lo spillo / 1

È inutile prendersela coi giudici. Anche in questo caso i magistrati hanno semplicemente applicato la legge. Hanno verificato la natura del ricorso e il suo fondamento. Come? Semplicemente compulsando lo Statuto comunale che, come tutte le norme, è espressione della rappresentanza politica e non certo della casta dei giudici. All’articolo 5 dello Statuto il riferimento preciso alle quote rose. Forse dire «preciso» è un po’ troppo. Infatti l’unico appiglio per contrastare la decisione dei giudici è proprio la mancanza di precisione della norma che recita: «Nel nominare i componenti della giunta, il sindaco assicura una presenza equilibrata di uomini e di donne con specifico riferimento al principio di pari opportunità». Di quale quota o percentuali si tratti non è dato, però, saperlo.