lo spilloCicciobello cerca famiglia

«Se fossi un giudice di un tribunale dei minori che decide il destino di un orfano, lo affiderei anche a una coppia gay. O anche a un gay single». Così ha detto ieri Francesco Rutelli al quotidiano Pubblico. Secondo il leader Api «la famiglia di oggi non è mica quella dei telefilm con mammine impeccabili, papà che tornano ogni sera a casa e bambini educatissimi. È un casino. Gente che divorzia, poi si risposa, magari va a vivere coi figli del nuovo compagno o della nuova compagna, mentre i propri, di figli, vivono altrove». Caro Rutelli, le famiglie «normali» esistono ancora. Forse è la tua a non esserlo più...