lo spilloLa Camusso perde un sindacalista su quattro

Povera Susanna Camusso, ormai un militante Cgil su quattro l'ha scaricata. Qualcuno nel sindacato rosso lo chiama effetto Landini, dal nome del leader Fiom Maurizio che da mesi flirta con il premier Matteo Renzi: sta di fatto che - come riporta il Manifesto - alla fine del congresso della Cgil di Rimini (il primo disertato sia dal presidente del Consiglio che dal leader del Partito democratico, tanto per rimarcarne le distanze) la Camusso è stata riconfermata segretario con il voto del 73% del direttivo. Un buon risultato, ma ben lontano da quel 96% bulgaro con cui venne trionfalmente eletta la prima volta. Un risultato che ha lasciato di stucco anche i diretti interessati. Ma Susanna avrà capito il messaggio?