La sinistra marziana che mistifica la realtà

Dalla tangentopoli abruzzese alle figuracce di democratici e alfaniani

«Contro di me si è messa in moto la macchina del fango». Tempo qualche ora ed è spuntata anche per Massimo Cialente, sindaco dell'Aquila travolta dalle mazzette (presunte), l'infallibile alibi della «macchina del fango». Riassunto: otto persone finiscono indagate, quattro agli arresti, nei guai anche il vicesindaco del capoluogo abruzzese Roberto Riga, fedelissimo di Cialente, nell'ambito dell'inchiesta «Do ut des» sulle tangenti del dopo terremoto a L'Aquila. Si scoprono particolari raccapriccianti, tra cui un'intercettazione dove l'ex assessore alle Opere pubbliche della giunta Cialente dice al telefono con un amico architetto: «Il terremoto è un colpo di culo, se non fai i soldi mo'...». Persone, uffici, linee di comando che il sindaco non poteva ignorare se non colpevolmente, come responsabile del governo cittadino. Al quadretto si aggiunge poi la vicenda scoperta dal Tempo. La cognata del sindaco Cialente aveva comprato una casa nel 2004 per 180 mila euro, e dopo il terremoto ha ottenuto un rimborso di 547mila euro, quasi il triplo. Cialente (non indagato) dopo qualche giorno di resistenza si dimette, ma per colpa di chi soprattutto? Della «macchina del fango». I giornali vicini al centrosinistra, peraltro, raccontano la vicenda senza attribuire lo scandalo ad una parte politica, in questo caso una cricca legata al centrosinistra locale (non solo Pd, anche Udeur e Api). Repubblica gli dedica una pagina intera senza citare il Pd e punta i riflettori su altro: «Le casette promesse da Berlusconi sono costate il 158 per cento in più del prezzo di mercato». E come per magia il colpevole (o almeno indiziato) sparisce.

In altri casi l'appartenenza politica conta, e viene evidenziata, anche quando è temporalmente scaduta. Come in quello della De Girolamo, ministra lettiana (quota Ncd) dell'Agricoltura, finita sotto tiro per la vicenda degli appalti all'Asl di Benevento e le sue pressioni per un intervento coi vertici dell'Asl, rivelato da una registrazione abusiva. Dopo qualche giorno di affinamento in botte la vicenda è deflagrata sui giornali, con dovizia di turpiloquio, quello della De Girolamo nella conversazione domestica rubata da un manager (indagato) per vendetta («Mandagli i controlli e vaffanculo!») e l'sms a Mastella: «Sei una merda». Guerre di potere, sconfinamenti impropri (specie al Sud) della politica in campi dove dovrebbe tenersi a debita distanza, come la sanità. Repubblica però in questa vicenda ci legge «la prova definitiva» di un'altra verità: che «la bellezza berlusconiana è sempre stata una menzogna». L'origine di tutti i mali. Colpa d'altri anche per Alessia Morani, la sottosegretaria renziana alla Giustizia, fattasi notare per una caviglia tatuata molto aggressive e, a Ballarò, per un eloquio non proprio sciolto. Libero ha fatto notare la performance dialettica non eccezionale della Morani, riportando ampi stralci della sua ospitata già ribattezzata su internet «la supercazzola della Morani»: «Io credo che questo anno incredibile bisogna metterci un punto e il Pd di Renzi vuole mettere un punto a questa prassi di incertezza, di confusione, di sfiducia (...). Il timing che abbiamo dato, serrato, che qualcuno lo vive in maniera se volete anche sbagliata pensando che questo nostro pressing sulla maggioranza possa essere un pressing che voglia metterla in difficoltà è tutto il contrario». Il Corriere la interpella e lei spiega che non era poco chiara, è che la dipingono così: «Noi renziani dobbiamo abituarci ai giornalisti di parte, di destra, pagati per infangarci, per demolire subito il nuovo che nasce, che cresce». La macchina della supercazzola.

Commenti

swiller

Lun, 13/01/2014 - 08:23

Gente senza vergogna ladri buffoni, in galera senza processo.

Ritratto di Teramaners

Teramaners

Lun, 13/01/2014 - 08:27

Si consoli dei suoi affanni, Sindaco Cialente, pensando ai 52 dipendenti di una partecipata pubblica in liquidazione dal 2010 per un deficit presunto di 19 milioni di euro, la Abruzzo Engineering S.C.p.A., che da piu' di 36 mesi sono stati (ri)posti e dimenticati nel ripostiglio della CIG (cassa integrazione guadagni in deroga), di cui Lei ignora le sorti: la loro e quella dei propri familiari. Il partito a Lei vicino (mi sembra il PD, ma Lei sa meglio di me che ormai non fa piu' differenza se lo si confonde, il suo partito, con il PDL o NCD o FI) tesse mediaticamente ovunque le lodi degli altri dipendenti - sempre della Abruzzo Engineering un centinaio e piu' - che continuano a prestare la loro opera attraverso le eccellenze professionali acquisite nel tempo e instancabilmente comandati negli uffici Comunali dell'Aquila, nell'evadere le pratiche inerenti la ricostruzione post-sisma della citta'. Si e' dimesso, Sindaco? "Morto un Papa, se ne fa un altro...". Benvenuto nel "Club di un dio minore". Per obbligo sociale, la saluto. Domenico Attanasii

bruna.amorosi

Lun, 13/01/2014 - 08:36

ma che mistificano , questi non mistificano proprio niente questi sono così sicuri di essere i migliori in assoluto che basta sentire come apostrofano BRUNETTA -NANO però fanno finta di non sapere che LA PEZZOPANE è UNA NANA . i sinistri sono impastati di falsità fin dentro le cellule dei spermatozoi dei loro padri . Sono talmente sicuri che loro siano i migliori e sarebbe inutile fargli capire che oggi la gente non è più scema ed è troppa la sozzeria che i loro magistrati gli coprono che alla fine basta un granello di sabbia dentro dentro un (ingranaggio ben coperto che alla fine ingrippa ) tutta la loro falsa moralita .

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Lun, 13/01/2014 - 08:39

...E ricordatevi sempre il "soccorso rosso"! Cioè: si scopre un ladro a sinistra (non si fa fatica, hanno una fame da lupi e sono inetti totali) e viene riferito sui giornali? Bene, state sicuri che il giorno dopo vanno a trovare una qualsiasi cretinata a destra e la strombazzano ai quattro venti, la fanno diventare una tempesta, pretendono il passaggio parlamentare, fanno una confusione del demonio, solo per coprire il loro furto. Sono loro che rubano, ma i poveri di spirito devono credere che siano altri. Non c'è scampo, è il loro metodo. Quindi, o si fa la voce ancora più grossa della loro, oppure si aspetta che passi. Il tempo è galantuomo...almeno lui!

Ritratto di Teramaners

Teramaners

Lun, 13/01/2014 - 08:49

Dichiara, Cialente: (...) Non è un Paese per gente come me, che sono un Forrest Gump (...) http://www.primadanoi.it/video/546156/Abruzzo--Massimo-Cialnte-firma-le.html "Forrest Gump VS Lolli Hood" Dopo un "Forrest Gump" che se ne va, cresce l'attesa per un "Lolli Hood", gia' previsto per la turnazione. Una turnazione o, per meglio chiarire, la rotazione del personale in una societa' partecipata pubblica in liquidazione dal 2010 per un presunto deficit di 19 milioni di euro, la "Abruzzo Engineering", che tarda a essere rispettata in pieno. Infatti, sono 52 le persone che sono poste in cassa integrazione da anni e mai richiamate per l'avvicendamento con i lavoratori distaccati e comandati in prestito negli uffici tecnici del Comune e della Provincia dell'Aquila per lo smaltimento delle pratiche inerenti la ricostruzione della citta'. Vista l'emergenza creatasi sull'onda degli ultimi accadimenti politici, probabilmente, proprio nella giornata di oggi, rappresentanti autorevoli si recheranno a Roma determinati a discutere e ottenere salvaguardie per i dipendenti di una societa' in perdita, a discapito di chi resta in CIG.

onurb

Lun, 13/01/2014 - 09:10

Chissà se il PD espellerà anche questi indagati per poter continuare a fregiarsi del titolo di partito degli onesti. Di questo passo nel partito ci rimane solo Renzi.

angelomaria

Lun, 13/01/2014 - 09:12

piu si lamentano piu' s'inbrodano tacessero almeno!!!

angelomaria

Lun, 13/01/2014 - 09:15

altro che supercazzola con spostamento a destra voi la supercazzola vela' fate ogni giorno a colazione pranzo cene e non smettete neanche quando dormite!!

vittoriomazzucato

Lun, 13/01/2014 - 09:20

Sono Luca. E' arrivato il momento anche per il sindaco Cialente, il sindaco rieletto che durante l'intervento di BERLUSCONI-Bertolaso, nicchiava sull'operato del primissimo intervento (le villette al posto dei containers). Ma la Pezzopane che per il Senato ha corso solo nel 2013, dove era, mi chiedo, non vorrei che fosse un altro "caso Amato Giulio" sottosegretario di CRAXI. GRAZIE.

andrea da grosseto

Lun, 13/01/2014 - 09:59

Secondo me però la frase più impressionante è quella in cui l'assessore si dice sicuro di non avere problemi perché tanto ora sta con la sinistra e quindi i magistrati non causeranno problemi....più chiaro di così. Purtroppo per lui però non tutti i magistrati fanno parte del clan di MD.

Mobius

Lun, 13/01/2014 - 10:44

Per questi compagni schizofrenici sarebbero molto indicati i manicomi della ex Unione Sovietica.

VYGA54

Lun, 13/01/2014 - 11:07

Mi aspetto una corposa manifestazione del "popolo delle carriole" che furono così solerti a manifestare quando c'era Berlusconi e che, come d'incanto, si sono dissolte dopo la sua caduta....

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 13/01/2014 - 11:25

Incredibilmente la sciagura dell'Aquila deve aver avuto per tutti, ma proprio tutti, insospettati risvolti comici. Ridevano tutti: imprenditori, prefetto (o prefetta?), assessori democratici e, rigorosamente, antifascisti. L'unica cosa fangosa è la faccia di Cialente. A prima vista sembra fango. In realtà è materiale organico. Maleodorante, per giunta.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Lun, 13/01/2014 - 11:43

Più passa il tempo e più mi convinco che servono tre comunisti per fare mezzo Berlusconi.......mah, non si può scatenarsi così a dire e fare minchiate! Se penso a Cialiente ,Pezzopane, le cariole La Repubblica a quante infamie hanno rovesciato su Bertolaso e Berlusconi e poi rubano ed intrallazzano come pochi....poverini ,che peccato, almeno De Benedetti non inquinasse e pagasse le tasse,ma nemmeno quello.

Valia49

Lun, 13/01/2014 - 11:48

non ci sono parole..........

cast49

Lun, 13/01/2014 - 12:11

repubblica? ha ragione grillo, è un giornalaccio che racconta solo balle, difende i komunisti e attacca sempre e solo Berlusconi, non nomina mai i sinistri tanto cari a repubblica, insomma una schifezza mondiale.

Emiliotoscana

Lun, 13/01/2014 - 12:31

Se un giorno improvvisamente i magistrati rossi decidano di vedere i misfatti della sinistra,dovremmo costruire velocemente nuove carceri. Allora stiamo tranquilli,loro continuano a rubare,a piazzare i suoi emeriti cervelloni nelle aziende pubbliche. Spero che pensino anche a Cialente,Pezzopane(piccolo) e tantissimi altri onesti come loro.

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 13/01/2014 - 12:56

I bravi aquilani ringrazino Berlusconi per quelle abitazioni chiamate new town che in breve tempo è riuscito a fare realizzare nonostante che dei cialtroni di sinistra che come i peggiori mangiacarogne soffiavano sul fuoco. cari aquilani, con la sinistra sareste ancora nei container.... ps: ma dove k...o sono finiti quelli delle carriole eheheh

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 13/01/2014 - 14:56

Ma, come solo 18 commenti? ma dove sono i vari xgerico, totonno,luigilopiscio, el cogno isidro, birocco lo sciocco, il giusto, il fatto? tutti spariti oppure nascosti sotto le pietre pronti a uscire fuori solo quando devono sputare veleno su Berlusconi?;é adesso come al solito quando si tratta di criticare il partito dei komunistronzi sono tutti uccello di bosco, é questa sarebbe la gente che é Moralmente superiore?!.