Lo sport preferito dei grillini: scaricabarile

Scaricabarile «grillino» alla Regione Emilia-Romagna dopo la bufera sulle spese pazze. Mentre la procura della Corte dei conti contesta un danno erariale di 140mila euro chiedendo a tutti i gruppi di restituire quanto speso per le interviste o comparsate in tv considerate illegittime, emergono nuovi screzi tra l'attuale consigliere del Movimento 5 Stelle Andrea Defranceschi e l'ex pentastellato Giovanni Favia - «scomunicato» a suo tempo dal grande capo Beppe Grillo e candidato con Antonio Ingroia alle ultime Politiche. «Io in tv non ci sono mai andato perché non ho mai pensato che fossero utili», chiarisce Defranceschi. Che rincara: «Favia ha fatto una scelta discutibile dal punto di vista politico. Io non ero d'accordo, quella scelta fu criticata anche dentro il Movimento». Favia non ci sta e respinge al mittente: «Tutte le scelte erano prese insieme. Ci dividevamo i compiti e le interviste tv, che erano per il gruppo, non per me». LuDon