniva gestita tra bar, cucina e salottino, dove nessun giudice avrebbe osato contraddire anche il più stupido PM... dove le cene di lavoro erano il posto per decidere chi condannare, magari torturato, dove gli avvocati più "mafiosetti" si accordavano con i magistratucoli fannulloni! Se passa questo provvedimento, oltre a portare nella gloria Mario Monti, dovrò urlare all'Italia interam che DIO C'E'!

Maria Rosa

Mar, 03/07/2012 - 16:57

P.A. e Sindacati la rovina dell'Italia dagli anni '60. Ma andate a raccogliere pomodori che è meglio

ilcastano

Mar, 03/07/2012 - 17:03

#66 gary52... finalmente qualcuno che la pensa come me... le sezioni distaccate dei tibunali sono quel che resta della vecchia avvocatura e della vecchia magistratura... un connubio di interessi spesso gestito "alla bell'e meglio" che tanto male ha fatto alla nostra giustizia. Non credo che avranno il coraggio o la possibilità di arrivare FINO IN FONDO, ma ci spero... La casta, soprattutto quella dei magistrati, si abbatte anche oartendo da questo..

primula

Mar, 03/07/2012 - 17:08

a parte la mia fissa per i comuni di 500 abitanti e le comunità montane vista mare, a gennaio sono andata a rinnovare la mia patente e dovendo fare la visita medica, mi sono imbattuta in uno studio della motorizzazione con 5 medici seduti in fila, quasi tutte donne con capelli al vento, un'infermiera che mi indicava le lettere da leggere sul tabellone e un'altra infermiera che riferiva le mie risposte, alle dottoresse, Terminata la visita il giorno dopo sono andata in un altro edificio per ritirare la patente, era un locale bellissimo grandissimo, con tanti sportelli , per auto,camion,moto ecc. bene dietro al bancone una ventina di impiegati, e logicamente dietro capo il vice capo, e al di quà del bancone circa 4-5- io compresa - utenti............in pratica più di 15 impiegati che non sapevano che fare, bighellonavano da un compiuter all'altro semispenti e questo per le tre volte che sono dOvuta andare, quindi la normalità, altro che sforbiciata....LA MANNAIA....................

gallarate

Mar, 03/07/2012 - 17:07

innanzi tutto voi del giornale vi dovete dare una calmata come tutti i giornali in italia- a novembre Monti il giorno 19 andò al quirinale e fece firmare a napolitano la trasformazione delle lire giacenti nelle banche in euro perchè l'ITALIA ERA FALLITA.sono serviti per pagare stipendi e tredicesima agli statali NULLAFACENTI.VOI dovete cambiare tono perchè i partiti la stampa le regioni le province i comuni AVEVANO FATTO FALLIRE L'ITALIA. CAPITO????????????????????????????????????

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 03/07/2012 - 17:14

Ora che lo "SPREAD" si è calmato va di moda l'altra parola magica "SPENDING REVIEW" !! mentre si ignora l'unica parola che può rendere il nord libero "INDEPENDENCE " !!

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mar, 03/07/2012 - 17:22

E’ la dimostrazione che l’Italia è sempre stata acerba per la democrazia, ma sempre matura per una dittatura.

UNGHIANERA

Mar, 03/07/2012 - 17:28

X MARFORIO...Scusi se mi intrometto nel suo discorso con il signore di Udine,in parte Lei ha ragione,e parlo della questione dei migranti meridionali e quelli veneti,o piemontesi piuttosto che liguri o di altre regioni del nord!Come,trovo veritiera una parte della sua spiegazione sulla questione dei raccomandati che entrano nei luoghi pubblici! Tuttavia,devo rettificare sulla questione dei raccomandati"romani de Roma!"Lei pone la questione come se i romani a"casa loro"fossero persone senza conto,evacuati,non mi risulta!Mia figlia ha studiato e lavorato a Roma per 2 anni,e si è pure trovata un fidanzato indigeno,ha fatto dei concorsi per la sua professione,ma,la storia che mi ha raccontato lei è molto diversa dalla sua!Risulta che la maggior parte degli impiegati negli uffici pubblici di Roma sia composta da romani,ci sono anche parecchi importati da regioni come Campania,Sicilia,Calabria,ma la prevalenza è romana!Veneti,friulani,ecc.sono mosche bianche!

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 03/07/2012 - 17:30

Stretta ..................... di mano !

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 03/07/2012 - 17:30

Mal che vada alzerà le tasse ............................

il veniero

Mar, 03/07/2012 - 17:39

ma è possibile che ci sia gente che non capisce che non possiamo + permetterci 3400000 dip. pubblici?Perchè gli altri devono soccombere alla crisi,lavorare per poco , non avere sicurezze ...e gli statali NO?Che maledizione è?

ferna

Mar, 03/07/2012 - 17:49

basta con questi sindacati a protezione dei soliti fannulloni e lavativi sia nel privato e maggiormente nel pubblico impiego, quest'ultima categoria formata da tanti incompetenti e raccomandati. Tanto questa revisione della PA è stata richiesta dall'Europa e visto che convergiamo verso una unione politica, bisogna pur adeguarsi alle regole dettate anche ad altri Stati per snellimento del carrozzone pubblico impiego e Stato ( compreso in primis i parlamentari e consiglieri regionali e comunali, province ed enti inutili, dirigenti di partito e sindacali etc)

IlGrilloParlante9

Mar, 03/07/2012 - 17:42

#72 Rosella Meneghini - Hai perfettamente ragione io lo dico dagli anni '80. Solo un passaggio dittatoriale può consentire una modifica della Costituzione che è obsoleta e blocca l'Italia. C'è un vuoto di potere che dura da troppi anni, un presidente della Repubblica che non ha poteri, eccetto quando fa fuori un governo legittimo per insediarne un altro di suo gradimento. Un presidente del consiglio che viene bloccato e non può governare neanche un gregge di pecore! Ma dove vogliamo andare conciati in questa maniera!

Giovanni da Udine

Mar, 03/07/2012 - 17:53

Egragio marforio, purtroppo per Lei frequento sia pur malvolentieri in quanto per motivi di lavoro gli ambienti di cui sopra e, pur non avendo ovviamente chiesto la carta d'dentità ad alcun impiegato o funzionario di Ministeri o di altri Enti con sede a Roma, nel parlare l'accento è inequivocabilmente romano nel 99 per cento dei casi. Ovviamente non posso escludere che qualcuno millanti un accento diverso dal suo originario, ma la cosa sarebbe alquanto strana. A maggior ragione, se fosse come dice Lei che la popolazione impiegatizia di Ministeri ed Enti vari non fosse a stragrande maggioranza romana, non si vede il perchè di una strenua difesa ad oltranza di quelle centinaia di posti di lavoro statali di cui deve, per grazia ricevuta, beneficiare Roma. Ovviamente alla luce del parassitismo sul quale, credo, non vi sono dubbi. (P.S.: Lei trova qualcuno negli uffici pubblici di Roma prima delle 10 o nelle opere di spesa o pausa caffè ?)

futuro libero

Mar, 03/07/2012 - 18:43

Mi hanno sempre insegnato che il governo tecnico viene chiamato solo per fare leggi che nessuno per tornaconto potrebbe fare. Alllora io dico a monti che è giustissimo ascoltare tutti ma poi la legge deve essere fatta per salvare il paese non il partito o il sindacato. La PA è alle stelle perchè partiti come PCI DC hanno assunto a piene mani solo per i voti, oggi abbiamo gli stessi problemi di allora bersani vendola e tutti gli altri pur di avere voti promettono mari e monti, ma non è giusto che a pagarne le spese siano solo i non statali. Siamo tutti lavoratori perciò dovremmo essere tutti uguali. Con chi si lamenta perchè da anni il loro stipendio è stato congelato vorrei far notare che gli statali non lavorano 8 ore al giorno ma la maggior parte solo 6 ma lo stipendio è come se lavorassero 8 ore. Anche la mia pensione posso dire che è congelata, anzi a dire la verità ogni anno diminuisce per le tasse comunali provinciali statali.

MEFEL68

Mar, 03/07/2012 - 18:51

Siamo alle solite. Monti è abilissimo e tempestivo a tagliare (lui dice spending review, ma in italiano sono tagli), altro non sa fare. Però, la sua abilità si manifesta solo con i più deboli. Laddove non ha tagliato ha supplito con i rincari a tappeto. Solo la Casta e gli altri notabili non sono stati sfiorati dal furore bocconiano. Questo è l'unico motivo per cui quasi tutti i partiti, dal PDL al PD, ritengono Monti insostituibile. Popolo, SVEGLIA!!!

futuro libero

Mar, 03/07/2012 - 18:55

Monti deve battere i pugni come ha fatto con la merkel. Basta tasse è ora di tagli veri, e se ai partiti non piacciono monti le deve fare ugualmente, e trasmettere in TV le scelte di voto dei nostri parassiti parlamentari.

papeppe

Mar, 03/07/2012 - 18:58

E' sempre più vero che la maggiore minaccia al lavoro ed ai lavoratori viene dal sindacato. Mettere un'altra patrimoniale? non è una bestemmia è una certezza di futura disoccupazione! Portare i capitali all'estero è legale ( basta dimostrare che il capitale è stato acquisito in modo legale) e siccome non tutti gli Italiani sono dei " patrioti" molti di loro, forniti di capitali consistenti porteranno i loro soldi dove la patrimoniale non esiste. Visto che si trovano porteranno anche la loro residenza in una nazione dove la tassazione è favorevole e perché no? investiranno i loro capitali dove risiedono. Sindacalisti sveglia ! il lavoro lo crea l'imprenditore a cui è data la possibilità di accedere al credito. Niente soldi niente lavoro.

laura

Mar, 03/07/2012 - 19:05

Solo tagli, dicono i sindacati. E solo tagli devono essere. Per i sindacati vanno bene "SOLO TASSE", vero??? VERGOGNA!!! Non rappresentano nemmeno la maggioranza dei lavoratori. E' ora di finirla con la "dittatura" e lo strapotere dei sindacati. Sono la rovina del paese e ne impediscono la modernizzazione . Se l'Italia e' rimasta indietro e non e' competitiva, una grossa fetta di colpa ce l'ha proprio il sindacato e quel pezzo di carta obsoleto che si chiama costituzione e che qualcuno, con le fette di prosciutto su occhi ed orecchie, considera un dogma.

Ruy Diaz

Mar, 03/07/2012 - 19:06

L'Italia ha il record mondiale di pubblici impiegati, e il record stellare degli sprechi della Pubblica Amministrazione e della inefficienza della stessa, nella qualità dei servizi. Ma va tutto bene lo stesso, Madama la Marchesa... Metteranno una nuova IMU sulle scarpe e le ciabatte!

Ermengardas

Mar, 03/07/2012 - 19:13

Mi sa tanto di mossa propagandistica...... i soli tagli dei dipendenti della PA (sacrosanti) non possono essere garanzia di diminuzione dei costi della PA fino a che i relativi dirigenti potranno continuare ad avvalersi di consulenze esterne che, molto probabilmente, aumenteranno! Fino a che non si metterà mano alle COMPETENZE, soprattutto dei dirigenti (e, quindi, a scendere, di tutti i dipendenti), non c'è speranza che le cosa (e i costi!) possano migliorare....

jekitiss

Mar, 03/07/2012 - 19:26

Sarebbe ora di finirla , forse le persone ed i cittadini sono stanchi di questi tagli manovre manovrino , pensione per gli statali a 67 anni .... ma ci rendiamo conto che siamo ridicoli anche il presidente francese ha fatto retromarcia sulle pensioni .... tagliare ... caro Mario manda le persone in pensione a 60 anni invece di lasciare i giovani a casa questa sarà un Italia di vecchi e non crescerà....le aziende non assumono , gli imprenditori sono alla frutta e gli statali sono alla fame o alla morte

Niels.Rosa

Mar, 03/07/2012 - 19:36

Credo che a Monti non piaccia la parola tagli, dato che non è stato tagliato il benchè minimo centesimo alle caste (compresa la sua) e non lo farà minimamente sui patrimoni, dove i soldi non solo ci sono ma si sprecano. Tendenzialmente il premier è diretto ad applicare tasse ed orpelli vari ed è questo che ci addolora davvero.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mar, 03/07/2012 - 19:43

#78 Il Grillo Parlante9# Il problema poi sarebbe venirne fuori senza spargimento di sangue come ogni dittatura richiede. Ma tant‘ é, ormai certa gente non VUOLE ragionare, vuole solo segnare il territorio come un bavoso branco di cani randagi. Per cui se dittatura sarà, non ci rimane che recitare un “mea culpa” grande come l’universo. Cordialmente -Rosella-

idleproc

Mar, 03/07/2012 - 19:48

Oltre alla casta politico-affaristica, questi salviamo coi nostri soldi: http://www.bloomberg.com/news/2012-07-03/jpmorgan-probed-over-potential-power-market-manipulation-1-.html e altri si sono manipolati il libor, il tasso interbancario, sono una manica di delinquenti e i loro servitori li abbiamo in casa.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 03/07/2012 - 19:54

x73unghianera- Egregio, sara anche come dice lei .Ma vogliamo vedere questi Romani che dice lei se Hanno , nonni ,nonne, padr,i madri che da generazioni dal dopoguerra dicono di essere romani chiaro qui non ci piove. Ma andando al fondo si faccia dire il nonno da dove veniva. Datosi che nei ministeri si tramandano il posto da generazioni puo continuare a chiamarli romani. Ma con un ma.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 03/07/2012 - 20:02

x79giovanni da udine.Guardi che a me come Romano il fancasso degli statali mi da molto sui nervi , la dava ieri , come oggi e sara anche domani se non cambiano le leggi.Per lei vale lo stesso discorso che ho scritto per -unghianera-, tocca vedere che romani ci sono li ai ministeri . Parleranno solo romano ma il vero romano non e come quelli che pensa lei. Questo fatto che gli statali siano intoccabili , lo dobbiamo solo ai maledetti sindacati. Solo su questo forse siamo daccordo. A me personalmente se spostano i ministeri fuori dalle balle sarei stracontento ,forse come romano mi goderei la mia citta , divenuta roccaforte solo per i parlamentari di m.da,non piu accessibile e vivibile come quando ero adolescente.

pgbassan

Mar, 03/07/2012 - 20:49

Se Monti fa qualcosa per sanare l'apparato degli statali faccio un grosso applauso da spellarmi le mani: non ci sarà bisogno, purtroppo. Annunci, annunci, e poi solo tasse e bastonate ai soliti.

marco-70

Mar, 03/07/2012 - 20:51

Di fronte all' aumento dell' iva che porterebbe ancor di piu' allo sfacelo il paese e' giustissimo cercare altre fonti come gli sprechi nelle PA sia a livello di personale (sempre sovradimensionato demotivato ed incapace) sia indagando del perche' ad esempio le siringhe al sud costano 30 volte di piu' che al nord ,sono tagli che dovranno essere effettivi senza badare alle sigle sindacali guidate da manager che sfiorano l'idiozia.

velenosoveleno

Mar, 03/07/2012 - 21:02

Guardate quella faccia da volpino alla sinistra di mortimer .....è quello che ha comprato la casa ADIACENTE al colosseo a180.000 euro perchè considerata "in zona soggetta a terremoto" . Cosa possiamo aspettarci da galantuomini come questo volpino ???

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 03/07/2012 - 21:04

Naturalmente per compiacere il suo protettore SAN NAPOLITANO DA POZZUOLI i tagli nella migliore della ipotesi li farà in proporzione al nord e al sud !! dimenticandosi ad esempio delle 30.000 calabrotte guardie forestali che quando vengono assunti piantano un albero sulla Sila e visto che un abete ci mette circa 30 anni a crescere loro si prendono una sedia e tutto il giorno lo guardano , lo accudiscono , tagliano una volta l'anno i rami secchi , insomma vivono in simbiosi con l'albero fino alla pensione !! lo concimano con le loro feci !! l'albero gli ha dato lo STIPENDIO e la PENSIONE !!

velenosoveleno

Mar, 03/07/2012 - 21:20

Questo mortimer bifonchia che deve trovare tot miliardi per non aumentare l'iva..... trovato il tot aumenterà l'iva. Si accettano scommesse..... questo è stato messo là per rovinare l'Italia . Sempre viva l'Austria!!!

rrobytopyy

Mar, 03/07/2012 - 21:20

ma abbozziamola con questo linguaggio - spending review- ma scrivete - taglio delle spese- in ITALIANO

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 03/07/2012 - 21:26

la Stragrande maggioranza degli statali , compresi i magistrati , le forze dell'ordine e militari sono ROMANI E MERIDIONALI ERGO SE NON FOSSIMO UNA NAZIONE IL PROBLEMA DELLO SPENDING REVIEW NON ESISTEREBBE !! INDIPENDENZA ! INDIPENDENZA ! INDIPENDENZA !

roby55

Mar, 03/07/2012 - 21:37

Mettiamo al governo la Camusso e lei darà il posto fisso a 60 milioni di italiani.

Ritratto di AlbertodaLecco

AlbertodaLecco

Mar, 03/07/2012 - 22:47

Se qualcuno che lavora nel settore privato fa sciopero per salvare i finti posti di lavoro dei dirigenti statali, seguendo la triplice, avremo la prova che la stupidità umana è infinita! Cari sindacati, perchè dovremmo darci la zappa sui piedi? Datevi fuoco in piazza come i bonzi, se non accettate queste misure: noi abbiamo già dato! E poi tocca a tutti i finti lavoratori della P.A. ammassati al Sud con i trasferimenti. C**zi vostri!!!!

cammi2

Mar, 03/07/2012 - 22:57

#99 scandalo sei la vergogna di questa nazione! Vai a documentarti come stava l'Italia prima del 1860, studia un poco invece di scrivere str...zate! Nel mio caso sono un palermitano che ha espletato per 32 anni servizio di polizia a Milano! Senza NOI meridionali che CI HANNO MANDATO al "nord" a fare i tuoi interessi sereste ancora fermi a quella fatidica data: CON LE PEZZE AL C..O! Dopo averci saccheggiati, depredati, bistrattati, s******i e derisi arrivi tu (e quel demente di Bossi) fresco-fresco a chiedere l'indipendenza... Troppo comodo, cialtrone, dovrete passare prima (ancora una volta) sui nostri cadaveri!!!!!

Ritratto di martinitt

martinitt

Mer, 04/07/2012 - 00:13

Si studia come rimediare ad una situazione disastrosa del bilancio dello Stato. Io avrei da dire in proposito se era giustificato da parte di Prodi concedere la quattordicesima ai pensionati con poca pensione senza tenere conto dei redditi del coniuge. Cosa che invece Berlusconi ne ha tenuto conto quando ha portato le pensioni minime alla soglia di un milione di lire. Le casse dello Stato sono vuote è giusto dare chi ha veramente bisogno.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 04/07/2012 - 00:36

Questo continuo danneggiare la nostra economia da parte di dinosauri rossi che non sanno fare altro che succhiare il denaro dei lavoratori, è una cosa diabolica. Non ci sono altri termini per definire l'ottusità della virago rossa a capo della CGIL. Non lancia proposte ma schemi di una disastrosa economia veterocomunista che è diventata ormai obsoleta perfino in Russia. Licenziatela.

sammorse

Mer, 04/07/2012 - 00:59

Altro che Monti o Prandelli o Napolitano per il calcio Italiano...qui abbiamo il calcio Italiano in America a DisneyWorld...fantastica pubblicita' per gli " Italiani Brava Gente "..."equita'" " orgoglio " "solidarieta' ".... Il nome poi e' tutto un programma.... http://www.wtsp.com/news/florida/article/262200/19/Police-Man-kicked-toddler-in-face-at-Epcot

Presbitero

Mer, 04/07/2012 - 04:04

Sindacalismo? , uguale a ganghesterismo!. La stessa origine , gli stessi scopi con gli stessi risultati , il cancro del capitalismo e' il sindacato , un doppione perverso di quella che deve essere la lecita attivita' dell'opposizione che non governa ma che e' deputata con , senatori e deputati , a criticare l'azione governativa come autorita' di controllo anche nel mondo del lavoro con un ministero d'uopo . Il sindacalismo e' la gramigna che ha rovinato quello che doveva essere il magnifico prato del capitalismo fatto di intese e collaborazioni tra impresari e dipendenti , invece coi sindacati si sono creati permanenti attriti con sfiduce e arroganze inconciliabili se non con il ricatto dello sciopero e l'altro grande abuso che violenta letterelmente l'autorita' del datore di lavoro che non ha piu' il legittimo potere decisionale sulla composizione del suo staff umano nel provvedere ad allontanare il dipendente nocivo alla SUA azienda. Al bando i sindacati!. .

Talero67

Mer, 04/07/2012 - 04:08

Basta con queste parole Inglesi...Basta!Revisione della spesa!L'Italia è comunque un paese fallito dovremmo uscire dall'euro e tornare alla liretta e fare quello che abbiamo sempre fatto un po di svalutazione e esportazione.Monti sta facendo una cosa vergognosa,sta tendando di "svalutare"rimanendo comunque con una moneta forte.La "svalutazione"di Monti la pagano i ceti più deboli attraverso la disoccupazione, sempre crescente,salari,giovani,pensionati,operai.L'Italia è una ****a e mi auguro che salti questa finta democrazia di ****a,di ****a!!!

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 04/07/2012 - 04:14

Gentili Redattori responsabili de Il Giornale, sarebbe particolarmente gradito un vs piccolo sforzo per evitare al massimo vocaboli stranieri laddove possono essere tranquillamente usate espressioni in italiano. In tal modo e tra l'altro, non sareste obbligati di tanto in tanto a tradurre tra parentesi. - Spending Review : è meno nobile e meno raffinato scrivere Revisione Spesa/e ? Tra l'altro sarebbe più appropriato chiamarla Riduzione Spesa/e perché una Revisione potrebbe configurare non solo diminuzione ma anche aumento; così, tanto per evitare equivoci. Sì lo so, non sarebbe proprio un modo di esprimersi Like-Minded tanto caro al Prof Monti & Co, ma di ciò non me ne cale proprio niente. Grazie

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 04/07/2012 - 04:32

#42 CONDOR (818) 03.07.12 13:57 scrive: "Che Nazione Del Caxxo!!! Ci Vorrebbero I Carri Armati Per Cambiare Qualche Cosa!!" - - - Sono d'accordo, purtroppo quanto si vuole, ma sono d'accordo. Sarò egoista, ma non vedo cosa ci perderei personalmente rispetto ad oggi. (Ops, spero non mi denuncino per apologia, poco importa di cosa).

bobsg

Mer, 04/07/2012 - 07:18

...tanto per dirne una. L'equivalente americano di palazzo Chigi ha poco più di quattrocento dipendenti, quello francese poco oltre novecento e quello britannico supera di poco i milletrecento. Palazzo Chigi ne ha oltre quattromila.

alberto51

Mer, 04/07/2012 - 08:07

Eliminiamo finalmente la Zavorra Italia.SPERIAMO. La Camusso faccia pure il suo scioperino lei risolve anche il CANCRO con lo sciopero.(per fortuna non é un medico). A casa i lazzaroni sindacalizzati hanno rovinato e rovinano il paese.Il sindacato ci vuole ma non questo che é irresponsabile e sguazza con i suoi lazzaroni sempre in permesso sindacale.(su 59 dipendenti 5 lazzaroni che pesano sull'azienda) a casa profittatrice di anime operaie.

Al2011

Mer, 04/07/2012 - 08:11

Se fosse vero che tagliano il 10% di fancazzisti, sarebbe la 1a cosa giusta che fa questo governo (ma ci credo poco). E spero che caccino proprio i + arroganti e lavativi, non se ne può più di entrare in certi uffici pubblici, e vedere che trattano gli utenti come pezze da piedi, forti dell'impunità. Cmq, a sentire ieri la Camusso che sta delirando, e propone ancora "la patrimoniale", con tutte le tasse che già abbiamo, ho capito perchè certa gente poi va a fare il sindacalista. Secondo voi quale azienda privata avrebbe mai dato un posto dirigenziale a personaggi come Camusso, Angeletti e Bonanni?

giovauriem

Mer, 04/07/2012 - 08:19

a #99 scandalo. noi non siamo una nazione,non per quello che lei scrive,ma solo perchè in italia c'è brodaglia di castagne come lei(magari figlio o nipote di meridionali perchè la popolazione del nord italia di questo è composta) la sfido a smentirmi

marcowinner

Mer, 04/07/2012 - 08:23

bravo futurolibero concordo con Lei; Monti deve mandare in diretta le votazioni in parlamento e in Senato. perchè questi signori (la casta) li paghiamo noi ed è giusto sapere come la pensano. E l'aumento delle tasse e quindi dell'Iva sono proprio i parlamentari che li vogliono, perchè non si vogliono privare di nulla. Abbiamo una miriade di enti inutili con sovrapposizione di competenze che invece di semplificare e di aiutare il cittadino gli complicano la vita. Stato,Regioni, Province,comuni, la particellazione delle competenze per cui se devi attendere 4 pareri (in quanto nessuno degli enti si vuole prendere la responsabilità) aspetti minimo sei mesi prima di iniziare un lavoro. Ed io pago..

Ritratto di scandalo

scandalo

Mer, 04/07/2012 - 09:55

#113 giovauriem...guardi che i miei genitori , nonni , bisnonni , bisavoli , trisavoli sono tutti padani , piemontesi , lombardi ed emiliani pertanto non ho nulla a che fare con una pummarola come lei !!

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 04/07/2012 - 10:44

#108 abj 14# Sottoscrivo totalmente. Ci hanno già tolto la sovranità, perché toglierci il calore della nostra parlata con docce gelate di termini che ci fanno ingarbugliare la lingua? La conoscenza delle lingue rimane fondamentale, ma penso che un discorso, uno scritto, vada esternato con la stessa lingua di chi parla o scrive, senza intrusioni varie. Cordialmente -Rosella-

Giancarlo Penso

Lun, 09/07/2012 - 09:26

E' ora che lascino a casa tutti questi impiegati statali super protetti, intoccabili, non licenziabili, che sono in esubero, non sono produttivi, servono solo ad intralciare gli imprenditori che creano posti di lavoro, anche gli statali devono essere parificati ai lavoratori dipendenti privati, in periodi di crisi, quando non servono più, vanno lasciati a casa. Si devono vedere le imprese che vanno all'estero per aprire le aziende perchè in Italia sono assillati e braccati da un esercito di impiegati statali con migliaia di leggi e regole che ne impediscono di fatto l'attività.