Sul tavolo del premier il dossier Mastrapasqua

L'ultima grana: rimborsi fittizi all'ospedale Israelitico. Chiesto a Giovannini di chiarire il ruolo del presidente Inps, che non si dimette

Enrico Letta affida al ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, la «patata bollente» del caso Mastrapasqua.

Secondo fonti di Palazzo Chigi, il presidente del Consiglio chiede «massima chiarezza» sulla vicenda «nel rispetto dei cittadini». E si attende da Giovannini, «al più presto possibile», una relazione su tutti i profili del caso, sia dal versante dei possibili conflitti di interesse, sia sulle altre questioni emerse.

Antonio Mastrapasqua, presidente dell'Inps e con altri 23 incarichi in aziende pubbliche e private, è accusato di aver «gonfiato» rimborsi al Servizio sanitario nazionale da parte dell'Ospedale Israelitico romano, di cui è direttore generale. Secondo un'indagine dei Nas dei Carabinieri, la frode ammonterebbe a 85 milioni.

Non solo. Sempre gli investigatori dell'Arma hanno scoperto che l'Inps avrebbe accettato che l'Ospedale Israelitico pagasse i contributi previdenziali attraverso i crediti che vantava nei confronti dello Stato. Nella sostanza, l'Inps avrebbe scontato alla struttura ospedaliera i propri crediti nei confronti della pubblica amministrazione (nella fattispecie, la Regione Lazio).

Per i contorni che sta assumendo l'intera vicenda è singolare che il presidente del Consiglio chieda proprio a Giovannini una relazione sul tema. È vero che il ministro del Lavoro è competente anche sulla previdenza. Ma l'Inps, in questa storia, è solo marginalmente coinvolta; e, per di più, come soggetto che avrebbe subito l'eventuale raggiro.
Per avere informazioni dettagliate, il presidente del Consiglio si sarebbe dovuto rivolgere al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin (Ncd); o ancora meglio, al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti (Pd). Giovannini, invece, è un «tecnico».

Mastrapasqua scade nell'incarico di presidente dell'Inps alla fine di quest'anno. E secondo i suoi uomini non ha nessuna intenzione di dimettersi.
Al di là dell'accumulo di incarichi, Mastrapasqua era già entrato nel mirino del governo Monti, quando denunciò un «buco» dei conti previdenziali a causa della fusione dell'Inps con l'Inpdap. E quando segnalò indirettamente come la riforma Fornero delle pensioni avrebbe innescato il fenomeno degli «esodati». Fenomeno, puntualmente, verificatosi.

Ora, in quanto direttore generale dell'Ospedale Israelitico, è accusato di aver favorito la falsificazione di migliaia di rimborsi chiesti alla Regione Lazio. Nella sostanza, interventi dell'ambulatorio odontoiatrico diventavano interventi «invasivi» in campo ortopedico. L'indagine ha già portato a una decina di rinvii a giudizio, e il nome del presidente dell'Inps non figura nell'inchiesta.

Ma l'intervento di Enrico Letta fa salire di tono l'indagine, con evidenti riflessi politici. Quelle 24 poltrone di Mastrapasqua fanno gola a molti. Tra queste, oltre alla presidenza dell'Inps, c'è anche la vice presidenza di Equitalia.

Commenti
Ritratto di unLuca

unLuca

Lun, 27/01/2014 - 08:47

Se fosse vero sarebbe assolutamente desolante.

Edda Buti

Lun, 27/01/2014 - 08:51

Questo azzeccagarbugli deve essere subito rimosso e non essergli più pagato nessun emolumento.

Beaufou

Lun, 27/01/2014 - 08:59

Se è vero quello di cui lo si accusa, altro che dimissioni. In galera, e di corsa. Ma lui non si chiama Berlusconi, e allora...

fedez

Lun, 27/01/2014 - 09:06

Per fortuna di Mastrapasqua gli illeciti riguardano l'ospedale israelitico e non un ospedale francescano. La stampa sarà molto molto indulgente, come sempre in questi casi...

sale.nero

Lun, 27/01/2014 - 09:13

In quella stanza dei bottoni (letamaio) sono da indagare tutti. Non possono dire che 'non sapevano'. Questo individuo è solo il gestore di un malcostume a cui tutti i 'santoni' facevano riferimento. Oggi chi sa e sta zitto è correo: la magistratura come mai non ha mai indagato?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 27/01/2014 - 09:14

un'intollerabile inchiesta antisemita.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 27/01/2014 - 09:16

Mi arrivata a notizia, di cui non ricordo la fonte, che il super direttore sarebbe anche il titolare di un ufficio di consulenza in tema di previdenza. Voglio augurarmi che sia solo una balla inventata da qualche giornalista in vena di esagerare. Ma se fosse vero sarebbe veramente uno scandalo, compatibile solo con il "sistema" italiano. Mi auguro di essere smentito.

Ritratto di Utente nome

Utente nome

Lun, 27/01/2014 - 09:26

Ma come è possibile che il presidente dell'INPS sia anche direttore generale di un ospedale privato che ha rapporti di dare/avere con l'INPS? Per tacere delle 23 (ventitre) altre poltrone occupate dal suddetto. Mah

angelomaria

Lun, 27/01/2014 - 09:33

non mi piace ma ha ragione buongiorno e buontutto a voi cari lettori

Giampaolo Ferrari

Lun, 27/01/2014 - 09:45

Questo si è da fare cavaliere del ladrocinio ma cosa vuoi,lui fa parte dei ladri di stato,è tutto in regola.

a.zoin

Lun, 27/01/2014 - 09:52

Come può lo stato Italiano lasciare il potere in mano ad un individuo avido come questo Mastrapasqua ??? Posizioni come queste devono essere dirette con ONESTÀ, ciò dimostra che nel governo,coloro che ci governano, ci sono troppe persone che l`ONESTÀ non sanno dove abita e si coprono una con l`altra!!! "COSA VUOL DIRE TUTTO QUESTO ??? CORRUZZIONE, FAVORITISMO."!!!

Ritratto di Remigio

Remigio

Lun, 27/01/2014 - 10:29

La TV ha detto che il Mastrapasqua oltre all'Inps, Equitalia è intramato in venti incarichi certamente pagati bene oltre a benissimo dell'Inps e Equitalia. Ma in Italia non ci sono 20 giovani laureati capaci di stare nei posti di Mastrapasqua? Che ha di particolare questo uomo anche bruttoccio da non poter fare a meno di lui? Ovunque volgi lo sguardo ti vedi un'Italia da buttare, altro che cambiare, caro Matteo!!!!

Ritratto di mark 61

mark 61

Lun, 27/01/2014 - 10:31

quel signore delle 25 poltrone soltanto 1,2 milioni di euro all'anno …circa 4,4 miliardi di vecchie lire........alla faccia del doppio incarico schifoso dopo questo scandalo forse si dimette da un incarico povero come fara????

TruthWarrior1

Lun, 27/01/2014 - 12:54

Adesso tutto è chiaro! Da quando c'è questo individuo al timone dell'istituto italiano più vessatorio nei confronti dei cittadini italiani dopo l'agenzia delle entrate, i risparmi dei cittadini italiana si sono assottigliati rapidamente per pagare tasse e imposte inique. E poi la Nirenstein osa di parlare di anti-semitismo! Ma va....!

migrante

Lun, 27/01/2014 - 13:06

dagli al mastrapasqua !!!...lettori di destra, di centro, di sinistra tutti uniti...ognuno ovviamente per i "casi" propri..l'uno perche` legge "ospedale israelitico", l'altro perche` legge "regione Lazio" (Polverini)...tutti con il dagli al ladro delle 24 poltrone e nussuno che chieda...ma tutte 'ste poltrone chi gliele ha date ?..no, perche`...mettiamo in chiaro una cosa...le poltrone " 'un se l'e`prese da solo"!!!!