Su FB i nomi di chi affitta alle lucciole

«Adesso basta! Ho deciso di rendere pubblici i nomi e cognomi di coloro che, residenti e non, affittano case alle prostitute a Porto Sant'Epidio». È l'annuncio choc che il sindaco della cittadina Nazzareno Franchellucci (Pd) ha postato sul suo profilo Facebook. Un'uscita che fa seguito all'ennesimo episodio di violenza registrato giovedì all'alba nella cittadina: una sparatoria fra bande che gestiscono la prostituzione nella zona, per fortuna senza feriti. «Dalla prossima settimana - scrive - incroceremo i dati dei verbali che le Forze dell'ordine stanno facendo, e nei quali figura il domicilio delle ragazze, con quelli di coloro che risultano affittuari e proprietari degli appartamenti. Se non avrò la possibilità di rendere pubblici questi nomi, lo farò tramite social network».