lo spilloLa memoria corta di Nichi Vendola

«Bisogna evitare di fare di tutta l'erba un fascio, la Puglia è la regione più virtuosa e sobria dal punto di vista delle spese del consiglio regionale Da lungo tempo abbiamo imposto alla politica comportamenti di sobrietà. La mia è una Regione che da tanto tempo ha messo in discussione quelle giostrine affaristiche e corruttive che erano legate alla gestione dei sottosistemi di potere». Chi l'ha detto? Proprio lui, il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola. Che a quanto pare deve avere la memoria piuttosto corta. Perché se si ricordasse, nell'ordine, dell'inchiesta che si è abbattuta sul suo conto, dello scandalo sanità che ha coinvolto il suo assessore Alberto Tedesco e dell'indagine a carico di Sandro Frisullo, ex vicepresidente della giunta regionale, «sobrietà» e «virtuosa» sarebbero due paroline da evitare...

Commenti

Gianfranco Rebesani

Dom, 30/09/2012 - 09:17

Vendola può dire ciò che vuole come la mai dimenticata Virna Lisi. Mi pare che uno sfrontato venga definito "faccia di tolla". Genericamente in tutte le regioni però, per definire questa faccia si usa dire "faccia da c.." e mai come questa espressione si adatta a Vendola, fiero rappresentante ed amante di tali facce.