lo spilloLa Lega strilla ma poi paga

In segno di protesta contro l'Imu, il segretario della Lega Roberto Maroni aveva indetto un chiassoso No Imu Day a Verona. Occasione in cui il sindaco Flavio Tosi aveva persino riconsegnato la fascia tricolore, seguito dagli altri primi cittadini leghisti. E invece, sorpresa. Le città del Carroccio hanno pagato tutte e tanto. Se Verona, con 59 milioni, è fra le dieci città italiane che hanno incassato di più, ad Adro, patria del Sole delle Alpi, sono entrati nelle casse comunali 470mila euro, ad Assago, sede dell'ultimo congresso della Lega, ben 3,2 milioni, nella simbolica Pontida 487mila euro su 3.230 cittadini. Del resto, lo stesso Bobo ha confessato di aver pagato euro su euro la tassa. Non ci sono più i leghisti di una volta. Per fortuna.