Svaligiata la dimora delle larghe intese

Ladri bipartisan, quelli che l'altra notte si sono intrufolati nella casa romana del ministro Nunzia De Girolamo ed il marito Francesco Boccia. Ricordi di famiglia, gioielli e abiti firmati per i quali hanno eseguito un'accurata selezione, portando via solo vestiti e tailleur di marca. Nessun angolo della casa è stato tralasciato, neppure la culla della piccola Gea. Ingente il valore del bottino, anche se non è ancora stato quantificato, mentre le indagini stanno cercando di appurare la dinamica del furto. Di certo i ladri sono entrati dalla porta principale: una circostanza che fa riflettere investigatori e gli stessi coniugi De Girolamo - Boccia.