Suicida dopo lo stupro La storia in un fumettoPer non dimenticare Carmela

È diventata un fumetto (libro pubblicato dalle edizioni padovane Beccogiallo) la storia di Carmela, la 13enne di Taranto che si uccise il 15 aprile 2007 perchè nessuno credeva che avesse subito due stupri nel giro di pochi giorni. Era una ragazza molto sensibile Carmela, e sarebbe stata proprio l'indifferenza verso il suo dramma a spingerla al suicidio. La ragazzina si lanciò dal balcone di un edificio del rione Paolo VI, dove era ospite in casa di amici di famiglia. Il libro-fumetto, che si basa sul diario in cui Carmela aveva descritto le violenze subite, con nomi e cognomi, è stato realizzato in collaborazione con l'associazione «Io sò Carmela», fondata dal patrigno, Alfonso Frassanito, che oggi ha presentato il graphic novel in occasione della penultima udienza del processo a carico di tre uomini accusati di aver stuprato la ragazzina. La sceneggiatura è di Alessia Di Giovanni, mentre i disegni sono stati realizzati da Monica Barengo.