Le toghe? Politicizzate C'è la prova scientifica

Il sospetto era diventato certezza. Ora, però, diventa dato scientifico. La «politicizzazione» di certa magistratura è il tema di una ricerca di due studiosi di Scienze politiche dell'Università statale di Milano, i quali si sono presi la briga di incrociare le simpatie politiche dei magistrati e gli esiti delle loro azioni giudiziarie nei confronti di 1.399 parlamentari dal 1983 al 2013. I risultati? Ovvi, ma stupefacenti. Se le toghe sono «rosse», aumenta la percentuale di richieste di autorizzazione contro i politici di centrodestra. E con queste premesse, c'è ancora qualcuno che si ostina a sostenere che la giustizia non abbia bisogno di una riforma?

Luca Fazzo

Commenti

angelomaria

Gio, 12/09/2013 - 09:12

ora siamo al comoco c'era bisogno dello studio di un'universitario per saperlo ma'dai perlomeno no prendeteci scusatemi per il CULO

ammazzalupi

Ven, 13/09/2013 - 01:04

x angelomaria - Non c'è nulla di comico, caro amico! In matematica, 2+2=4! Anche 1+1+1+1=4! Non è importante, quindi, che sia un universitario o un cretino ad affermare che certa magistratura sia politicizzata. Il guaio è che "tutti" e dico "tutti" sanno che "quella" magistratura è politicizzata. Solo i komunisti non lo sanno! E c'è un perché: forse perché sono più cretini dei cretini?