Le tante stranezze e i misteri intorno alla scuola di Sapri

Il Csm lo ha già processato per essere retribuito dall'istituto: assolto per un soffio. Riceveva gli studenti in pretura per le tesi e usava il personale per battere i testi

Il giudice Esposito ha una scuola? Sulla carta no, di fatto sì. Certe volte però le carte vincono e i fatti perdono. Pretore ma anche factotum, insegnante, preside, segretario amministrativo e persino testimonial tv. Fango? Almeno il terriccio parrebbe preesistente. Per esempio, la questione del «secondo lavoro» del giudice Antonio Esposito di cui questo giornale si è occupato ieri, era emersa come anomalia già qualche anno fa. Più precisamente, a settembre del 1998, a Palazzo dei Marescialli, la vicenda dell'Ispi di Sapri era finita al punto C delle «incolpazioni» contestate dal Csm alla toga campana, sottoposta a procedimento disciplinare.
Sulla scorta di una relazione redatta da un allora giovane capitano dei Carabinieri della stazione di Sapri, Ferdinando Fedi, si chiedeva conto a Esposito – che nella città della spigolatrice era pretore all'epoca dei fatti contestati - del «ruolo di estremo rilievo nel funzionamento dell'Istituto superiore di studi socio pedagogici italiano di Sapri», del quale sarebbe stato «il gestore di fatto», occupandosi «dello svolgimento del pre-esame di ammissione, dell'assistenza agli allievi per la preparazione della tesi, dell'organizzazione delle varie attività didattiche e dell'aspetto più concretamente organizzativo dell'istituto».
La lettura dell'incolpazione specifica anche il tipo di autorizzazione che Esposito aveva ricevuto dal Csm: «Svolgere presso la scuola un incarico gratuito di docente in materie giuridiche». Ma tra le «accuse» c'erano anche quelle di essere «retribuito per l'attività svolta», di ricevere «in pretura numerosi iscritti al corso, specialmente per la preparazione delle tesi», e di «utilizzare il personale della sezione distaccata di Sapri per la battitura di tesi attinenti al corso». Il giovane carabiniere riferiva inoltre che Esposito era «quasi sempre reperibile» alla Ispi, dove era una sorta di factotum, e che addirittura sarebbe andato nelle tv locali a pubblicizzare le attività dell'associazione culturale/agenzia di formazione.
Il futuro presidente della sezione feriale della Suprema Corte, quel giorno d'autunno si difende dalla versione dell'ufficiale ragazzino attaccando come «mendaci» alcune sue dichiarazioni. In particolare sulla «forma societaria», poiché il capitano aveva parlato di una srl e non di un'associazione culturale, pur specificando che, srl o altro, il problema era la portata dell'impegno del magistrato nell'ente. Esposito nega anche di aver passato più tempo all'Ispi che in procura, ridimensiona il costo di alcuni corsi dell'«istituto» di inizio anni '90 («1,5 milioni l'anno, non 3») e sembra seccato che nelle sue dichiarazioni al Csm il capitano avesse detto che nel tal anno «ai tre indirizzi del corso c'erano 70 ragazze». Invece gli iscritti erano 60, e di entrambi i sessi, specifica la toga.
Vi sveliamo il finale di questo film di seconda visione: il Csm ha archiviato il procedimento.
Ma, come dice uno dei consiglieri che lo giudicò «la sentenza fu combattuta e l'assoluzione molto risicata». Il pretore si salvò con qualche difficoltà, ma il suo accusatore non fu ritenuto di certo poco credibile. Il capitano Fedi non è stato degradato, e non è stato cacciato dall'Arma, che evidentemente ha continuato a considerarlo un eccellente ufficiale. Ora è colonnello, e ricopre un importante incarico.
L'Ispi, come detto, esiste ancora.
Il fatto che il giudice Antonio Esposito non sia proprio una presenza marginale in quella scuola privata e di famiglia non rappresenta per il Csm un illecito disciplinare. La quasi quarantennale associazione «senza fine di lucro», battezzata a dicembre del 1978, quando Esposito e sua moglie erano a inizio carriera, continua a prosperare: organizza convegni, corsi, sportelli, firma convenzioni con province e regioni, collabora con l'Unical, l'Unicusano, la San Pio V, la Suor Orsola Benincasa di Napoli. E si pubblicizza, come raccontavamo ieri, inserendo tra i contatti il telefono cellulare dell'alto magistrato. Ultimamente più prudente e meno entusiasta con chi chiama per iscriversi ai corsi.
A una cronista del Giornale che gli ha telefonato chiedendogli se fosse lui il referente dell'istituto, Esposito s'è mostrato un po' burbero: «No, no, non sono io, senta lei sta facendo troppe domande, non so come ha avuto il mio numero, lo vuole il numero della segreteria sì o no?».

Commenti

J.J.R

Ven, 09/08/2013 - 10:25

Cassazione: non giudica sul fatto ma sul diritto: è giudice di legittimità. Ciò significa che non può occuparsi di riesaminare le prove, bensì può solo verificare che sia stata applicata correttamente la legge e che il processo nei gradi precedenti si sia svolto secondo le regole

luicom

Ven, 09/08/2013 - 10:31

Ma basta con questa informazione ridicola......Espostio ha condannato Berlusconi perchè questo è emerso dal processo e le prove erano inequivocabili....detto questo lui smessi i panni del magistrato è una persona come le altre e condannarlo moralmente o anche penalmente non toglie niente ai reati commessi da Berlusconi

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 09/08/2013 - 10:36

Una magistratura del genere può fare e fa comodo solo ad Epifani, Puppato, Grillo, Vendola e tutti i loro compagni. Una volta si diceva, in gergo napoletano ma sinistro: "Addavenì baffone". Volendo, ovviamente, intendere qui, con espressione impropria, che si attende la vera giustizia, proveniente solo dalle leggi, che faccia veramente pulizia in questa "magistropoli". Se attendiamo che la faccia il csm, è tempo perso. Questo è ormai solo organo di controllo sulla carta. Nella realtà è parte dello scandalo giudiziario.

Giangi2

Ven, 09/08/2013 - 10:37

Ma se tutti facessero come Esposito cioè distraendo le risorse dei tribunali per dirottarle per fini privati non mi sembra un comportamento molto onesto. Un giudice che svolge altre attività potrà mai essere obiettivo e giusto come si richiede se dovesse capitare di giudicare per esempio un suo studente o parente? Tralasciamo la parte economica. Si parla tanto di conflitto di interessi ma la parola stessa e' sinonimo solamente di Berlusconi.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Ven, 09/08/2013 - 10:41

dott. esposito, licet quaeras, respondet comitate, scusa dimenticavo, lei il latino o l'italiano non lo mastica affatto, quindi traduco: fare domande è lecito, rispondere è una questione di cortesia.

hectorre

Ven, 09/08/2013 - 10:42

ai sinistrati con le fette di prosciutto sugli occhi...questa è la vera m..ia! Se non riuscite a completare la parola,comprate una vocale...e poi una consonante......non è poi così difficile!!!....solo in Italia possono esistere simili porcherie.

timoty martin

Ven, 09/08/2013 - 11:01

Vergognoso e troppo arrogante. Perchè non restituisce gli stipendi?

tonipier

Ven, 09/08/2013 - 11:02

" LA CATEGORIA DEI PROTETTI" L'ITALIA il paese dei MISTERI... La prevenzione di soprusi giudiziari potrà essere seriamente realizzata se si farà luogo all'opera di bonifica sociale diretta a soffocare i focolai di corruzione che insidiano e corrodono i poteri pubblici.E soprattutto se si farà luogo alla introduzione nel nostro ordinamento giuridico dei suggerimenti e dei principi delineati , espressi nella opportunità di rendere possibile la più estesa applicazione degli istituti della astensione e della ricusazione del giudice per poter impedire la esplicazione di arbitri che è molto difficile provare nalla ispirazione e nelle motivazioni della loro esteriorizzazione e che, come si è detto, rappresentano il prodotto mostruoso, la espressione teratologica della giustizia nel suo svolgimento, nel suo divenire.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Ven, 09/08/2013 - 11:02

Privacy:Diritti&Diritto“Non poteva non sapere” Chiamasi Giustizia quella con un giusto processo per accertare la verità nient'altro che la verità e se accettiamo passivamente insulti del Diritto “ Non poteva non sapere ” o “ Associazione esterna alla mafia ” a che servono i Codici e la moralità nel Giuramento di Ippocrate fatte da un medico e per un avvocato in base all'Art. 6 del Codice Deontologico Forense che recita “ L'Avvocato deve svolgere la propria attività professionale con lealtà e correttezza: “ Giuro di adempiere i miei doveri professionali con lealtà, onore e diligenza per i fini superiori della Giustizia e per gli interessi della Nazione ”. Mi chiedo, come mai ANF non ha mai aperto un fascicolo riguardando gli abusi commessi dalla Magistratura o non è vero che chi ha incarcerato ingiustamente un cittadino e che il Csm , anziché allontanare questi magistrati fanno pure carriera diventato Casta$Lobby? Vero o no che quasi tutti gli esponenti dell'Anm hanno un seggio blindato dalla Sinistra? Vero o no che anche l'Ordine dei Giornalisti FNSI influenzano i processi, inquanto, Casta Politica mancando il Giuramento? Insomma, non vi pare evidente che il professori Marazzita, Taormina e Coppi, abbiano una valenza professionale pari a 100 PM e Giudici che manco pronunciano tutta la procedura di una sentenza? Non vi pare cara Associazione Nazionale Forense che un presunto imputato debba avere un giusto processo e accesso alle prove del Pm nel caso eclatante di Berlusconi i difensori hanno trovate il fascicolo secretato SME,IMI e SIR (n.9520/95 o non è vero che negli Usa è reato con arresto in aula? Che cosa dire inquisire i testimoni a discaricO non è abuso di potere nel celebrare un processo che deve tirare fuori la verità o si vuole un Popolo di omertoso?

electric

Ven, 09/08/2013 - 11:08

Davvero un bell'esempio di onesta' e correttezza, questo Sig. Esposito... Complimenti!

Ritratto di Baliano

Baliano

Ven, 09/08/2013 - 11:13

Tutto a gratis e "senza fini di lucro"? hmmmmmm ci crediamo! Ci "obblighiamo" di pensarlo... Ma non sarà per caso pure un "evasore" a furia di "raschiare" gli altarini? Noo? Speriamo... Altrimenti, ci sarebbe da scompisciarsi dalle risate: Il classico "caldaio" che inveisce sulla "pentola" ... wahahahahahahahahaha... e la "giudica" persino e addirittura: Roba da camicia di forza, da internarli e buttare la chiave. Speriamo siano malignità, diversamente... ci divertiremo!

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Ven, 09/08/2013 - 11:14

...anvedi ..."ciccio formaggio" percepisce due stipendi....(QUELLI CHE SE SANNO)...vuoi da vedè che se fuma anche due pensioni??.e magari "quarche" bustarella ?.INDAGARE URGENTEMENTE BISOGNA , PROCURE ONESTE all'attacco, GUARDIA DI FINANZA INDAGATE suvvia !! ...mumble mmm mumble

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Ven, 09/08/2013 - 11:20

,,, "addavenì baffone " frase antica, si riferisce a Stalin "u" baffone ,,, espressione comunista per eccellenza zazà ..

ALASTOR

Ven, 09/08/2013 - 11:23

Le stranezze andavano denunciate prima della sentenza, non dopo. La credibilità dei giornalisti non può essere inferiore a quella dei magistrati. In questo caso fanno entrambi una pessima figura.

ego

Ven, 09/08/2013 - 11:29

per luicom che scrive:""le prove erano inequivocabili..""--------Mi dica quali sono queste prove. In secondo luogo mi dica come mai per lo stesso reato De Benedetti si beccò una semplice sanzione amministrativa. Si tolga il prosciutto dagli occhi e risponda a queste due semplici domande.

Triatec

Ven, 09/08/2013 - 11:32

luicom @ Ti sei perso qualcosa... le prove inequivocabili? le prove non ci sono proprio, ma i giudici condannano con la formula magica: Lui non poteva non sapere. Questa è la pistola fumante! E'stata applicata correttamente la legge, se uno viene condannato anche in assenza di prove?

Romolo48

Ven, 09/08/2013 - 11:33

x luicom ... lei avrà certamente letto gli atti processuali per affermare che "le prove erano inequivocabili"; solo, nasce un sospetto, che lei abbia sbagliato processo, perché di "prove provate" non ne sono emerse. Berlusconi è stato condannato sulla base del teorema "non poteva non sapere", lo stesso teorema che il Giudice si affanna a dimostrare. Esiste una sola possibilità che questo teorema porti alla soluzione dichiarata dal Giudice in questione: che escano i nomi di coloro che hanno informato Berlusconi. Cosa di cui non v'è traccia nei due gradi di giudizio precedenti.

levy

Ven, 09/08/2013 - 11:34

"Il Giornale" fa' bene a mettere in risalto, con questa occasione della sentenza su Berlusconi, tutto il marciume che c'é in quell'ambiente, e gli italiani dovrebbero arrabbiarsi e protestare. Se stanno zitti, allora di che si lamentano.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 09/08/2013 - 11:35

i commenti dei comunisti sono ridicoli, costoro vogliono giustificare l'operato dei magistrati che SBAGLIANO clamorosamente, e vogliono addirittura negare che è giusto rifare il processo!!! delinquenti, comunisti!!

lupo.rex

Ven, 09/08/2013 - 11:36

Ha una Scuola di specializzazione per insegnanti di sostegno? Ma chi ha bisogno di tornare sui banchi è questo cialtrone che non conosce neppure la lingua italiana di fronte al quale persino il mitico Tonino e persino Ingroia si elevano come giganti! Qualcuno dice che sono una minoranza: balle! E dove sono, cosa fanno i colleghi "giusti" per difendere la categoria più scalcinata e sputtanata a livello internazionale? Sono quasi tutti degli Esposito: ignoranti e presuntuosi palloni gonfiati!

Pazz84

Ven, 09/08/2013 - 11:43

Siamo alla beffa finale. In parlamento si rimanda la votazione sull'incandidabilità di Berlusconi. In questo paese si processa il giudice e non il criminale. Con tutti questi attacchi personali siete diventati ridicoli. E' palese che lo state facendo solo ed esclusivamente per denigrare uno dei giudici che ha condannato Berlusconi. Come se tutto questo lo rendesse innocente...

disaccordo

Ven, 09/08/2013 - 12:04

TUTTO ESPOSITO MINUTO PER MINUTO ALLEGATO L'INSERTO DI 1 PAGINA "IL GIORNALE"

squalotigre

Ven, 09/08/2013 - 12:07

J.J.R- Giusto. La Cassazione giudica sulle motivazioni presentate dal Tribunale d'Appello per stabilire se siano sufficienti a condannare l'imputato. Se in esse appare che Silvio è stato condannato perché " non poteva non sapere" tali motivazioni sono risibili (l'ha detto Esposito nell'intervista, mica io) e bisogna che ci siano Tizio, Caio e Sempronio che lo accusano (Esposto dixit). Ora o mostra le carte processuali in cui appaiono i nomi suddetti o la sentenza è una sentenza simile a quella che i tribunali fascisti e comunisti pronunciavano contro gli avversari politici. Tutto nella legalità naturalmente. Ma una legalità non di paese democratico ma totalitario. E se il giudice Esposito non potesse mostrare i nomi di Tizio, Caio e Sempronio in un paese appena appena civile dovrebbe rispondere di DOLO. La sentenza dovrebbe essere giudicata nulla e si dovrebbe procedere ad un altro dibattimento, magari affidandolo ad un Presidente che fosse in grado di esprimersi in italiano. Ma per le persone come lei i giudici rivestono la prerogativa di essere equiparati ad una divinità, sono sempre infallibili e ciò che affermano sono parole evangeliche. Io sono cattolico e praticante e di Dio ne riconosco uno solo e non si chiama Esposito.

thepaul

Ven, 09/08/2013 - 12:11

Ma non vi vergognate con questo sciacallaggio verso la Magistratura? Esposito era il referente di una scuola. E allora? In cosa questo è in conflitto con l'imparzialità del magistrato? E poi: per gli ignoranti di diritto che si informano soltanto tramite i giornali, la Corte di Cassazione decide NON nel merito, ma sulla legittimità. In pratica: la Cassazione NON DICE che berlusconi è colpevole perché agli atti ci sono le prove. Quelle sono già state discusse e valutate nei precedenti gradi di giudizio. La Cassazione DICE che berlusconi è colpevole perché i gradi di giudizio precedenti hanno operato bene. Tanto è vero che la pena principale è stata confermata, quella accessoria è stata sospesa e gli atti sono tornati ad ALTRA corte d'appello per la valutazione NON dell' "AN" ma del "QUANTUM", cioè se i 5 anni siano corretti o no. Questa è la verità ed è così che funziona la giustizia in Italia. Ci sono i giudici di merito che decidono e quelli di legittimità che valutano lo svolgimento del processo dal punto di vista "formale". #giangi2: se non lo sai, il giudice che si trova in posizione di "conflitto di interesse" è OBBLIGATO ad astenersi. Se non lo fa rischia un procedimento disciplinare. Quindi il giudice non si troverà MAI a giudicare un suo parente.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 09/08/2013 - 12:11

Per noi cittadini che non hanno letto la sentenza, e che dopo averla letta non sono in grado di interpretarla, le prove sono inequivocabili quanto quelli che dicono che non esistono. La sentenza non è appellabile, quindi queste discussioni sono puri pettegolezzi estivi.

Ritratto di Baliano

Baliano

Ven, 09/08/2013 - 12:12

"... e a noi fecer la guerra" - "Lo spigolatore di Sapri"

ego

Ven, 09/08/2013 - 12:13

per mortimermouse------ Vede, essere comunisti oggi, dopo tutto quello che la storia ci ha consegnato, equivale ad essre affetti da malattia mentale, da una sorta di distorsione cerebrale dalle cause assolutamente ignote e incomprensibili. Coloro che oggi avversano Berlusconi e il centrodestra, non credo siano "comunisti" nel senso autentico del temine, bensi sinistroidi che del comunismo hanno ereditato una forma mentis e una metodologia di comportamento. Per esempio il voler eliminare con qualsiasi mezzo (giudiziario, calunniatore, perfino fisico) l'avversario politico fu tipico di quell'infame ideologia ed è tutt'ora metodo utlizzato da questi ridicoli sinistroidi. Avere una magistratura corrotta che, mediante un processo farsa, elimina un politico avversario è cosa bene accetta da questi individui lontani mille miglia da un modello di società democratica che, in primis, presuppone l'esistenza di una magistratura assolutamnte imparziale e onesta. No costoro sono contenti di avere una magistratura da Stato totalitario completamente asservita (come la nostra) alla loro parte politica.

cgf

Ven, 09/08/2013 - 12:14

@luicom di ridicolo c'è lei perché le prove non ci sono, i movimenti di denaro non ci sono, non esiste documentazione, praticamente una mail che contiene inesattezze, una più grossa dell'altra, scambi di luoghi e di persone e si ipotizza una fantomatica frode, sebbene chi scrisse quella mail ha confermato che l'interpretazione data dalla procura non rispecchia quanto lui ha voluto dire, rimane valida la convinzione della pubblica accusa. Quindi...

Angel59

Ven, 09/08/2013 - 12:42

Ma cosa si aspetta a buttarlo fuori dalla magistratura?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 09/08/2013 - 12:50

EGO ed infatti io utilizzo il termine COMUNISTA come un insulto :-)

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 09/08/2013 - 12:54

Pazz84, guardi che Il Giornale non sta deningrando nessuno, semmai è il "giudice" stesso che si sta deningrando da solo.

J.J.R

Ven, 09/08/2013 - 12:56

squalotigre...grazie sig magistrato. Vedo che anche lei senza conoscere le persone giudica dall'alto del suo grado.

Ritratto di giuseppesinigagliese

giuseppesinigagliese

Ven, 09/08/2013 - 13:08

come mai una persona viene giudicata senza prove? cosa significa non poteva non sapere? ormai a milano si giudicano le persone in questo modo,io non credo che B. sia uno stinco di santo ma un accanimento così non ha precedenti, il sig. B. dovrebbe chiedere la percentuale alla RAI e ai giornali per tutti gli introiti pubblicitari mandati in onda e le copie vendute, quando sparirà dalla scena politica i grandi giornalisti della sinistra di cosa scriveranno? le tribune politiche di cosa parleranno? non credo di essere smentito se dico che:le trasmissioni partono quasi tranquille, ma subito dopo i sinistri la buttano in caciara sul sig. B.,traspare in modo chiaro l'odio che hanno per questa persona. ma tornando alla vicenda di questo esempio(ESPOSITO)di giudice prevenuto, se ha tanti interessi perchè non si ritira? in questo caso tutte le persone che hanno collaborato con lui erano a conoscienza dei fatti che lavorava extra anche col personale della procura perchè non vengono sanzionate? o per loro "non potevano non sapere non è valido?" il COMPAGNO G.tesoriere PC sapeva e il segretario dell'allora PC non poteva non sapere? E' COME QUEL MARITO O MOGLIE CORNUTO/A CHE NON POTEVA NON SAPERE,quindi anche loro dovrebbero essere condannati.

@ollel63

Ven, 09/08/2013 - 13:09

Anche le sentenze c.d definitive di certe corti di scassazione sono annullabili: tranquilli, sinistron. Questa sarà annullata presto. Cola acqua putrida da tutte le parti.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 09/08/2013 - 13:19

La vera CUPOLA MAFIOSA è quella costituita dai banditi camuffati con la toga.

squalotigre

Ven, 09/08/2013 - 13:30

J.J.R - purtroppo non sono magistrato e non godo del requisito di infallibilità che lei attribuisce loro. Se sbaglio nella mia professione vengo sospeso dall'Ordine e rispondo penalmente e civilmente del mio operato. Per questo e per la mia coscienza cerco di stare sempre attentissimo a non commettere errori che costerebbero la salute delle persone. Vedo invece che poiché non corrono alcun rischio, la salute fisica e morale degli imputati e delle loro famiglie non vengono tenute in alcun conto da una certa parte della magistratura. La colpa, gravissima di Silvio, colpa imperdonabile è di non avere fatto una seria riforma della giustizia nella quale fosse stabilito che gli errori si pagano, che la legge è uguale per tutti, anche per i signori magistrati, i quali devono rispondere personalmente, in solido e con i loro patrimoni, dei danni che provocano agli innocenti che rovinano con le loro sentenze farlocche. E che tali danni debbano essere stabiliti e quantificati non dal loro collega, ma da una commissione sorteggiata caso per caso tra gli esperti di diritto. Solo così il cittadino potrà avere fiducia nella giustizia.

luicom

Ven, 09/08/2013 - 13:31

....e allora perchè una società compra i film in america facendoli transitare attraverso diverse società offshore. E' facile intuire che l'unico motivo è evadere il fisco e costituire fondi neri. E poi qualcuno fa anche lo splendido dicendo che il prosciutto sugli occhi ce l'ho io....ridicoli

ammazzalupi

Ven, 09/08/2013 - 13:34

"Questo" sarebbe un giudice...? Gli italiani sono in fermento, e sembra che anche le porcilaie stiano preparando una rivolta per offesa alla loro "dignità".

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Ven, 09/08/2013 - 13:42

Il prossimo giudice di Berlusconi è stato avvertito : o assoluzione per il cav o al Giornale 'spulceranno' a dovere lui e tutta la famiglia...

fedele50

Ven, 09/08/2013 - 13:45

Luiggi ti schizzo , ero in pensiero , mi mancava il tuo commento porcata del venerdi, molla il fiasco, fa caldo, luiggi tipiscio.

Il giusto

Ven, 09/08/2013 - 13:47

Mi insegnate che se è stato scagionato è innocente,o vale solo per il vecchio pregiudicato?Perciò da giorni scrivete balle...

ego

Ven, 09/08/2013 - 13:51

per luiscom----Senta "prosciutto sugli occhi", lei ha capito poco o niente di tutta la vicenda processuale riguardante Berlusconi. Provo a spiegargliela: Mediaset è stata accusata di aver trafficato con le società off-shore per evadere il fisco. Per questo dovrebbero essere perseguiti e puniti i responsabili di Mediaset. Non mi risulta niente in tal senso. In compenso è stato beccato Berlusconi ormai lontano da diversi anni dalla gestione del gruppo in quanto presidente del Consiglio o giù di lì. Ma, ma recita la sentenza, il Berlusconi rimaneva il dominus (per lo meno morale del gruppo) e quindi "non poteva non sapere". O meglio, come ha precisato l'illustre cassazionista, lui "sapeva" in quanto "Tizio Caio e Sempronio" lo avevano informato. Ora mi dica: 1) chi sono questi Tizio, Caio e Sempronio?; 2) è plausibile che essi, che costituirebbero la famosa prova, rimangano nel buio dell'anonimato? 3) non le sembra tutto ciò una farsa napoletana?. Risponda (dopo essersi tolto il prosciutto dagli occhi).

gagx

Ven, 09/08/2013 - 13:52

Ricordo a mortimer & C. Che non serve essere comunisti per essere contro Berlusconi. ..basta essere onesti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 09/08/2013 - 13:52

LUICOM lei continua a dire scemenze. le società off-shore non fanno affari in questo modo. tra l'altro, chi fa off-shore è per vendere (e quindi guadagnare in modo illecito), mentre la società di berlusconi è solo un compratore (e quindi spende per ottenere un prodotto). come vede.... lei ha idee confuse in proposito :-) ma la cosa non mi sorprende affatto: lei legge notizie del fatto quotidiano, la repubblica, corriere della sera, tutti giornali che pubblicano notizie false, manipolate, che travisano la realtà. e lei purtroppo ci crede ciecamente :-)

ego

Ven, 09/08/2013 - 13:58

per Kasparov77-----------Ma come non siete voi, sinistroidi, a dire che di un uomo pubblico (cioè che ha incidenza sulla vita degli altri) bisogna sapere tutto e anche di più? Ma vede come siete senza ossatura morale e intellettuale!

Tobi

Ven, 09/08/2013 - 13:58

ottimo squalotigre! Sottoscrivo quanto da lei scritto. Aggiungo che, nel caso dela sentenza Berlusconi, l'anomalia è che su circa 600 milioni di euro di tasse pagate ne risultano evasi soltanto circa 7 milioni, e quest'ultima cifra mi pare irrisoria (il proprietario di La Repubblica, carlo debenedetti ha evaso circa 250 milioni di euro, ha la residenza in Svizzera, e a lui non è stata data una condanna per frode fiscale mi pare). Ma il vero scandalo è la motivazione della sentenza su Berlusconi ("non poteva non sapere"). Sarebbe a dire che se uno ha la moglie che compie un reato, allora anche il marito dovrebbe esser condannato in quanto essendo marito "non può non sapere" ciò che fa la moglie. Ma, a prescindere la vicenda di Berlusconi, questi ha gli strumenti per rivalersi nel caso la condanna fosse farlocca (come ormai anche un bambino riesce a capire). Berlusconi puà permettersi i migliori avvocati, può ricoprire di "fango" il tal giudice con i suoi giornali (e badate bene che da quello che risulta dalle rivelazioni dei giornali è il fango a sporcarsi). Ma un cittadino comune che finisce sotto giudici imparziali a cosa si può appigliare? Quanta gente onesta è finita a marcire nelle carceri? E quanti disonesti sono liberi?

AG485151

Ven, 09/08/2013 - 14:05

Sentirlo parlare è da brivido. D'altra parte ultimamente ne abbiamo visti e sentiti parecchi di questi personaggi ai vertici dell'amministrazione dello stato. Governatori e vice della banca d'italia , presidenti di questo e quello , direttori generali , magistrati , il governo monti , accademici , rettori , ..... Nessuna delle aziende per le quali ho lavorato sarebbe sopravvissuta con la gestione di questi personaggi . Eppure occupano i posti importanti senza sapere nulla di direzione,gestione,controllo,motivazione,marketing,economia,risorse umane,qualità,miglioramento continuo,progettazione,programmazione,....E sono là. E spesso non parlano italiano.

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Ven, 09/08/2013 - 14:18

Per Kasparov77 13,42 Ecco la mentalità dei comunisti "si spulciano solo chi vogliono loro e soprattutto che non siano del loro partito"

hectorre

Ven, 09/08/2013 - 14:26

ha condannato il cav.,per i sinistrati è un eroe!!...e chissenefrega se chi giudica é peggio di chi dev'essere giudicato......tutti gli intrallazzi di questo personaggio erano ben conosciuti dal csm,ma nessuno ha mai mosso un dito...ora che il giornale ha scoperchiato il marciume,corrono ai ripari...solo per dimostrare,agli ingenui, che anche tra di loro vige la legge "chi sbaglia paga"....

giuly dx

Ven, 09/08/2013 - 14:30

gagx Ven, 09/08/2013 - 13:52 Se è onesto e le vanno bene i giudici e magistrati "sinistri" che combattono gli oppositori politici e assolvono sempre e comunque i loro sodali, vuol dire che onesto Lei non lo è affatto, specialmente con se stesso: non sarà un komunista dichiarato ma come minimo è colluso o solidale con QUELLA FECCIA.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Ven, 09/08/2013 - 14:39

@AG485151 ma lei è uno di quelli che approvava La Russa in quanto ministro o addirittura Brunetta?

luicom

Ven, 09/08/2013 - 14:42

@mortimermouse...qui samo proprio all'abc...se non hai neanche capito che l'evasione fiscale si fa comprando a prezzi fittiziamente maggiorati allora vabbè....continua così nell'ignoranza

luicom

Ven, 09/08/2013 - 14:45

@ego...quindi mi stai dicendo che mediaset ha evaso le tasse? .....vedi che piano piano preso per mano qualche piccolo ragionamento lo riesci a fare

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Ven, 09/08/2013 - 14:53

@ego Se fosse una partita di arrampicata sugli specchi voi destroidi arrivereste sempre primi, come sempre d’altronde. Il teorema della persecuzione giudiziaria che vi è tanto caro e ossessivamente riproposto con articoli come questi vi fa scivolare sempre più in basso. Se il PD ha tanto potere con la magistratura come spiega il caso MPS , dato che Siena è un comune di orientamento fortemente di sinistra ? Oppure solo i magistrati di detra sono onesti ?

pagano2010

Ven, 09/08/2013 - 14:53

mortimermouse.. evidentemente sei un asino patentato: le società off-shore si costituiscono per "triangolare operazioni" di acquisto/vendita, ri-acquisto/ri-vendita.... tante volte quante te ne servono per inamidare operazioni di import (di beni e/o servizi) - export (di soldi), facendo quello che in linguaggio tecnico si chiama arbitraggio normativo.

Ritratto di massiga

massiga

Ven, 09/08/2013 - 15:12

Assolto per un soffio? Mi ricorda Berlusconi e le innumerevoli prescrizioni. Sempre per un soffio.

Ritratto di massiga

massiga

Ven, 09/08/2013 - 15:16

mortimermouse, i comunisti sono ridicoli perche' vogliono giustificare l'operato dei magistrati che sbagliato clamorosamente. Tu sei patetico perche' vuoi giustificare l'operato di un PREGIUDICATO che ha sbagliato clamorosamente. Ma tanto ho il sospetto che tu non sia un vero lettore, bensi' la redazione che si finge un lettore.

Ritratto di kinowa

kinowa

Ven, 09/08/2013 - 15:23

Un consiglio alla redazione: Lasciate perdere questo signor esposito, vi mettereste contro la mafiocasta dei giudici e sarete condannati non appena (a torto a ragione) verrete querelati. Basta con dargli tanta visibilità state facendo il suo gioco. La loro mafiocasta è piu pericolosa della mafia vera in quanto fanno male senza temere alcunchè e quindi qualsiasi vigliacco può fare il loro mestiere super pagato ( a differenza di noi mortali fanno anche 50 giorni di ferie l'anno). I mafiosi veri almeno rischiano anche la pelle quando delinquono, loro no perche contro il parere del popolo, sono irresponsabili, eppure sentenziano "in nome del popolo Italiano".CHE PRESA PER IL CULO". P.S. CHE FINE HANNO FATTO I NOSTRI MARO'

bruna.amorosi

Ven, 09/08/2013 - 15:29

J.J.R. Giudica che tutto è regolare . beh! come dire ti metti davanti allo specchio e parli da solo .in quale parte del mondo si fanno processi senza sentire i testimoni dell'imputato? .e oltre tutto non dimenticare che nella stessa causa era stata assolto .Solo che i magistrati di MILANO si sono appellati e non hanno voluto testimoni non le sembra un pò disonesto???? .

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 09/08/2013 - 15:48

COMUNISTI, FATE SCHIFO! venduti alla mafia! delinquenti! siete i peggiori ladri della democrazia!!

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Ven, 09/08/2013 - 15:50

@JJR: fiato sprecato... ti rivolgi ad una platea di sordi perche' non vogliono sentire.

steacanessa

Ven, 09/08/2013 - 15:52

Al tempo in cui lavoravo in banca se avessi voluto amministrare il condominio in cui risiedevo sarei stato costretto a segnalarlo all'ufficio personale. I magistrati ne fanno di tutti i colori, ma arrivano comunque all'apice. Non c'è forse qualcosa che non va?

luicom

Ven, 09/08/2013 - 16:43

@steacanessa...anche chi evade le tasse e ne fa di tutti i colori arriva lo stesso all'apice....non guardare solo la pagliuzza

ego

Ven, 09/08/2013 - 16:51

luicom------------Le concedo pure, per ipotesi scolastica, che nell'acquisto dei diritti possa esserci stata evasione fiscale. Ma qui si ragiona su una sentenza che ha condannato Berlusconi in quanto "consapevole e autore" di quella evasione, senza che in tal senso sia stata prodotta alcuna prova. E' di questo che si ragiona. Tutt'al più la condanna doveva riguardare il manager che assunse quella decisione e non Berlusconi che da ben sei anni si era dimesso da tutti gli incarichi gestionali. E poi, visto che ci siamo, altro fatto strano: De Benedetti per lo stesso reato fu sanzionato con un provvedimento amministrativo. Perchè questa differenza di trattamento?

bruna.amorosi

Ven, 09/08/2013 - 17:04

PRETENDO CHE BERLUSCONI SIA GIUDICATO DA UN MAGISTRATO DI DESTRA PROPRIO COME VENDOLA .CHE LO GIUDICATO L'AMICA DI FAMIGLIA .E FORSE TANTO CARA ALLA SORELLA .

ego

Ven, 09/08/2013 - 17:07

per Kasparov77-------------Infatti nel caso Montepaschi (era così esplosivo che non poteva essere insabbiato), la magistratura ci sta andando con i piedi di piombo e i guanti di velluto; negando per esempio l'esistenza di fatti gravissimi come l'arricchimento personale tramite tangenti.Come se i 3 o 4 miliardi pagati in più fossero stati un gentile cadeau senza ritorno dei vertici MPS. E per il caso Penati, altro esempio, dove è finito. Intanto per un capo d'imputazione è intervenuta la prescrizione, tanto se la sono menata. E dopo quanti anni dalle prime denunce (di Albertini in primis) la magistratura ha ritenuto di aprire il fascicolo? E' inutile. La magistratura è pesantemente infiltrata dalla sinistra e insieme alla sinistra politica conduce un'azione golpistica contro la parte avversa e il suo principale esponente. P.S. Lei ha replicato al mio post in modo improprio. Le avevo fatto notare, in risposta alla sua lamentazione, che per la sua parte politica il personaggio pubblico deve sottoporsi ad ogni sorta d'indagine personale. O no? Come del resto avete fatto con Berlusconi.

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Ven, 09/08/2013 - 17:10

@mortimermouse prima di tutto calmati e rifletti sul fatto che nessuno dovrebbe offendere o nemmeno cercare inutilmente e pateticamente di farlo. Basta ragionare su questo : se io ti do del FASCISTA potresti offenderti anche se forse non lo sei. FAI ALTRETTANTO e per quanto riguarda la connivenza tra mafia e PDL leggiti questo link. E’ tratto da un’intervista di uno dei pochi ex ministri di CDX seri e coerenti : http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/16/frattini-alfano-ripulisca-pdl-mafiosi-dobbiamo-essere-partito-degli-onesti/191649/

pagano2010

Ven, 09/08/2013 - 17:13

@EGO... che SB si fosse dimesso non significa nulla essendo il reato contesto a partire già dagli anni 90 (dove lui invece aveva ancora un ruolo al riguardo) e perpetrato sistematicamente con una struttura societaria la cui costruzione vedeva lui coinvolto (vedi il sig. Mills): da qui la FRODE e non l'Evasione. Debenedetti non ha pagato le tasse su un'operazione che contabilmente doveva essere trattata come una plusvalenza e quindi assoggettata ad un'imposta più elevata.

ego

Ven, 09/08/2013 - 17:25

per pagano2010----------Non credo proprio. Nel ns.caso il reato contestato sarebbe avvenuto in epoca in cui Berlusconi era già da alcuni anni fuori azienda. Lo stesso giudice Esposito lo ammette chiaramente (così come le precedenti sentenze) quando afferma che B. o "non poteva non sapere" o che veniva informato (quindi come uno che è fuori dall'azienda) da "Tizio, Caio e Sempronio" (bella prova....anonima!)

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Ven, 09/08/2013 - 17:33

@ego la GIUSTIZIA la applicano SOLO i magistrati che sono TOTALMENTE al corrente dei fatti su cui hanno emesso un verdetto e SOLO su quelle mancanze possono essere giudicati, se sbagliano. Il resto sembra solo intimidazione, tentativo di delegittimazione per ovvi scopi, una forma di ricusazione impossibile ed a posteriori. In Italia ci si può permettere il 3° grado di giudizio (sino spesso a eventuale prescrizione solo se si hanno risorse ed avvocati). Negli USA vale solo il 1° grado di giudizio e chi critica la corte va in galera.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Ven, 09/08/2013 - 17:40

Basta getter fango su Esposito, solo perché ha condannato il Preg Berlusconi (come doveva essere condannato un evasore comune). Si sa benissimo che i magistrati, specie i giudici, svolgono quasi tutti un secondo lavoro. Arbitrariati, li chiamano. In ogni caso, i giudici escono alle 13 dal tribunale e vanno a fare un altro lavoro, altro grosso motivo per la lentezza della giustizia in Italia. Non scrivono le sentenze, fanno un secondo e terzo lavoro. Va posta fine a questa sconceria, i giudici sono sufficientemente ben pagati in Italia. Analogamente, molti professori universitari (specie i professionisti: avvocati, ingegneri, medici, architetti ...) invece di far ricerca seria e curare la qualità dell'insegnamento, fanno una seconda professione. Andrebbero aumentati gli stipendi ai professori (equiparati a quelli base dei giudici) e posto un out-out ai professori-professionisti: o l'insegnamento e la ricerca o la libera professione. E basta sfruttare gli studenti per il secondo lavoro! Più serietà!

ego

Ven, 09/08/2013 - 17:41

per luicom che a un giusto post di steacanessa inffabilmente risponde ""non guardare solo la pagliuzza""------------Questa è veramente forte! Vede, luicom, io rincaro "la pagliuzza. Non è scandaloso che l?esposito nonostante un curriculum zeppo di procedimenti sia diventato presidente di sezione di cassazione? Questi sono i frutti della carriera automatica. Quindi, riepilogando, questi magistati , bestie o bravi che siano hanno tutti: la carriera assicurata; la irresponsabilità civile e penale per tutte le cazzate che possono fare nell'esercizio della loro funzione, anche se rovinano la vita dei loro giudicati; gli stipendi più alti d'Europa; le ferie più lunghe; nessun controllo sulla loro capacità produttiva nè dal punto di vista quantitativo nè dal punto di vista qualitativo. Insomma costoro in Italia hanno trovato il Pese di Bengodi. Urge una profonda e incisiva riforma: un intervento chirurgico radicale. Non credeee?

ego

Ven, 09/08/2013 - 17:47

per Kasparov77----Lei dà un'eccessiva fiducia a questi magistrati che hanno, in Italia, un potere fortissimo che stanno utilizzando in modo squilibrato se non criminoso. I gradi di giudizio possono essere anche 33, ma se la magistratura è marcia avremo 33 volte una porcata di sentenza. In America i magistrati vengono eletti dal popolo e al popolo rispondono. Non faccia paragoni assurdi.

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Ven, 09/08/2013 - 18:02

@ego Il volere popolare in Italia ha eletto fior di mascalzoni in parlamento, per avere i vantaggi che il porcellum, per quanto scandaloso, ha cercato di limitare. Si immagini cosa accadrebbe nelle regioni con forte presenza di mafia se ANCHE i magistrati fossero eletti dal popolo, soprattutto in zone piuttosto circoscritte. Ci rifletta meglio, almeno…

swiller

Ven, 09/08/2013 - 18:02

Licenziarlo in tronco e senza pensione.

Platypus

Ven, 09/08/2013 - 18:20

E così, dopo Boffo, Fini, Di Pietro, il giudice Mesiano, i media berlusconiani ora mettono sotto tiro Esposito. Chissà se avrebbero fatto lo stesso nel caso questo giudice avesse annullato la sentenza di appello...

luicom

Ven, 09/08/2013 - 18:20

@ego...visto che a tratti mi dai l'impressione di uno che ha voglia di conforntarsi sui fatti e non fare solo inutile polemica ti dico che mediaset ha evaso le tasse (lo dice anche l'avv. Coppi, non stiamo scoprendo niente di nuovo). Su nessuna sentenza c'è scritto che Berlusconi non poteva non sapere ma c'è scritto che lui gestiva un sistema volto ad eludere il fisco confermato in questo dalla testimonianza di Tatò che all'epoca era amministratore delegato di mediaset

gagx

Ven, 09/08/2013 - 18:24

Giuly dx, non ci crederai ma si sono onesto, soppratutto con me stesso, sono un piccolo imprenditore che cerca di andare aventi onestamente....mi informo parecchio su come stanno le cose (leggo sia sx che dx), ed e' facile capire una cosa....Lui non e' onesto e si e' sempre fatto i c..zi suoi, tu invece difendi un pregiudicato solo perche'...e' come fosse una questione di tifoseria.

Ritratto di depil

depil

Ven, 09/08/2013 - 18:53

ma nessuno che ne denunci le truffe fatte con la scuola in tanti anni? Come??' Chi ha denunciato ha pagato un conto molto salato??? Come oltre che i togati in suo soccorso è intervenuta anche la camorra???

giuly dx

Ven, 09/08/2013 - 20:16

Kasparov77 Ven, 09/08/2013 - 17:33 Carissimo scacchista il paragone tra l’Italia e gli Stati Uniti NON REGGE PROPRIO PER NIENTE perché in America i magistrati sono eletti dal popolo e se sbagliano pagano, il paragone giusto per l’Italia è con la Russia di Stalin perché come avveniva oltrecortina anche da noi più un magistrato SBAGLIA (sempre che sia a favore di una parte, che mi par di capire è anche LA SUA!) più fa carriera. E quando succedono fatti IGNOBILI come quelli di Tortora o Contrada anziché andare in “galera” o essere cacciati per manifesta INCAPACITA’ non succede nulla e cosa assurda non viene inficiato l’automatismo di carriera. E’ PAZZESCO! Come è pazzesco che ci sia tanta gente con poco cervello che non capisce o fa finta di non capire l’enorme gravità del problema.

BAT 21

Ven, 09/08/2013 - 20:49

Esposito torni a scuola ma dalle elementari! Il non poteva non sapere non è il suo caso...lei non sa niente, neppure l'italiano!

rossono

Ven, 09/08/2013 - 22:16

Pazz84 ogni tanto legga qualcosa di serio. il fatto quotidiano oltre a difendere giudici indifendibili le racconta solo quante scopate faceva Berlusconi ai sinistri colti mica interessano ste cose..

rossono

Ven, 09/08/2013 - 22:31

gagx essere onesti come penati de benedetti monte fiaschi e l'evasore di repubblica e tanti altri? uno con idee sinistrate non puo essere onesto...e impossibile..

giuly dx

Sab, 10/08/2013 - 07:28

Kasparov77 Ven, 09/08/2013 - 17:33 Carissimo scacchista, il paragone tra l’Italia e gli Stati Uniti NON REGGE PROPRIO PER NIENTE; In America i magistrati sono eletti dal popolo e se sbagliano pagano, (qui da noi si legittimano fra loro) il paragone giusto per l’Italia è con la Russia di Stalin perché come avveniva oltrecortina, anche da noi più un magistrato SBAGLIA più fa carriera, sempre che sia a favore di una parte, che mi par di capire è anche LA SUA! (io però sono convinto che non siano sbagli ma una precisa regola o LEGGE INTERNA alla magistratura stessa). E quando succedono fatti IGNOBILI come con Tortora o Contrada anziché andare in “galera” o come minimo essere cacciati per manifesta INCAPACITA’ (ed è proprio questo fatto che mi fa pensare male) non succede nulla e cosa assurda non viene inficiato l’automatismo della carriera: E’ PAZZESCO! Così come il fatto che ci sia tanta gente con poco cervello che non capisce o fa finta di non capire l’enorme gravità del problema e, imperterrita, continua a votare per una banda di bugiardi e farabutti che ha “VOLUTAMENTE” creato anomalia o specie di regime schifoso.