Stretta di mano Kyenge-Tosi

Dopo le polemiche tra il ministro e la Lega arriva un segnale di distensione

Dopo le polemiche, la stretta di mano. Pace fatta (per ora) tra Cécile Kyenge e la Lega. Ieri il ministro ha visto a Verona il sindaco Flavio Tosi per un incontro «istituzionale e non politico», ha detto lei. L’occasione è stata l’inaugurazione di una summer school.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 05/08/2013 - 08:42

Tosi, attenditi un'ondata di amichetti della Kyenge, poi non venire a lamentarti però.

mbotawy'

Lun, 05/08/2013 - 09:24

Perche' dare importanza a una clandestina africana,impiegata dal PD per una possibile integrazione di milioni di illegali con il solo scopo di portare voti al debole partito?

franco@Trier -DE

Lun, 05/08/2013 - 09:46

Mi meraviglio di Tosi , ogni commento è superfluo i veri italiani mi capiscono al volo.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 05/08/2013 - 10:04

Sono problemi tra la Lega e Kyenge, che da alcuni leghisti è stata insultata. Non sono razzista, però a Kyenge imputo di aver cercato di ingannare il popolo italiano con la sua nota dichiarazione di partenza, mai smentita, secondo cui lo "ius soli" troverebbe applicazione “nella maggior parte degli stati europei". A quanto mi risulta il suo amato “jus”, attraverso il quale forse spera i cambiare il colore della pelle alla popolazione italiana, trova applicazione, per altro ridotta, solo in Francia, nonché naturalmente negli SU, come tutti sappiamo. Non ho la possibilità di documentare le mie affermazioni, ma sarei lietissimo che le smentisse Kyenge, che da ministro non ha alcuna difficoltà nell’interpellare le rappresentanze diplomatiche dei paesi di tutto il mondo. Grazie Kyenge, ma sono certo che la mia prece sarà sicuramente inascoltata, da Lei e dai suoi numerosi estimatori, con il premier Letta in testa, alla cui destra ormai Lei siede permanentemente.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 05/08/2013 - 10:13

I nostri bisnonni, nonni, genitori, noi e i nostri figli, hanno pagato-paghiamo-pagheranno una montagna di tasse per fare "funzionare" (va beh, si fa per dire...) lo Stato. Paghiamo per il servizio sanitario, per il sistema pensionistico, per la scuola, per il sostegno delle politiche agricole-industriali-ecc., per l'ordine pubblico (Polizia, Carabinieri, GdF, ecc...), per la difesa, per il funzionamento del governo nazionale, dei governi locali, di regioni-province-comuni-comunità montane-ecc..., per i rimborsi elettorali ai partiti, i finanziamenti ai giornali, per le opere e infrastrutture pubbliche, per la RAI, per ambasciate e consolati, per l'infinito "sostegno al mezzogiorno", per mantenere migliaia di enti inutili, per il funzionamento della Banca d'Italia, dell' Agenzia delle Entrate, di Equitalia, dei catasti, dei parchi nazionali e per altre migliaia di voci che contribuiscono legittimamente o meno a quel "buco nero", quella voragine senza fondo chiamata "spesa pubblica"-"pubblica amministrazione".... E va bene! Abbiamo permesso che tutto questo diventasse un indegno e infinito dissanguamento delle nostre risorse e la causa primaria del dissesto, della paralisi, della depressione e della disperazione che si accompagnano all'attuale devastante crisi del nostro tessuto economico-sociale... E va bene! Ma nessuno deve pretendere che a questa voragine si aggiunga la cifra spaventosa che ogni anno spende lo Stato per gestire le "preziose risorse" che ci stanno invadendo. Io non le voglio queste "preziose risorse", io non lavoro per far si che qualche milione di non-Italiani possa usufruire senza nessun titolo di ciò che intere generazioni di Italiani hanno pagato e pagano. Oltretutto, al di là della spesa, a me non va bene che, per non disturbare o "offendere" le "nuove risorse", vengano violentati-offesi-eliminati i miei usi e costumi, le mie tradizioni, un assetto sociale in cui mi riconosco, ecc... e si affermi quel clima reale di pericolo e minaccia che tutti noi ormai proviamo dentro e fuori le nostre case. Ci sono brave personcine (perché io e tantissimi altri, per loro, siamo brutti e cattivi...) che vogliono aggiungere questa enorme voce di spesa e sono contente di vivere da braccati nelle strade? Ok, che almeno se ne assumano l'onore in toto. Ogni comune d'Italia dovrebbe aprire un dipartimento dedicato a questi bravissimi equi-solidali-paladini dell'accoglienza dove presentarsi, registrare le proprie generalità e autorizzare un prelievo aggiuntivo dai loro redditi (potrebbe essere chiamata, che ne so... "tassa dell'accoglienza solidale fatta col proprio portafoglio e non con quello degli altri") di circa 8mila Euro all'anno, per coprire almeno una parte di quanto ci costa all'anno ogni "preziosa risorsa" che sbarca sulle nostre coste (comprese quelle che andiamo a prenderci direttamente nelle acque territoriali di Libia, Tunisia, ecc...). Per ogni cittadino equo-solidale-democratico che si registra (e paga), una preziosa risorsa verrà accolta in Italia.... Per tutti gli altri, no sbarco, no ingresso e/o immediata espulsione. Non so perché, ma in questo modo penso che potremmo agevolmente gestire le 18-20 "preziose risorse" delle quali si farebbero carico altrettanti magnifici equi-solidali-prograssisti-democratici. Siamo sempre tutti così generosi col portafoglio degli altri.... I rossi, poi, appena gli tocchi la tasca sono prontissimi a sputare sulla tomba di Lenin, sulle fotografie di Boldrini, Kyenge, Vendola e compagni e defilarsi-zittirsi alla velocità della luce! "jus soli"? No! Magari "jus in bello" (giustizia in guerra), "jus gentium" (giustizia che si applica anche agli stranieri", "jus utendi fruendi et abutendi" (il diritto del proprietario di usare dei propri beni nel modo che egli preferisca), "jus gladii (il diritto di imporre quanto deciso), "jus possessionis" (il diritto di mantenere il possesso dei propri beni), ecc...

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 05/08/2013 - 10:36

Mi pare chiaro, dai fatti, che Kyenge non solo è una “donna”, ma è anche capace ed intelligente, come risulta chiaro dal suo procedere in politica, anche se ha fatto almeno un’ affermazione “sbagliata” (sullo “ius soli”, a quanto mi risulta). Però vedo la fotografia e capisco i motivi per cui Calderoli, che non sa frenare la lingua, abbia fatto un’affermazione infame che naturalmente non condivido e che mai farei, specie nei confronti di una persona molto suscettibile.

killkoms

Lun, 05/08/2013 - 11:51

@02121940,di affermazioni sbagliate la kienge ne ha fatte tante! lo ius soli,l'aumento dei flussi di ingresso in Italia,quando 383mila stranieri sono già disoccupati!per non parlare di coome abbia interpretato lo scontro tra una delle sue pargole,ed un addetto ai servizi di trasèorto della sua città per una tessera d'abbonamento che non andava,come un atto di razzismo!,come

piedilucy

Lun, 05/08/2013 - 13:46

per il saturato COMMENTO BELLISSIMO....il suo commento dovrebbe essere pubblicato sui giornali sono sicura che gran parte della gente la pensa come lei...in quanto alla congolese io non l'ho votata e la rimanderei a casa volentieri con i milioni di risorse che brulicano nelle nostre strade

marcoghin

Lun, 05/08/2013 - 21:54

Fantastico Tosi, lei e Zaia. È cosi che pensate di raccattare voti? Con voi la Lega in Veneto è a quote di prefisso telefonico. Cosa state architettando? Potete spiegare, per piacere, cosa vi passa per la testa?

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Gio, 23/06/2016 - 14:32

E ci credo...Il Traditore non è più della Lega.Giustamente lo hanno mandato via con i suoi miseri stracci.Adesso è diventato un Fiero Paladino dell'invasione...