Spread, Monti sconsolato: "Le munizioni sono finite". Torna l'idea di votare subito

Monti ammette: "Le munizioni sono finite". Ieri gli incontri con Bersani e Alfano per fare il punto sulla situazione. Perché se lo spread continua a non calare per l’Italia si mette male. E la giornata di ieri non ha alleviato le preoccupazioni del premier: Piazza Affari ha preso fiato (+1,17%) ma il differenziale sui titoli di Stato è rima­sto alla minacciosa quota di 518 punti

Roma - «Le munizioni sono finite», ammette sconsolato Monti davanti a due delle tre stampelle che lo tengono in piedi. Questo il senso del messaggio lanciato prima a Bersani e poi ad Alfano, incontrati ieri per fare il punto sulla situazione. Oggi sarà la volta del terzo azionista della «strana» maggioranza, Casini. Davanti ai segretari di Pd e Pdl, il professore lancia il suo sos: la situazione è drammatica e se lo spread continua a non calare per l'Italia si mette male. Il pareggio di bilancio è un must perché è entrato in Costituzione e se i tassi sul debito non scendono c'è il rischio che i conti non tornino più. Un disastro. Tuttavia, da Palazzo Chigi, questa volta non si ventila neppure l'ipotesi di ulteriori manovre correttive; non si parla di patrimoniali né di aumento dell'Iva. Anche il premier sa bene che ulteriori provvedimenti depressivi non solo sarebbero inutili ma sarebbero anche dannosi. Così, tanto per togliere anche solo la tentazione di operare in questo senso, Alfano mette le mani avanti: «Diremo 'no' a qualsiasi tipo di sacrificio anche perché non c'è alcun nesso tra i compiti a casa, che l'Italia ha già fatto, e il calo dello spread. E non ci convinceranno dicendo che ce lo chiede l'Europa. Quando dicevano così era perché in realtà ce lo chiedevano la Germania e la Francia». In ogni caso, assicura Alfano, «nessuna ipotesi di una nuova manovra è stata oggetto della nostra conversazione».
Monti ascolta e non fa fatica a condividere i paletti posti dal segretario del Pdl, convinto che la patrimoniale è già stata fatta con l'Imu. La leva su cui agire non sarà più sul fronte del prelievo (tasse) ma su quella della spesa (tagli). In particolare Monti confida sulla cosiddetta terza rata della spending review, predisposta da Francesco Giavazzi. L'obiettivo: riordinare gli incentivi statali alle imprese, mettendo mano alla selva di agevolazioni ritenute obsolete o inefficaci. Questo capitolo garantirebbe un risparmio di circa 6 miliardi, in grado di scongiurare l'aumento dell'Iva.
Poi il Professore annuisce quando sente da Alfano la vera ricetta in grado di abbassare la febbre dello spread: modificare il ruolo della Banca centrale europea. Alfano lo dice chiaro: «Dobbiamo dare potere alla Bce e al suo presidente Draghi per superare la speculazione, in modo da avere un muro insormontabile a sostegno dell'euro». Guarda caso più o meno la stessa soluzione caldeggiata da Bersani secondo cui «va dato seguito alle decisioni prese al vertice europeo e bisogna che ci sia uno stato di allerta da parte di tutte le istituzioni, a cominciare dalla Bce». Insomma, ad abbassare lo spread ci deve pensare l'altro Mario: Draghi.
C'è un piccolo problema, però: i trattati europei, come ha detto di recente lo stesso Draghi, danno alla Bce la missione di tutelare la stabilità monetaria, di lottare contro l'inflazione e la deflazione, non di soccorrere gli Stati in difficoltà. Ci sarebbe l'idea di trasformare in banca l'Esm, per rendere illimitate le sue risorse facendolo attingere ai finanziamenti della Bce. Ma non mancano le resistenze dei Paesi virtuosi, Finlandia, Olanda, Germania in testa. E proprio per ammorbidire le posizioni di Helsinki Monti volerà in Finlandia il 1º agosto per un faccia a faccia con il premier finnico Jyrki Katainen.
Tornando ai problemi di casa, il Professore ha dovuto però registrare l'ennesimo paletto imposto da Bersani sul capitolo spending review. «Ho fatto presente che ci sono cose che sosteniamo e vogliamo rafforzare e due-tre punti su sanità e Regioni da cambiare», ammette il leader del Pd. «Così non va bene», dice grave Bersani che adesso la tentazione di staccare la spina ce l'ha davvero. Come del resto intuisce il pidiellino Osvaldo Napoli: «Ho il timore che Bersani stia per combinare qualche guaio». Ma molto dipende dall'accordo sulla legge elettorale e dal sistema di voto che maggiormente gli garantirebbe di vincere. Altrimenti si sarebbe ancora daccapo. Mentre da Alfano, Monti riceve le ampie rassicurazioni: «Vai avanti tu fino al 2013».

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 26/07/2012 - 08:27

Non vediamo l'ora di votare, del resto abbiamo tante novità... e la casta politica che si propone è tra le migliori.

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 26/07/2012 - 08:32

Codardi.

antiquark

Gio, 26/07/2012 - 08:38

Fate affluire i capitale dall'estero per industria e commercio e turismo. Vedrete che i conti torneranno prima

elalca

Gio, 26/07/2012 - 08:33

Le munizioni c'erano ma il professore ha sparato in aria e le ha sprecate. Questo individuo non ha nessun aggancio con la realtà, vive nel suo mondo di frutta candita costruito su teorie, diagrammi e formule che nel concreto non portano da nessuna parte. Abbiamo avuto tre professori di seguito, il mortadella, tremonti e questo che di monti ne ha uno solo.........ed i risultati si possono toccare con mano. purtroppo non ci sono soluzioni anche perchè nessuno sa esattamente quanto è largo il buco creato e anche se lo sapessero non saprebbero come gestire il problema. D'altronde sono un branco di lobotomizzati parassiti. sto concretamente pensando di andare via da questo paese di peracottari.

Cinghiale

Gio, 26/07/2012 - 08:43

Leggendo l'articolo ne traspare un quadro fosco, la situazione è tragica e se è vero che anche lui getta la spugna vuol dire che siamo al punto di non ritorno e che presto precipiterà tutto. Ma non riesco a non sorridere per via del titolo "...Le munizioni sono finite...". Meno male caro Monti così non ci spari più addosso.

cast49

Gio, 26/07/2012 - 08:43

monti si sta lavando le mani, forse ha capito che la sua politica è stata deleteria per l'italia intera, che errore da parte di napolitano! poteva fare tutto B. e sicuramente non ci saremmo trovati col culo per terra...e maledetti siano casini e bersani che hanno preteso questo governo di ricconi che ha aiutato solo la germania...

Mario Marcenaro

Gio, 26/07/2012 - 08:54

...e, mentre l'Italia rapidamente ormai viaggia verso il disastro, politici e compagnia del circo, come al solito, continuano a perdere tempo sbranandosi a vicenda. In tutto questo cosa c'è di più evidente che ciò che é accaduto in Italia quasi 100 anno fa non è servito ad insegnare a molti proprio un bel niente?

a.zoin

Gio, 26/07/2012 - 09:10

Carissimo signor MONTI. Dopo aver tartassato gli Italiani con tutte le tasse emmesse da lei e soci,avrebbe anche il coraggio di dire, che allo scadere del periodo di carica,le sara`dovuta`LA PENSIONE A VITA DA SENATORE ??? ( ANCHE LEI HA PRESO LA MALATIA DELLA CASTA ,SI VERGOGNI !!!!! ) PER IL POCO CHE PAGO, ANCH`IO CONTRIBUISCO A PAGARLE LO STIPENDIO, E PER QUEL POCO CHE PAGO,SON SICURO CHE LE ANDRANNO PER TRAVERSO DIVERSE COSE.

meverix

Gio, 26/07/2012 - 09:06

Non era Monti il salvatore della patria voluto dall'uomo del Colle? Lui ci ha portato in questa situazione, lui ci deve tirare fuori! Poi, francamente, oggi come oggi non auguro a nessuno di vincere le prossime elezioni,sarebbe come volere il male di qualcuno.

idleproc

Gio, 26/07/2012 - 09:07

Devono reintrodurre il controllo sulla circolazione dei capitali e sui mercati. Devono prendere decisioni drastiche sui derivati. Devono smetterla di togliere redditi e capitali all'economia reale per salvare la finanza virtuale euroglobale. Devono fare una rete di piccole banche italiane per la raccolta di capitali i Italia e che finanzino la produzione italiana. Non devono essere scalabili e non devono essere aperte alla finanza euro-global. Devono funzionare come le vecchie banche e non devono giocre come hedge fund. Le devono "capitalizzare" con i beni dello stato, altro che svenderli alla speculazione globale. Devono fare una borsa italiana con gli stessi vincoli. Devono mettersi nell'ordine di idee di invertire il processo di privatizzazione delle risorse produttive strategiche. Devono mettersi nell'ordine di idee che le multinazionali globali finanziarie o meno tolgono risorse, non le creano. Se vogliono operare sul mercato italiano devono pagare pegno. Devono mettersi nell'ordine di idee di spropriare gli espropriatori. Per farlo dobbiamo cambiare classe dirigente. Con questi non si può. Coi ladri non si può.

Ritratto di echowindy

echowindy

Gio, 26/07/2012 - 09:20

Fare il punto sulla situazione che ci ha portato i nove mesi di governo Monti è semplicemente traumatico - una pagina di storia d’economia fallimentare. Lo spread è alle stelle; la disoccupa-zione è alle stelle; la sfiducia dei nostri giovani per il loro futuro è alle stelle, e chi ne ha più ne metta – non possiamo fare meno di dire che, se il governo Berlusconi avesse avuto solo un tantino di collaborazione di quella offerta al governo bocconiano e meno accanimento di fango di natura mediatica - non c’è dubbio che la situazione d'oggi sarebbe molto meno grave! …

tartavit

Gio, 26/07/2012 - 09:24

Se " le munizioni sono finite" Egr. Prof. vuol dire che per noi è finita? Che cosa significa: le munizioni sono finite? Che tutto quello che si poteva fare per salvare l'Italia dalla bancarotta è stato fatto e non si è arrivati a nulla? E se non si è arrivati a nulla chi dobbiamo ringraziare? I politici nostrani, o/e quelli europei? Di vista corta gli uni e gli altri. Ma adesso i nostri politici risolvono tutto con le elezioni anticipate a cui ci sarà una modesta partecipazione degli Italiani che sono stufi di tutti: dei politici e adesso anche dei tecnici che sembra non abbiano risolto nulla. Ma chi può lontanamente pensare che le elezioni anticipate con questa classe politica di fannulloni, di incompetenti e di teatranti possano risolvere i problemi dell'Italia? Dall'incontro con Bersani ed Alfano è venuto però fuori un " Vai avanti tu fino al 2013». E che significa andare avanti, dove ? Se il Prof. ha le mani legate e se ultimamente propone cose inaudite come il taglio delle tredicesime( è vero?) per i lavoratori e per i pensionati, senza che ha tagliato là dove c'è gente che senza far un c...o da una vita guadagna soldi a sbafo e ha accumulato fortune inaudite. E la Svizzera con tutti i conti degli Italiani di ventura? Il prof. se l'è dimenticata?. Inutile ogni elenco il professore sa dove bisogna usare l'accetta, ma non lo fa, perché? Non è che aspetta anche lui che l'Italia offondi!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 26/07/2012 - 09:30

Solo questo giornale parla di staccare la spina, il PD è stato sempre responsabile.

kda

Gio, 26/07/2012 - 09:38

Almeno ora si può dare ufficialmente un nome all'atto di Napolitano dello scorso novembre, da fare invidia ai più illustri dittatori comunisti: golpe. A questo punto mi chiedo quale sia il vero voto di protesta, Grillo o Berlusconi?

elizat

Gio, 26/07/2012 - 09:43

un sistema per evitare l'evasione interessante http://spreconomics.blogspot.it/2012/07/il-denaro-e-un-fluido-levasione-fiscale.html

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Gio, 26/07/2012 - 09:42

FATE PRESTOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!! Mandatelo a farla sulle ortiche. Quello e´il suo posto. L'homo quirinaliensis lo ha voluto e nominato, compiendo spericolate acrobazie extra-costituzionali, la grande stampa lo ha supplicato, la sinistra s'é appecoronata , Silvio lo ha appoggiato, Casini s'é sbrodolato. E addesso? Siamo punto da capo. Ma chi glielo va a spiegare al 60% degli italiani appecoronati anch'essi? Dovrebbe farlo l'artefice, l'inquilino del colle, king george, a reti unificate: Italiani, ho preso una cantonata. Siamo nella c...ca e dentro vi ci ho portato io. Poi dovrebbe dimettersi.

roscor

Gio, 26/07/2012 - 09:45

certo ..diminuire i costi della politica no vero? diminuire tutti i privilegi no vero? ..fare scomparire la casta? che ne dice qui si che ne ha di munizioni ..e che sparare alla propria tasca non è consigliabile per il suo futuro di senatore a vita . e qui che ha fallito , e qui che non ha avuto il coraggio di fare le tante annunciate riduzioni del costo della politica . Italiani svegliatevi questi ci prendono per il sedere cosa cambia con la votazione sono sempre loro sempre lì incollati alla poltrona a vita succhiandoci sangue ..come dei vampiri aspettano solo il loro turno ...

Al2011

Gio, 26/07/2012 - 09:53

Ma guarda, guarda...ora non sa più che fare. E la colpa è tutta del PD, il partito del caro ottuagenario al Colle - che lo ha voluto imporre a tutti i costi e ingolosito con la nomina a senatore a vita - quello che vuole sempre tenere alta la spesa pubblica e le tasse, per mantenere l'esercito di fancazzisti che lo vota! In altri paesi civili Monti + Napolitano finirebbero subito sotto impeachment, per il disastro in cui hanno condotto l'Italia. Si sapeva subito che tassare ancora un paese già stra-tassato avrebbe condotto ad una crisi mostruosa, eppure lo ha fatto! E oggi i deficienti del PD sono ancora lì che delirano di "patrimoniale", non gli basta lo schifo in cui siamo e tutte le tasse, studi di settore, ipoteche, Equitalia, accertamenti esecutivi, redditometri, cartelle esattoriali da cravattai, burocrazia pazzesca che già abbiamo, vogliono farci chiudere del tutto. In galera!!!

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Gio, 26/07/2012 - 09:50

Luigipiso, ma a farla pure te sulle ortiche. L'ho scritto in altro commento: l'uom del colle lo ha voluto e nominato, la grande stampa lo ha chiesto, bersani s'é appecoronato, Silvio lo ha apoggiato, casini s'é sbrodolato. Poi cosa significa che il PD é stato sempre responsabile? Appunto, responsabile di questo catafascio con l'uom del colle in testa. Ci ha ha portati nella c..cca e ci siamo dentro fino al collo. Invece di ammmetere di avere preso una grande cantonata il PD fa il ''responsabile''. Ma va a ciapá i ratt.

bobsg

Gio, 26/07/2012 - 09:58

Eh no, pappagone. Troppo bello dire così. Non hai risolto uno che sia uno dei problemi sul tavolo, ci hai ammazzato di tasse, ti sei beccato la nomina di senatore a vita (cioè hai garantita un'abbondante pappa finchè campi tu con consorte) e adesso te ne vieni fuori bello come una pasqua a cavarti fuori dalle beghe per passare ad altri la patata bollente. Ma c'è un Dio che veda e provveda?

Massimo Bocci

Gio, 26/07/2012 - 10:01

Certo, i soldi pagati per il golpe (330 miliardi di€) pagati dalla BCE per aver fatto fuori chi gli Italiani avevano votato per governarli,se li e' già fumati,ha portato Italiani e economia alla canna del gas,.. Senza tagliare un euro ai ver padroni del vapore (i ladri ISTITUZIONALIZATI ) colle,magistratura,corti e cortili,politica,enti parà locali ecc.ecc.,....la prossima mossa dopo i bliz a Cortina (propagandistici) fatti apposta per far fallire e chiudere chi ancora sopravviveva a mala pena,...sarà la perquisizione personale e dei conti correnti,sopra ai 10 € tutto sequestrato per far sopravvivere dal regime, si ma un regime storico comunista Catto che da 65 ruba e vessa e voi vorreste far chiudere un attività (regime) c'osi bene consolidata.

bobsg

Gio, 26/07/2012 - 10:03

Senti professore, ce lo fai vedere il tuo diploma di laurea? Da come ti comporti mi sa che al massimo sei laureato (col master) in imbecillologia applicata.

tartavit

Gio, 26/07/2012 - 10:09

luigipiso - Lei ha perfettamente ragione, il PD è stato sempre responsabile..insieme con gli altri partiti dello sfacelo dell'Italia e degli Italiani. Ha sempre solo discusso su tutto, ha "concertato" con tutti ma ha fatto poco e malissimo, quando era al governo con Prodi e company. E continua imperterrito. Da quando poi, con la fusione, ha preso tutti i democristiani di buona volontà (si fa per dire,) non si capisce più niente! Si è voluto mettere insieme il diavolo e l'acqua santa con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti: solo litigi e chiacchiere e primare fasulle e senza costrutto con i soliti noti da sempre. Inutile fare elenchi, si conoscono tutti.

alcoolizzato_doc

Gio, 26/07/2012 - 10:18

chissà chi si candiderà adesso!!

giosafat

Gio, 26/07/2012 - 10:26

Il professore dovrebbe tornare alla Bocconi e rendere laurea e titoli. Poi si dovrebbe rivolgere agli italiani e chiedere scusa per lo stipendio che ruba, a tutti, per la sua regalata carica da senatore. Poi dovrebbe, con una pietra al collo, gettarsi nel fiume ad espiazione per lo scellerato scandalo della sua palesata incapacità e inutilità. A ruota deve seguire chi lo ha inopinatamente innalzato a onori immeritati.

Bozzola Paola

Gio, 26/07/2012 - 10:28

@luigipiso. ma stia zitto. Sta scrivendo castronerie di parte che una vlta potevano far ridere, ora danno fastidio perchè non è così che si risolvono i problemi. Monti è stato messo su dalla ghenga di sx e il risultato?un casino. Parliamo di cose serie come il nostro futuro, non la vostra politica elettorale con i paraocchi. E' MOLTO NOIOSO SA?

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Gio, 26/07/2012 - 10:50

Veramente una soluzione della crisi economica degna di questo paese e da riportare sugli annali di politica economica: no a nuovi sacrifici, riforme liberali nemmeno a parlarne, tagli della spesa statale meno che meno. I nostri debiti chi li paga ? La Germania ?

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Gio, 26/07/2012 - 10:52

@luigipiso. Il PD più che resposabile è uno dei responsabili di questa situazione.

Barnaba

Gio, 26/07/2012 - 12:18

Il Prof. Monti non si sta lavando le mani, però si aspettava risultati migliori da parte dei "mercati" (di cui vanno detti nomi e cognomi) e una diversa condotta della Cancelliera tedesca. Sul debito dobbiamo fare da soli, "pensare in proprio", le belle apettative di Ciampi e Prodi non si sono mai realizzate. A parte i "voli" di Galli Della Loggia sul Corriere della sera di ieri, vi è soluzione di continuità tra il Mec e l'UE che si è andata profilando negli anni '80 e in modo definito dagli anni '90: il primo grosso colpo alla uguaglianza dei produttori furono le quote latte, a causa delle quali col passare degli anni l'ITALIA come nazione ha perso cifre miliardarie in imprese chiuse, impossibilità crescita settore latte (ANZI SIAMO STATI COSTRETTI A DIVENTARE IMPORTATORI NETTI!!!), perdita incentivi e, beffa finale, multe - anche se disonesti in Italia non mancano! Ci guadagnarono la Germania, l'Olanda, la Francia. La dissoluzione violenta della ex-Jugoslavia partì, non a caso, dalla Slovenia. Con la liberazzazione del commercio con la Cina ci guadagnarono Germania e paesi scandinavi, in Francia alcuni settori ci guadagnarono, altri persero molto, per l'Italia il bilancio fu soprattutto negativo. La Banca Centrale Europea (CON SEDE A FRANCOFORTE), che non è proprio una banca centrale, non è stata voluta anzitutto dai tedeschi con le caratteristiche attuali? E non è questa "banca centrale a metà" che ha consentito ai tedeschi ed all'attuale Cancelliera un fruttuoso scambio con i "mercati" finanziari, onde tendere a restringere progressivamente la produzione nei paesi dell'Europa mediterranea e stringerli in una sorta di sudditanza politica. Ora pure la Francia soffre per questa politica e chiede che la Banca Centrale sia davvero tale! Avanti sì, ma senza illusioni!

Ritratto di Baliano

Baliano

Gio, 26/07/2012 - 12:24

Nonò prof, le munizioni le hai ancora, hai voglia se le hai. Solo che non le usi per codardia: Terrore di essere tacciato di tradimento dai tuoi sgherri: "fuoco amico". --- Vattene te e le tue cariatidi, andate tutti all'inferno: Masnadieri!

Al2011

Gio, 26/07/2012 - 13:35

Non è vero che "le munizioni sono finite". A sparare cazzate come Monti e suoi ministri nessuno ci riesce, nè ora,nè mai. Vi ricordate quando diceva che "il posto fisso è una noia"? E quando la Fornero diceva che anzichè alla casa è meglio pensare a studiare? E quando quel viceministro diceva che a laurearsi dopo i 28 anni è da "sfigati"? No, no, credetemi, di cazzate da sparare questi ne hanno a profusione!

Duka

Gio, 26/07/2012 - 16:42

La casa matta è vuota senza munizioni tuttavia gli sprechi persistono. Per restare in tema di munizioni per esempio le spese militari INUTILI. Costi vergognosi della CASTA addirittura aumentati, Sprechi indicibili in sanità e giustizia. Con enfasi ci dissero che sarebbe iniziata la Fase 1, la Fase2, Il Cresci Italia,le Liberalizzazioni, le Privatizzazioni, via alla Libera Concorrenza- TUTTO DESAPARECIDO? Mi pare proprio di si-

roliboni258

Gio, 26/07/2012 - 17:11

il presidente del consiglio doveva essere Draghi,le cose che ha fatto il bocconiano ero capace anchio che ho fatto la seconda superiore

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 26/07/2012 - 17:30

Deve stare lì fino al 2013 affinchè raccolga il vento che ha seminato. Il pasticcione Napolitano può sermpre nominare un altro Premier. Intanto il professorone ha manifestato di essere inferiore a Tremonti, e in quanto a Berlusconi siamo su un altro pianeta.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 26/07/2012 - 17:25

Deve stare lì fino al 2013 affinchè raccolga il vento che ha seminato. Il pasticcione Napolitano può sermpre nominare un altro Premier. Intanto il professorone ha manifestato di essere inferiore a Tremonti, e in quanto a Berlusconi siamo su un altro pianeta.