GLI SPRECHI DELLA GIUSTIZIAIl ministro Cancellieri: «Avanti col taglio dei tribunali»

Avanti tutta col taglio dei tribunali. Parola del ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, che ha definito «catastrofico» il rinvio del disegno di legge che ridefinisce la geografia degli uffici, auspicato dai gruppi parlamentari. «Su quel ddl – ha assicurato il Guardasigilli, a margine della visita al carcere di Bollate – la linea del governo è della fermezza più assoluta». Lo stop auspicato da alcuni, secondo la Cancellieri «creerebbe problemi all'esterno, perché è una delle cose su cui abbiamo puntato per ridare fiducia al nostro Paese, e all'interno, perché le piante organiche ormai sono state fatte e i trasferimenti sono stati effettuati. Fermare il ddl sarebbe come fermare un treno in corsa, che se lo fermi deraglia. Non possiamo deragliare». Il ministro ha assicurato che il varo del ddl non esclude la possibilità di emendamenti: «Se ci sono cose da correggere – ha rimarcato – potremo correggerle. Il provvedimento prevede comunque che, entro due anni dall'entrata in vigore si possa intervenire».

Commenti

angelomaria

Mar, 04/06/2013 - 09:03

forse unica magistrato decente