Lo strano furto del Pd: grillini sfrattati

«Clamoroso a Roma», titola il sito dei consiglieri grillini al Campidoglio. E scoppia il giallo agostano delle stanze scomparse. Scriveva ieri il Movimento 5 stelle di Roma: «Dopo la nostra proposta di delibera per migliorare il lavoro delle commissioni e per razionalizzare il sistema dei gettoni, stamattina è accaduto qualcosa di sorprendente. Ci siamo svegliati con due stanze in meno e i collaboratori senza scrivanie, computer, fax, eccetera». Pare che i locali mancanti siano stati assegnati senza preavviso a personale del Pd. I grillini danno alla strana «okkupazione» un significato politico: vogliono impedirsi di lavorare, denunciano, oppure si vogliono vendicare per la sgradita proposta sui gettoni. Il «sopruso della maggioranza» resta agli atti e i seguaci di Beppe avvertono: «Non ci arrendiamo. Neppure ad agosto».