Il Tg1 diventa TeleMonti Il premier batte il Cav e fa record di presenze

Roma - La leggenda narra che il ministro Andrea Riccardi chieda espressamente di comparire sul Tg1, e che quello degli Esteri, Giulio Terzi di Sant'Agata, quando intervistato (molto spesso), faccia sempre presente di preferire l'edizione serale, la più seguita. Riccardi (casualmente ospite proprio oggi a RadioRai) è riuscito nell'impresa di comparire con due interviste diverse nella stessa edizione del Tg1, mentre la settimana scorsa in due giorni consecutivi è spuntato nell'edizione delle 13, in quella delle 20 e in uno speciale del Tg1. Tre in un colpo. Ma neppure l'ex ambasciatore Terzi (casualmente ospite proprio oggi a Unomattina) si può lamentare. Nel mese di giugno, sul Tg1, ha avuto più minuti persino del Papa (6,43 contro 5,58), e nel mese degli Europei surclassa anche l'allenatore della nazionale Cesare Prandelli (soltanto dodicesimo in classifica «presenzialisti» a Tg1). Ospiti in studio, a fianco del conduttore delle 20, sono stati il ministro Grilli e il ministro Patroni Griffi. Ma sono spiccioli in confronto alla superstar dell'informazione Rai, il premier Mario Monti, primo in classifica, seguito da Napolitano, Bersani, Casini e quinto Alfano.

Il presidente del Consiglio, nel confronto tra le rilevazioni sul «pluralismo politico/istituzionale in tv» pubblicate dall'Agcom, straccia l'ex premier Silvio Berlusconi quanto a presenza nei telegiornali Rai, in particolare nel Tg1. Altro che Rai berlusconizzata, qui siamo al TgMonti a reti unificate. «Nemmeno ai tempi di De Mita premier e Biagio Agnes direttore generale Rai, o D'Alema premier e direttore Borrelli, si era arrivati a questi livelli», confida una memoria storica del Tg1. Un po' di numeri per farsi un'idea.

Confrontiamo il mese di luglio 2012 (governo Monti) con il luglio 2011 (governo Berlusconi, Minzolini direttore del Tg1). La tabella sul «tempo di parola», cioè i minuti in cui il soggetto parla direttamente in voce, dice che Monti ha parlato al Tg1 per quasi mezz'ora (28,15 minuti), pari al 23,41% del tempo totale, quasi il doppio del tempo di parola dato al Pdl (13%) o al Pd (12%). E Berlusconi, un anno esatto prima, quanto tempo aveva avuto tutto per sé al Tg1? Sei minuti, il 6,09% del tempo totale, poco più dell'Idv (5,15), la metà del Pd (14%). Monti è presentissimo anche negli altri notiziari Rai. Sempre a luglio, il Tg2 gli ha dato il 21,55% del tempo di parola, il Tg3 il 15,90, RaiNews24 il 25,57, per una media Rai del 22% (contro una media del 4,2% di Berlusconi nel luglio 2011).

Cambiando mese cambia qualcosa? Pare proprio di no. Guardiamo giugno e maggio, in entrambi gli anni. A giugno Monti è il soggetto politico, tra istituzioni e partiti, a cui viene concesso più tempo nei notiziari del servizio pubblico, con una media di «tempo di parola» del 19,80% (il secondo è Napolitano, staccato di quasi cinque punti, quindi il Pdl). In questo caso la palma di TgMonti va non al Tg1 ma a RaiNews24, con oltre due ore di tempo per il Professore, pari al 38,64% del tempo, contro un «misero» 18,72 al Tg1 (pari a 27 minuti di parole per Monti). E nel giugno 2011? Al premier Silvio Berlusconi il Tg1 aveva dato il 10,6% del tempo, otto punti meno che a Monti; il Tg3 il 5,5%, il Tg2 il 12,5%, RaiNews24 il 18%. In media, il 10,3%, quasi la metà rispetto al premier Monti.

Guardando maggio il distacco è ancora più marcato. Il premier Monti parla nei tg Rai per il 23,84% del tempo, il premier Berlusconi per il 4,93%, solo il 6,32% (pari a sette minuti) nel Tg1 di Minzolini, confronto al 25,2% (pari a 38minuti) di Monti nel Tg1 del suo successore Maccari. Se usciamo dalla tv pubblica i numeri di Monti calano. A Mediaset, sempre maggio 2012, non supera il 15%, mentre nel TgLa7 di Mentana arriva al 20%, tre punti meno della Rai. È vero, la Rai ha una vocazione più governativa, e specialmente il Tg1, ma mai così governativa come in epoca Monti. Solo ad agosto si raggiunge un certo equilibrio, almeno nel tempo di parola. A Monti i tg Rai danno circa mezz'ora, mentre a Berlusconi avevano dato 40 minuti. In quasi parità lo spazio nel Tg1: 9,55% per il premier Berlusconi, 7,99% per il premier Monti. Che però stravince nel «tempo di antenna», cioè la somma tra i minuti in cui parla e i minuti in cui si parla di lui. A Monti va il 20,75%, a Berlusconi il 13,7%. Un protagonista assoluto dell'informazione Rai. Il fatto che sia proprio Monti a decidere le nomine in Rai è solo una coincidenza.

Annunci
Commenti
Ritratto di Geppa

Geppa

Mar, 18/09/2012 - 15:33

brucia eh...brucia davvero eh? Ma ogni articolo ha dentro una rivalsa per o un'inguistizia contro Berlusconi. Noiosissimo!

Rossana Rossi

Mar, 18/09/2012 - 15:37

Come mai nessuno si azzarda a gridare allo scandalo e ad invoca re la maledetta 'par condicio' come ai tempi di Berlusconi? Il solito doppiopesismo.........

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 18/09/2012 - 16:06

Di Berlusconi meno se ne parla e meglio è. Peraltro il segretario PdL è Alfano ed andrebbe confrontato lui con Monti.

Roberto Monaco

Mar, 18/09/2012 - 16:15

Avete fatto bene a scrivere questo articolo, perchè battere i record di presenza di Berlusconi al TG minzoliniano è roba da Guinness dei primati. PS nella sigla di apertura del TG1, gli unici volti riconoscibili nel turbinio di foto sono quelli di Berlusconi e del Papa (che gode di un coverage invidiabile a ogni sua predica). Che coincidenze!

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 18/09/2012 - 16:51

pipporm...monti è segretario ELETTO di qualche cosa?? Lasci perdere, fa un favore a se stesso e si evita delle pessime figure..E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 18/09/2012 - 16:54

Geppa....Si brucia essere governati da un'usurpatore, eletto con un golpe bianco da re giorgio 'e napule. Il salvatore della Patria che non ha salvato nulla, eccezzion fatta per le banche amiche...Se le sembra poco...E.A.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Mar, 18/09/2012 - 17:33

nestore55 pretendi da Monti risultati ciò che il tuo berluscotto non ha fatto in tre anni di governo? Non solo ma parte di questo disastro lo dobbiamo a gente come te che lo ha anche votato.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Mar, 18/09/2012 - 17:35

ma berlusconi è quel politico che si presenta solo alle trasmissioni di Vespa? Quello che ha imparato che solo irrompendo nelle trasmissioni con il contraddittorio riesce a parlare senza essere smentito? Insomma quella mezza calzetta, per capirci

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 18/09/2012 - 18:10

Ma pensa un po', i destricoli tele-lobotomizzati silvioti se la prendono per mancanza di par condicio: avete una bella faccia tosta cari i miei camerati, dopo aver vigliaccamente occupato manu militari la RAI per dieci anni con epurazioni, interviste pilotate, pseudo-giornalisti asserviti al vostro padrone, vi lamentate pure. Dobbiamo forse rimembrare il TG1 di Minzolini, il TG2 di Mazza, per non contare il TG4 di Fede, il TG5 di Minun e Studio Aperto? Cari destricoli siete dei fascistucoli malati e in malafede.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 18/09/2012 - 18:15

Che il TG1 sia palesemente Montiano non ci sono dubbi, ma che siano i tele-lobotomizzati berluscones a lamentarsi mi pare proprio fuori luogo. Cari camerati, non avete certo voi il diritto di lamentarvi dopo aver vigliaccamente occupato manu militari la RAI per dieci anni con epurazioni, notizie censurate o mistificate, interviste pilotate, pseudo-giornalisti asserviti al vostro padrone. Siete delle carogne in malafede.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 18/09/2012 - 18:17

@ Rossana Rossi - e' molto semplice. Monti ha il TG1 dalla sua, mentre bellachioma aveva TG1, TG2, TG4, TG5, e Studio Aperto piu' una bella batteria di stampa da lui materialmente posseduta. Capita la sottile differenza?

Barbarello

Mar, 18/09/2012 - 18:34

VIVALDI BERLUSCOTTI,NON HA POTUTO FAR NULLA,PERCHE'IL TUO BERSANOTTO HA FATTO SOLO OPPOSIZIONE DISTRUTTIVA, ANCHE SU COSE CHE NON ERANO A SCOPO PERSONALI! LA COLPA DELLO STATO IN CUI CI TROVIAMO NON E' SOLO DI BERLUSCOTTI, MA UNA BUONA META' E' ANCHE DEL TUO CARO BERSANOTTO.

Rosario46

Mar, 18/09/2012 - 19:16

alenovelli. Per fortuna lei ha capito ....la sottile differenza. Bravo ale, cosi anche oggi lei si è guadagnato (??????) la pagnotta. Quale pagnotta? Ma quella della disinformazione. Ma sappi che questa disinformazione le riesce male, praticamente i suoi commenti sono un continuo buco nell'acqua. Ritorni alle frattocchie e rifaccia un corso accelerato. Saluti

anna tomasi

Mar, 18/09/2012 - 19:42

Indipendentemente dalle apparizioni di Berlusconi in TV, io francamente di vedere costui ogni volta che accendo la televisione, mi fa spazientire e non di meno angustiare. Ormai non sopporto nemmeno più il color celeste, si quello delle sue cravatte.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Mar, 18/09/2012 - 20:13

Barbarello il mio bersanottoooo??? La differenza tra uno come te e me sai qual'è? La gente come me dà fiducia al prossimo per natura(vedi elezioni di berlusconi) poi non viene ripagato, ed ecco che finisce nella black-list, non lo voto più, anche se la delusione ha radici 2004. Bersani il mio voto non lo avrà mai, perchè non è stato bravo all'opposizione, per lo meno non abbastanza, per cui come puoi capire non ho una preferenza di partito, ma di uomini. Berlusconi deve solo andarsene e se porta con se bersani e la gente come voi, staremo tutti meglio e potremo ripartire, perchè voi siete nati in Italia ma non siete Italiani, siete solo tifosi che stanno seppellendo questo paese.

rokko

Mar, 18/09/2012 - 20:28

Vedo che Paolo Bracalini è uno specialista di quell'arte chiamata "the hot water discovery". Dopo che il tg1 è stato addestrato per decenni a leccare la mano del padrone, perché dovrebbe fare diversamente con Monti? Invece di piangere lacrime di coccodrillo ora, non sarebbe meglio risolvere alla radice escludendo la politica ed i partiti dal controllo della rai?

vince50

Mar, 18/09/2012 - 20:31

Mah..i camerati saranno pure "cari",ma c'è anche chi è in vendita per 40 danari.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Mer, 19/09/2012 - 09:00

basta cambiare canale , può anche essere un drago che fa zittire i bambini , e li si può spaventare dicendo " vedi che l'uomo nero ti guarda " oppure se ci riesci e soffri d'insonnia , il suo modo di parlare può farti addormentare tranquillamente sul divano . monti è fratello di latte di napolitano , il quale ringhia come un cagnetto bastardino , quando sente che lo vogliamo fuori dalle balle . @ rokko , come farebbe ? si ricordi che la stampa di sinistra , estrema sinistra e quella del vaticano , non lo permetterebbero mai , anche perchè altrimenti come farebbe bagnasco a parlare male di CRISTO ? @vivaldi . ha ragione non siamo italiani , c'è stato stalin il piccolo , che ci ha costretti a dire che lo siamo , e farci sentire quell'inno cretino come quello di mameli . e pensare che tutti si cantava verdi , anche al sud . mai sentito gli inni degli altri paesi ? il nostro è una tarantella vergognosa . altro che inno d'italia .

gianni.g699

Mer, 19/09/2012 - 09:40

Il massone fa solo il suo sporco lavoro ... fregare e impoverire i cittadini e i beoti che gli credono ...

Mario Marcenaro

Mer, 19/09/2012 - 11:25

E' un po' scoraggiante constatare come lo spazio messo a disposizione per i commenti, utilissimo per potere esporre il proprio punto di vista e soprattutto suggerire delle proposte, sia sciupato da molti solo per critiche, che talvolta degenerano sotto forma di volgarità ed offese personali. Intanto sarebbe molto più apprezzabile se tutti i commentatori si qualificassero almeno per nome e cognome e contribuissero a rendere questo spazio una occasione per un civile confronto, non una palestra pugilistica.

rokko

Mer, 19/09/2012 - 16:16

barbara.2000, non è che ci si debba inventare granché, basterebbe copiare quello che fanno altrove (in germania, spagna, ad esempio). Il metodo principe sarebbe quello di vendere la Rai a privati. Ma anche non volendo venderla, si potrebbe fare ciò che ha fatto ad esempio Zapatero, togliendo al parlamento ed al governo la prerogativa di nominare i consiglieri di amministrazione. Se si volesse (se si volesse, naturalmente) non sarebbe tanto difficile.

Giovanni

Mer, 19/09/2012 - 18:44

Ma dove sta la meraviglia? Ai tempi di Minzolini non era forse la stessa cosa? Solo che allora tutta la sinistra gridava allo scandalo oggi invece è tutto normale. E' la solita sinistra due pesi e due misure.

Ritratto di michageo

michageo

Mer, 19/09/2012 - 20:04

cito......Confrontiamo il mese di luglio 2012 (governo Monti) con il luglio 2011 (governo Berlusconi)......per la verità Berlusconi in 6 minuti argomenta e dice il doppio di quel che soporific-Monti non dice e non argomenta in mezz'ora......ecco la verità.....

Duka

Gio, 20/09/2012 - 07:03

Già la RAI è messa male e il prof. gli darà la mazzata finale. E' uno specialista dei fallimenti.

'gnurante

Gio, 20/09/2012 - 14:37

forse perché le barzellette hanno meno posto dei discorsi seri?

fabiou

Gio, 20/09/2012 - 23:11

monti è l ipocrisia allo stato puro. doveva esser sobrio e autorevole. invece è piu politico di tutti i politici. berlusconi se vuole entrare nella storia deve dargli un calcio nel sedere

Ritratto di mekong

mekong

Ven, 21/09/2012 - 10:48

per forza...ne spara peggio e di piu' lui del Cavaliere!