Tassa sulle rendite, ecco cosa succederà

L'aumento al 26% dell'imposta su azioni e dividendi è una trappola: rischia di essere retroattivo. I consigli degli esperti

C'è un rischio trappola per i risparmiatori italiani. Ed è legato al ventilato aumento della tassazione sulle rendite finanziarie. Una novità che per certi versi sarà retroattiva, per altri, se non gestita con attenzione, rischia di far perdere quattrini a chi ha investito con un regime, e se ne trova un altro. Il tema riguarda un po' tutto, esclusi solo i buoni postali, i titoli di Stato e i prodotti a questi equiparati, per i quali l'aliquota resta al 12,5%. Il resto verrà tassato, sembra, dall'attuale 20, al 26%. Parliamo di capital gain su azioni, obbligazioni e fondi comuni; le cedole e i dividendi azionari. Fondi pensione e risparmio previdenziale dovrebbero godere di un'aliquota separata e pari all'11%. Mentre i dubbi (tra i tanti) riguardano anche la tassazione degli interessi dei conti correnti e dei conti deposito, attualmente tassati al 20.

Da ieri si sa che la tassa aumenterà. Ma per ora regna la totale incertezza sulle modalità che saranno adottate. Nel frattempo, chi può tira i remi in barca e, forte anche dei recenti rialzi delle Borse, porta a casa i guadagni accumulati godendo di un regime fiscale migliore rispetto a quello che, presumibilmente, entrerà in vigore dal primo luglio. A due mesi e mezzo dall'ipotetico nuovo salasso, le fonti ufficiali tacciono.

Gli unici attivi sono i consulenti finanziari, che mettono i propri clienti di fronte, da un lato, allo spettro della «retroattività» della tassazione, e dall'altro all'esperienza pregressa: l'ultimo aumento dell'aliquota dal 12,5 al 20% avvenuto con il governo Monti tra il 31 dicembre 2011 e il primo gennaio 2012. E consigliano un check dei «portafoglio», prima che sia troppo tardi. Quindi: come difendersi? Risposte risolutive non ce ne sono, nonostante i tempi stretti. Ma ecco, su cinque punti critici, quello che potrebbe avvenire, sulla base dell'ultimo aumento del 2012.

TITOLI: TASSARE TUTTE LE RENDITE O SOLO QUELLE DA TITOLI EMESSI DOPO IL 30 GIUGNO?

Finora il legislatore ha sempre esteso le normative a tutti i titoli in circolazione.

PLUSVALENZE: VERRANNO TUTTE TASSATE AL 26% ANCHE PER GLI IMPORTI GIÀ MATURATI AL 30 GIUGNO?

Si tratta dei capital gain maturati, ma non ancora realizzati con la vendita del titolo. Vincenzo Longo, market strategist di Ig: «L'aliquota salirà al 26% a prescindere dal periodo di maturazione degli interessi e delle plusvalenze inerenti al titolo previsto. Potrebbe quindi rivelarsi una soluzione vincente considerare un'uscita strategica a ridosso delle date di passaggio, per poi eventualmente considerare un rientro selettivo». Sempre che le commissioni e la tobin tax rendano l'operazione conveniente. In altri termini: chi sta guadagnando 1000 euro in valuta 30 giugno, tassati al 20%, se vende dalla valuta 1 luglio in poi se li trova tassati al 26%: 60 euro di salasso retroattivo ogni 1000. Questa è la trappola. Per evitarla il risparmiatore deve o vendere prima del 30 giugno; oppure stare attento e chiedere alla propria banca di «affrancarsi»: due anni fa il legislatore aveva previsto un periodo di tre mesi per attuare il cosiddetto affrancamento, ovvero una sorta di congelamento del portafoglio ai prezzi dell'ultimo giorno del vecchio regime, sul quale calcolare le eventuali plusvalenze latenti da tassare alla vecchia aliquota fiscale. Ma attenzione: l'affrancamento vale sull'intero portafoglio (non era data la possibilità di scelta sui singoli asset a cui applicarlo). Qualora anche questa volta dovesse essere previsto un simile procedimento è meglio organizzarsi per tempo, sia perché non è conveniente affrancare titoli in perdita, sia perché affrancare plusvalenze latenti potrebbe non essere conveniente (infatti si assoggetta ad una tassa un guadagno non ancora realizzato).

CEDOLE E DIVIDENDI: QUELLI MATURATI NEL CORSO DEI MESI PRECEDENTI ALL'INNALZAMENTO DELLA ALIQUOTA FISCALE COME DEVONO ESSERE CONSIDERATI?

In genere le cedole sono sempre state tassate alla data dello «stacco» e con la legislazione vigente all'incasso, a prescindere dalla data di maturazione e dalla data di delibera da parte dell'emittente.

MINUSVALENZE: COME CALCOLARE LE MINUSVALENZE MATURATE PRIMA DEL 30 GIUGNO AI FINI DELLO «ZAINETTO FISCALE»?

Il problema, come spiega ancora Longo, è questo. «Se il 30 giugno ho già realizzato minusvalenze per 10mila euro, posso compensarle con plusvalenze fino a quell'importo. Ma dal primo luglio l'innalzamento dell'aliquota abbasserà la mia minusvalenza compensabile. La nuova minus sarà pari alla percentuale data dal rapporto delle due aliquote». Dunque: 20/26, pari al 76,92%. In altri termini la minus di 10mila verrà svalutata a 7.692 euro. Per questo Longo conclude: «Se un investitore ha minusvalenze da compensare e ha attualmente operazioni in profitto, a maggior ragione gli conviene chiudere le posizioni entro il 30 giugno».

PRONTI CONTRO TERMINE: COME CONSIDERARLI?

Due anni fa il legislatore aveva previsto che, sui pronti contro termine, fosse mantenuta la precedente tassazione sui contratti attivati nel 2011 e con scadenza nel 2012.

Commenti

max.cerri.79

Ven, 18/04/2014 - 08:29

Sarebbe ora di chiudere tutti i cc e vivere di contanti, sbattendosene di leggi, finanza e equitalia... che vengano a prenderci tutti quanti, sai le legnate che gli arrivano?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 18/04/2014 - 08:29

ecco i benefici dell'Euro GODETEVELO E CONTINUATE A VOTARE SEMPRE GLI STESSI IDIOTI AL GOVERNO, AVETE UCCISO DUE GENERAZIONI, LICENZIATE I DIPENDENTI PUBBLICI, ALTRIMENTI SOLO LORO RESTERANNO IN ITALIA INSIEME AGLI IMMIGRATI CHE FINANZIERANNO CON UN QUINTO DEL LORO STIPENDIO. TENETEVI I SOLDI IN CASA E CONVERTITELI IN ALTRA VALUTA PRIMA CHE L'EURO DIVENTI CARTA PER W.C.

gamma

Ven, 18/04/2014 - 08:50

Sempre più conveniente stabilirsi all'estero per sempre o quanto meno sino a quando i nostri governanti non cambieranno la loro testa con una funzionante. Ma ci sono veramente poche speranzeche ciò accada.

glasnost

Ven, 18/04/2014 - 08:55

Sempre e soltanto tasse. La sinistra non è capace di fare altro. Renzi o non Renzi è sempre lo stesso. Hanno distrutto l'edilizia,la nautica,il commercio, ora avanti a distruggere l'agricoltura con le tasse sugli edifici agricoli. Se si sottraggono soldi al paese per darli agli spreconi di stato, la domanda scende,le imprese chiudono, il paese muore e si creano orde di disoccupati. Berlusconi, per favore, prova tu (anche se cercano di farti tacere) a salvare quel che resta di questo paese dopo le tasse per l'europa di Prodi, i governi di Monti, Letta ed ora Renzi...... Buona giornata Italia

Ritratto di ..peace&love

..peace&love

Ven, 18/04/2014 - 09:38

un consiglio gratuito, lasciate perdere i consigli degli "esperti" questa è solo una piccola parte del conto per l'"agibilità politica"

giuromani

Ven, 18/04/2014 - 09:46

Indecenti, incoscienti, corrotti e ladri; mettono le mani in tasca di notte; mettono le mani sui risparmi; incapaci di qualsiasi soluzione che non sia l'aumento delle entrate con nuove imposizioni fiscali. E' ora che vadano tutti ma proprio tutti a casa. Stanno scherzando con il fuoco e se anche Renzi fallirà (e fallirà!!!) sarà la fine dello stato democratico.

@ollel63

Ven, 18/04/2014 - 09:48

poveri idioti sinistri! Non hanno mai capito nulla non avranno mai alcuna possibilità di capire. Nascono così: marchio "idioti" inciso nel dna. Dovunque nel mondo abbiano avuto la possibilità di governare (estorta con l'inganno) hanno lasciato rovina distruzione miseria lacrime sangue... Disonesti malfattori, pezzenti sinistri. Ancor più balordi e irresponsabili hoglioni quei popolani buoi che hanno concesso a costoro tanto potere. Ci vorrà un nuovo diluvio universale per disperdere questa mala genia di delinquenti ignobili malfattori.

carpa1

Ven, 18/04/2014 - 09:49

I miei risparmi li avete già falcidiati abbastanza con i ladri di stato Visco e Monti. Ora basta. Da lunedì si ritira tutto e quel che resta và dritto dritto sotto la mattonella; vi sfido a trovarla. D'ora innanzi, per chi li vuole, solo pagamenti in contanti o niente. By By.

procto

Ven, 18/04/2014 - 09:55

la ritenuta al 12,5% era la più bassa d'europa. E in uno stato super-indebitato come il nostro o prendi i soldi dai consumi (benzina,IVA) oppure dai salari oppure da rendite/patrimoni. In un momento del genere, se faceste parte dei ceti più deboli (diciamo pensionati o precari), voi quale sciegliereste?

ferry1

Ven, 18/04/2014 - 10:29

Procto oppure non RUBA

Nebbiafitta

Ven, 18/04/2014 - 10:57

Al momento del suo insediamento avevo scritto: aspettiamo e vediamo, poi giudicheremo. A distanza di qualche mese, abbiamo già visto e siamo in grado di giudicare. Tante parole, fatti concreti nessuno, aumento delle tasse assicurato. La sinistra, non è in grado di smentirsi per ideologia e incapacità, dimostrando agli italiani che in questo paese l'onestà non paga. Concludendo, o si ha il coraggio di emigrare, oppure si resta in Italia e ci si arrangia come meglio si crede, in barba a tutti i proclami dell'Europa e delle false promesse della politica!

Benado

Ven, 18/04/2014 - 11:59

Ho una pensione di 1200€ e delle obbligazioni unicredit che rendono 400€ al mese. Visto che si vogliono tassare i piccoli risparmiatori e non chi ha decine di milioni di€ in BOT,desidero avere informazioni per poter mandare a quel paese L'Italia.

1grifone

Ven, 18/04/2014 - 12:18

dopo aver spremuto gli immobili che erano stati il risparmio dell'85% degli italiani, adesso facciamo scappare i capitali rimasti in Italia e allontaniamo gli investitori esteri. La formula perfetta per distruggere l'economia di uno stato. Ai cittadini non resta che correre a ritirare il contante dalle banche, finché ce n'è

Ernestinho

Ven, 18/04/2014 - 12:31

Questo Governo ne inventa una al giorno! Per racimolare gli €. 80 a pochi privilegiati aumenta le tasse a tutti! Vuole anche far pagare il canone TV sulla bolletta elettrica! Come se tutti quelli che consumano anche un pò di corrente abbiano la TV! Per pagare anche i sontuosi stimendi a coloro che conducono e(o partecipano a un programma e/o vincono premi! A proposito Sig. Renzi: i pensionati la ringraziano per averli esclusi da questa elemosina. Ma si sa, lei non ha avuto mai molta simpatia per questa categoria!

Ernestinho

Ven, 18/04/2014 - 12:37

Sig. Renzi, è troppo facile governare in questo modo! A mettere nuove tasse e/o ad aumentare quelle già esistenti tutti sono capaci!

Ernestinho

Ven, 18/04/2014 - 12:39

Tra qualche mese, di questo passo, sarà più conveniente emigrare in Grecia che restare in Italia!

titina

Ven, 18/04/2014 - 13:20

Hanno alzato l'aliquota dal 20 al 26%, si tratta su una nuova rendita e diciamo che potrebbe andare bene, ma non capisco perchè pagare il bollo di stato dello 0,2" sui risparmi già tassati, ogni anno si tassano gli stessi soldi. Io ho disinvestito tutto, basta!!!!E ho pagato il bollo anche se ho perso metà dei risparmi, vergogna!!!!!!!

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 18/04/2014 - 14:21

Vi preoccupate per questo non dormite la notte signori ………. Questa tassa dovrebbe essere anche piu alta visto che si fanno soldi con nessuna fatica ………… sempre dalla parte giusta vero ???? magari fosse retroattiva di 20 anni !!!!!!!!!!

Ritratto di scriba

scriba

Ven, 18/04/2014 - 14:28

RENDITA DA PIZZO.Lo Stato prova (pare con successo) ad indossare la coppola e, imbracciata la lupara fiscale, si accinge ogni giorno di più ad imitare la mafia nelle sue attività di "partecipazione" agli utili spettanti per diritto SOLO a chi rischia i propri risparmi in attività finanziarie. E' comodo quanto incivile ed immorale assistere alle pericolose dinamiche della domanda e dell' offerta e poi presentarsi a riscuotere un pizzo illegittimo in caso di guadagno e sparire opportunamente quando invece si verificano perdite. Tipico del parassita.

lamwolf

Ven, 18/04/2014 - 14:40

Tassare ancora è una vergogna e quindi ritornare al vecchio sistema della mattonella nessuno avrà modo di rubarceli per i propri interessi. Siamo stufi e visto l'insignificante rendita sui conti se depositati nei sottoscala e mattonelle almeno saremo sicuri che il valore si non aumenta ma nessuno ce li tasserà. Che fine abbiamo fatto!!!!!

Sabino GALLO

Ven, 18/04/2014 - 14:46

Non bisogna dimenticare che in Italia esiste "LA GIORNATA DEL RISPARMIO", considerata una festa! Ma non si precisa : "per chi?". Il nuovo Governo vuole dare, ora, una risposta precisa, facilmente prevedibile! Una considerazione: dopo l'aumento recente dal 12,5% al 20%, il risparmiatore si sentirà un poco beffato da un secondo aumento al 26%, applicato a tutti i titoli di risparmio detenuti da tempo, soprattutto tenendo conto che i più colpiti sono sempre i più "risparmiosi", cioè i pensionati che si preoccupavano per la loro vecchiaia. Naturalmente non mancano i cittadini felici : a) tutti quelli che odiano questi "risparmiatori ricchi", che vivono di rendita "senza lavorare"(sic). In particolare, i pensionati! Meglio precisare quali pensionati: quelli che, prima della pensione, hanno sempre lavorato pagando sempre le tasse e che (con antico vizio italico) hanno messo da parte anche dei risparmi maledetti, comunque utili alla Nazione! Questo antico vizio deve essere estirpato! Finalmente giustizia è fatta! b) altre persone felici : tutti i furbi e gli intelligenti che, nel corso della loro vita, non hanno mai messo qualcosa da parte ed hanno interamente goduto di tutto quello che guadagnavano, magari andando "a put...."! c) tutti coloro che, pur lavorando, non hanno mai dato un contributo al sistema pensionistico ed, ancor meno, al risparmio. E che, poverini!, si ritrovano con una pensioncina che non permette follie, anche se il rapporto tra il valore della pensione ed i contributi non versati è..... (chiedetelo a chi conosce la matematica!); d) ci sono poi quelli che non hanno mai lavorato, neppure in nero, perché ritenevano inutile spendere le loro forze per cercare un lavoro conveniente per loro. Quando si sa che è molto difficile trovare il lavoro adatto alle proprie aspirazioni, è meglio rinunciare alla ricerca. Si evitano inutili umiliazioni! e) Bisognerebbe aggiungere molte altre categorie : sordomuti non proprio tali ma quasi, ciechi che non vedono oltre la distanza di mille metri, e tanti altri, che comunque devono pur mangiare per diritto di nascita ( e siamo d'accordo su questo diritto!), ma che non potevano certo pensare a risparmiare (siamo d'accordo). Né bisogna aggiungere certi politici di grande sensibilità, che con un giorno di lavoro o con qualche mese o con qualche anno o con alcuni decenni di lavoro difficile al servizio della Patria hanno avuto la forza di assicurarsi una buona pensione, senza bisogno di risparmiare, mettendo i loro guadagni da lavoro immediatamente sul mercato. Questi sono stati i più avveduti e meritano ammirazione. Hanno dato e non sottraggono denaro di rendita non lavorato! Ci sarebbero altre categorie, ma è meglio non aggiungerne. Giusto per finire, non bisogna dimenticare i "disgraziati veri", veri ciechi, veri esclusi, veri minorati, ecc., cioè tutti quelli che non avevano neppure la capacità di chiedere e farsi aiutare. Quelli sono i veri "peccatori" che devono essere castigati! Diamine, non meritano proprio niente. Non sanno neppure chiedere!!! Già tanto se hanno saputo risparmiare la propria vita, per la quale non chiedono nulla!

blackbird

Ven, 18/04/2014 - 14:52

Non preoccupatevi per il ventilato amento delle aliquote: non ci sarà nessun aumento delle tasse, perché c'è Alf-ano che fa il "cane da guardia delle tasse" e impedirà ogni inasprimento del fisco! Ha, ha, ha!

Ernestinho

Ven, 18/04/2014 - 14:59

X Mark 61 Tipica mentalità distruttiva! Fatti curare!

Anonimo (non verificato)

Ernestinho

Ven, 18/04/2014 - 15:06

Come non dare ragione a chi, potendo, investe, più o meno velatamente, all'estero!

Ernestinho

Ven, 18/04/2014 - 15:26

E le Banche, mai contrastate, continuano a farla da padrone. Su un deposito di 10.000 euro(per chi li ha)danno, se va bene, 10 euro annualmente. Con aumento sempre delle spese per cui, chi deposita in banca, ci perde!

Ernestinho

Ven, 18/04/2014 - 15:34

X Sabino Gallo Innazitutto mi complimento per aver messo per intero il tuo nome, tutti dovremmo avere il coraggio di fare così. E poi, anche tu hai perfettamente ragione. Questo è un Stato che non premia chi ha lavorato e risparmiato per una vita intera, anzi lo castiga!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 18/04/2014 - 15:35

Chi ha chiuso l'azienda per la crisi non è riuscito a risparmiare. Se qualcuno, pur chiudendo, c'è riuscito è bene che restituisca.

ltani

Ven, 18/04/2014 - 16:39

Questi professoroni ignoranti della finanza pubblica ci vogliono fregare ancora una volta. Meglio chiudere tutti i conti in Italia e mettere il ricavato sotto il materasso o comprare dollari.

baio57

Ven, 18/04/2014 - 17:06

@ procto (9,55) - Probabilmente era troppo presto ,ed il cervello non era ancora a pieno regime. Ma l'hai letto l'articolo o no? La tassazione del 12,5% si riferisce ai Bot,ai Buoni Postali ed ai prodotti a loro equiparati e per questi NON E'PREVISTO NESSUN AUMENTO , è per gli altri prodotti che dal 20% l'aliquota salirebbe al 26% .

titina

Ven, 18/04/2014 - 17:33

A rigor di logica dovrebbero essere tassati al 26% i prossimi interessi a mano a mano che maturano, cioè quando si incassa.

Ritratto di falso96

falso96

Ven, 18/04/2014 - 17:56

Ma i nostri NONNI dove tenevano i Loro RISPARMI? Chi sono gli stupidi LORO o noi?? Loro che se li tenevano stretti o Noi che li diamo ad altri ....... Basta fermarsi 1 minuto e riflettere.

Anonimo (non verificato)

@ollel63

Ven, 18/04/2014 - 18:22

un piso-ciarlatano, piso-ladro dei risparmi degli italiani, questo è il 'renzie' persona da galera a vita. Togliere soldi a qualcuno per mettere briciole in tasca di altri, tassati ai primi e ulteriormente falcidiati ai secondi, non fa aumentare i consumi ma li fa diminuire assai di più (è la matematica dell'economia, una legge di natura, quella che i sinistronzi, ancorché numerosi e imbecilli, non conoscono… poveri pisi!). Conseguenza? Diminuirà la produzione e aumenteranno i disoccupati. Chi darà lavoro e pane? ... i pisi-morti per fame e stupidità.

pier47

Ven, 18/04/2014 - 18:25

buonasera, bisogna,casomai,colpire gli SPECULATORI non i RISPARMIATORI,INCAPACI!!!Il cassettista che detiene obbligazioni ed azioni per anni NON E' UNO SPECULATORE!Quante volte e quanto devono essere tassati i risparmi?Ma soprattutto chi abita al nord è il somaro n.1,sempre qui vengono a prendere i soldi e questi senza scomporsi più di tanto continuano a votare,imperterriti,i soliti PD PDL MONTI, tra poco vedremo,tra un mese,cominceremo a capirne di più.SOMARI!!! Ho preso informazioni per esportare un pò di soldi,sono quasi pronto,lasciarli quà è proprio da co...........ma chissà quanti vantaggi avrò poi ad essere NULLATENENTE! E questi sperano nei rientri dei capitali....... saluti

HAKWERSIDDELEY

Ven, 18/04/2014 - 18:32

@luigipiso : te lo chiedo gentilmente e senza storpiare il tuo nickname , but .. ogni volta che leggo i tuoi commenti mi sorge spontanea l'angosciosa domanda : ma quello che tu scrivi è frutto di un processo elaborativo o ti sgorga spontameo ( e quindi scrivi tanto per " rompere i gabbasisi " ) ????

lorenzovan

Ven, 18/04/2014 - 18:49

in portogallo si paga il 28...in olanda il 30 e sono paesi con governi di dstra devo dire di piu' ???

Ritratto di ilvillacastellano

Anonimo (non verificato)

Ernestinho

Ven, 18/04/2014 - 19:32

Ma in Portogallo, in Olanda ed altri paesi non credo che si paghino tante tasse sulla casa, su benzina ed altri beni!

Ernestinho

Ven, 18/04/2014 - 19:39

Renzi, ovvero: Dalla "Ruota della Fortuna" a "Dilettanti allo sbaraglio"!

Ernestinho

Ven, 18/04/2014 - 19:45

Questo Governo ne inventa una al giorno! Per racimolare gli €. 80 a pochi privilegiati aumenta le tasse a tutti! Vuole anche far pagare il canone TV sulla bolletta elettrica! Come se tutti quelli che consumano anche un pò di corrente avessero la TV! Per pagare anche i sontuosi stipendi a coloro che conducono e/o partecipano a un programma e/o vincono premi! A proposito Sig. Renzi: i pensionati la ringraziano per averli esclusi da questa elemosina. Ma si sa, lei non ha avuto mai molta simpatia per questa categoria!

lorenzovan

Ven, 18/04/2014 - 20:36

provare per credere...un vero e proprio salasso..imu piu cara e anche per gli inquilini...sotto forma di stasi..benzina in portogallo leggermente piu' buon mrcato...ma in olnda molto piu' cara.ma almeno in olanda ti danno buoni servizi,,..qua in portogallo...sempre meglio che in italia...ma insufficienti

petra

Ven, 18/04/2014 - 21:22

#carpa1 Mi fai troppo ridere. Avevo pensato al materasso ma no, la mattonella è meglio. Mi hai dato una buona idea.

Ritratto di frank60

frank60

Ven, 18/04/2014 - 21:46

. La formula perfetta per distruggere l'economia di uno stato....

curatola

Sab, 19/04/2014 - 07:02

ridurre i servizi pubblici non indispensabili .ridurre i costi di struttura riorganizzando,ridurre le tasse con i proventi dell evasione e delle riduzioni delle detrazioni.ridurre gli stipendi ed il numero dei dipendenti pubblici sostituendoli con i concessionari privati in concorrenza e no profit.non tassare gli immobili se utilizzati socialmente con contratto comunale e fideiussione bancaria-guerra ai privilegi e agli sprechi con la trasparenza dell'informazione.eccecceccc