Tav, ancora blocchi e tensione Fermati venti manifestantiValsusa

Resta alta la tensione attorno alla Torino-Lione. In Valsusa, dove gli oppositori alla nuova linea ferroviaria hanno bloccato a ripetizione l'autostrada del Frejus; e in Parlamento, dove il Movimento 5 Stelle chiede alla presidente della Camera, Laura Boldrini, di annullare la seduta della Commissione esteri che ha ratificato il trattato italo-francese per la realizzazione dell'opera. E mentre a Montecitorio Š battaglia sui regolamenti, in Valsusa l'opposizione alla Torino-Lione si trasforma nell'ennesimo blocco - il secondo dopo quello della scorsa notte - all'autostrada A32, quella che collega Italia e Francia passando attraverso Bardonecchia. A far scattare il blitz, l'annuncio di un trasporto straordinario diretto secondo i No Tav al cantiere di Chiomonte. Il tamtam raduna a Vernetto, all'altezza di Chianocco, numerosi attivisti, che invadono la carreggiata in direzione della Francia. Anche le statali 24 e 25 ne risentono e la polizia decide di intervenire con un'azione di accerchiamento.
Il blocco viene tolto senza alcun contatto tra forze dell'ordine e manifestanti, ma la tensione è alta e venti manifestanti vengono fermati. Tra loro anche Nicoletta Dosio, storica portavoce del movimento.