lo spillo/1

Un gran dono, quello dell’ubiquità televisiva. Ne è dotato Italo Bocchino, capogruppo dei finiani alla Camera ma anche «deputato» a rappresentare sui media il pensiero dei fedelissimi di Fini. Ebbene, Bocchino è onnipresente davanti alle telecamere, servizio pubblico o reti private non fa differenza. Con l’exploit degli ultimi giorni: martedì sera pontificava a Ballarò su Rai3. E mercoledì dava il suo contributo anti Cavaliere dalla D’Amico a Exit, su La7. Ma qui viene il bello, perché un telespettatore che ieri mattina, solo qualche ora più tardi, ha sintonizzato il televisore su La7 s’è ritrovato di fronte... ancora il volto del finiano per eccellenza. Bocchino campeggiava pure a Omnibus alle 7 del mattino. Sorge il dubbio: avrà passato la notte lì? Negli studi di La7 magari avranno sistemato una branda all’occorrenza...