Tre sì al ddl anti corruzioneVia libera all'incandidabilitàma è scontro sull'attuazione

Passa l'articolo 10: chi è stato condannato in via definitiva non potrà più essere candidato. Il Fli: "Sia in vigore già dal 2013". La Severino: "Accelereremo"

Tre fiducie per dare il via libera al ddl anti corruzione. Dall'impossibilità di fare contratti con enti pubblici per chi è condannato in via definitiva per reati contro la pubblica amministrazione all'aumento delle pene per il reato di corruzione.

L’impossibilità di arrivare a un'intesa nella maggioranza sul ddl anti corruzione ha spinto il governo a chiedere non un solo voto di fiducia, ma tre. "Il provvedimento ha avuto una lunga fase di dialogo nelle commissioni riunite", ha spiegato il ministro della Giustizia Paola Severino ricordando che c'è stato un dibattito molto ampio. "Il rispetto per il Parlamento c'è stato tutto e finchè è stato possibile andare avanti con il dialogo, senza che ci fossero nette contrapposizioni politiche, ho cercato di farlo", ha concluso il Guardasigilli sottolineando che la fiducia è arrivata come "unico strumento per portare avanti il provvedimento che tutti giudicano importante. Un mezzo anche costruttivo".

Il primo via libera della Camera ha incassato 461 voto favorevoli, 75 contrari e sette astenuti: chi è stato condannato in via definitiva non potrà più essere candidato. Il Pdl, i democratici e l'Udc hanno votato a favore dell'articolo 10 del disegno di legge, mentre l’Idv e il Carroccio si sono schierati contro. Come annunciato nelle dichiarazioni di voto i finiani non ha partecipato al voto. "La non candidabilità per le condanne in via definitiva entri in vigore da oggi, già quindi per le elezioni del 2013, non può essere una cosa in vigore dal 2018", ha spiegato il futurista Bendetto Della Vedova. "Il tempo di un anno previsto nell’articolo 10 del ddl anticorruzione è il termine massimo - ha commentato la Severino - cercheremo di accelerare al massimo e di legiferare sull’incandidabilità dei condannati entro il 2013".

A Montecitorio il secondo via libera ha incassato 431 voti favorevoli, 71 contrari e 38 astenuti. Viene così approvato l’articolo 13 del provvedimento che definisce nuovi reati, come quelli di concussione per induzione e traffico di influenze illecite. Le nuove norme prevedono che il pubblico ufficiale o l’incaricato di pubblico servizio che abusi della sua funzione o dei suoi poteri, inducendo a dare o a promettere indebitamente allo stesso pubblico ufficiale o ad una terza persona denaro o altra utilità è punito con la reclusione da 3 a 8 anni. Per quel che riguarda il traffico di influenze illecite le nuove norme stabiliscono che chiunque, fuori dai casi di concorso in altri reati, "sfruttando relazioni esistenti con un pubblico ufficiale o con un incaricato di pubblico servizio, indebitamente fa dare o promettere, a sè o ad altri, denaro o altro vantaggio patrimoniale, come prezzo della propria mediazione illecita, ovvero per remunerare il pubblico ufficiale o l’incaricato di un pubblico servizio", sia punito con la reclusione da uno a 3 anni. Identica pena è prevista per chi dia o prometta denaro o altri vantaggi di carattere patrimoniale. La pena viene aumentata nel caso in cui chi indebitamente fa dare o promettere denaro o altri vantaggi patrimoniali ha la qualifica di pubblico ufficiale o di incaricato di pubblico servizio. Le pene sono ulteriormente aumentate nel caso in cui i fatti siano commessi in relazione all’esercizio di attività giudiziarie.

La terza ed ultima delle fiducie poste a Montecitorio dal governo sul ddl anticorruzione è passata con 430 voti a favore, 70 contrari e 25 astenuti. L’articolo 14 introduce nell’ordinamento italiano il reato di corruzione tra privati. Il che significa che i vertici di una società che in cambio di denaro o di altre utilità per loro o per altri compiano od omettano atti in violazione degli obblighi inerenti al proprio ufficio o di quelli di fedeltà, cagionando un danno alla società stessa, rischiano il carcere da 1 a 3 anni. La pena della reclusione fino a 1 anno e 6 mesi si applica anche se il fatto è commesso da chi è sottoposto alla direzione o alla vigilanza di uno dei soggetti ai vertici delle società. Analoga condanna rischia chi dà o promette denaro o altra utilità a questi stessi soggetti. Le pene raddoppiano se si tratta di società quotate in Borsa, nei mercati italiani o europei, o con titoli diffusi tra il pubblico "in misura rilevante".

Commenti

astice2009

Mer, 13/06/2012 - 15:23

mannaggia eppure i bananas erano pronti per votare Rijna e Provenzano. Maledetti comunisti.

Cinghiale

Mer, 13/06/2012 - 15:30

Leggendo l'articolo e le sigle dei partiti di chi ha votato contro e chi a favore non riesco proprio a capire che criterio hanno usato. Perchè i finiani non hanno partecipato al voto? Che mossa è? IDV e Lega insiemo contro? Perchè? PDL, PD e UDC insieme per sostenere con coerenza il governo dei misfatti? Non sono proprio fatto per la politica, aiutatemi a capire le "strategie" di questi mitici immortali.

manu886

Mer, 13/06/2012 - 15:37

Dal 2018???? Questa è l'ultima goccia, a sto punto Movimento 5 stelle forever

Cinghiale

Mer, 13/06/2012 - 15:44

#1 astice2009 - Cosa c'entrano i bananas?

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 13/06/2012 - 15:52

Peccato che in Italia la condanna definitiva mai arriverà per certi personaggi e quindi saremo alle solite. Chi è indagato deve dimettersi subito e ci deve esssere un processo lampo per determinare la sua posizione, non si possono avere in parlamento dei sospettati.

AnnoUno

Mer, 13/06/2012 - 15:54

Che differenza c'è tra una e tre fiducie? Tanto il pollaio deve votare a favore comunque altrimenti si va a casa e niente super-pensione (+ benefit). E molti non verrano comunque rieletti, quindi ora resistono ed ingoaiano di tutto. Altro che tecnici, questa è dittatura mascherata.

manu886

Mer, 13/06/2012 - 16:10

Dal 2018??? Questa è l'ultima goccia. A questo punto voterò movimento 5 stelle

pinolino

Mer, 13/06/2012 - 16:30

IMU da subito, riforma delle pensioni con esodati da subito, stop alle candidature politiche dei corrotti dal 2018. Adesso manca solo il respingimento dell'arresto di Lusi con il mezzuccio del voto segreto e Grillo va dritto al 25%. E qualcuno continuerà pure a domandarsi come questo sia possibile.

rcupioli

Mer, 13/06/2012 - 16:30

sigh: la legge sarà attiva dal... 2018! Altro regalo a Grillo ed al M5S; altra picconata dei partiti dfata a loro stessi (tafazzi docet): qua tra breve, continuando così, ci sarà il rischio estinzione....

Cinghiale

Mer, 13/06/2012 - 16:41

#3 gzorzi - Io l'ho pensato lei lo ha scritto, la condanna definitiva? Si possono aspettare anche 20 anni.

Ritratto di Gian Lore

Gian Lore

Mer, 13/06/2012 - 16:58

Corruzione, passa la fiducia al governo Condannati incandidabili. Solo dal 2018 Ah ah ah ah ma vi sembra da ridere????????? Tutti a casa , ma da SUBITO non dal 2018!!! LADRONI

BlackMen

Mer, 13/06/2012 - 17:11

#2 Cinghiale: se ci pensa è facile...PD e Pdl tengono in piedi questo governo perchè non vogliono andare alle elezioni ora. Il Pdl perchè è ai minimi storici e sa che perderebbe. Il PD perchè, dopo 10 anni, incredibile ma vero, ancora non sa chi è il capo. La Lega voto contro per principio. Gli altri vorrebbero andare ad elezioni.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 13/06/2012 - 17:33

"per le condanne in via definitiva" cioè la cassazione? Allora altro che il 2018! Avete appena sottoscritto la vostra condanna all'estinzione politica, "garantisti a prescindere".

Xanatos82

Mer, 13/06/2012 - 17:39

...dal 2018 ... imbarazzante... perchè questi collusi del Giornale non l'hanno messo nel titolo dell'articolo? mi sembra molto più importante di altri mille dettagli che hanno scritto nell'articolo...

leones956

Mer, 13/06/2012 - 17:38

Dal 2018 ? ma nel vostro vocabolario esistono le parole pudore e vergogna ?

megliosolo

Mer, 13/06/2012 - 18:34

Solo la morte vi puo schiodare dalle sedie,andate a lavorare fannulloni azzeccagarbugli

megliosolo

Mer, 13/06/2012 - 18:34

Solo la morte vi puo schiodare dalle sedie,andate a lavorare fannulloni azzeccagarbugli

Massimo Bocci

Mer, 13/06/2012 - 19:00

Chissà se c'è un comma, anche su chi ROVINA,.....perché quelli come loro sono proprio la ROVINA dell'Italia e degli Italiani veri.

Massimo Bocci

Mer, 13/06/2012 - 19:00

Chissà se c'è un comma, anche su chi ROVINA,.....perché quelli come loro sono proprio la ROVINA dell'Italia e degli Italiani veri.

Gi_v

Mer, 13/06/2012 - 19:00

La democrazia in questo modo sarà sempre più in mano ai giudici e burocrati. Cominciano a suonare a lutto le campane per la democrazia. Prepariamoci tutti al peggio.

Gi_v

Mer, 13/06/2012 - 19:00

La democrazia in questo modo sarà sempre più in mano ai giudici e burocrati. Cominciano a suonare a lutto le campane per la democrazia. Prepariamoci tutti al peggio.

aladino77

Mer, 13/06/2012 - 20:01

Politici ladri che si assicurano la poltrona fino al 2018 e giornlaisti paggi che nascondono questo scandalo tra le righe: VERGOGNA!! Spero che il MOVIMENTO 5 STELLE vi sotterri tutti!!

Ritratto di mark 61

mark 61

Mer, 13/06/2012 - 20:18

Tanto non cambia niente, perchè quelli che sono stati condannati l'hanno fatta franca, e gli altri troveranno l'escamotage per farla franca anche loro...non mi fido di questi politici vecchi di mentalità, e soprattutto truffatori e ladri!!!

Ritratto di Tristano

Tristano

Mer, 13/06/2012 - 20:19

Lo scandalo non è nella data di entrata in vigore (già di per sé scandalosa) ma è il fatto che non possono essere candidati i "CONDANNATI". E' stato chiaro l'intervento dell'Angiolino: "naturalmente si dovrà parlare di sentenze passate in giudicato"; capito ? Nell'Italietta dei prescritti dove i processi lunghi si attribuiscono ai Magistrati e non alle leggi fatte apposta per Berlusconi e amici del PD per far cadere in prescrizione qualsiasi processo della casta, fanno finta di aderire alla Direttiva Europea con questa pagliacciata; sicuri che comunque (anche in questo forum) i bananas daranno sempre la colpa ai giudici.

aladino77

Mer, 13/06/2012 - 20:01

Politici ladri che si assicurano la poltrona fino al 2018 e giornlaisti paggi che nascondono questo scandalo tra le righe: VERGOGNA!! Spero che il MOVIMENTO 5 STELLE vi sotterri tutti!!

Ritratto di mark 61

mark 61

Mer, 13/06/2012 - 20:18

Tanto non cambia niente, perchè quelli che sono stati condannati l'hanno fatta franca, e gli altri troveranno l'escamotage per farla franca anche loro...non mi fido di questi politici vecchi di mentalità, e soprattutto truffatori e ladri!!!

Ritratto di Tristano

Tristano

Mer, 13/06/2012 - 20:19

Lo scandalo non è nella data di entrata in vigore (già di per sé scandalosa) ma è il fatto che non possono essere candidati i "CONDANNATI". E' stato chiaro l'intervento dell'Angiolino: "naturalmente si dovrà parlare di sentenze passate in giudicato"; capito ? Nell'Italietta dei prescritti dove i processi lunghi si attribuiscono ai Magistrati e non alle leggi fatte apposta per Berlusconi e amici del PD per far cadere in prescrizione qualsiasi processo della casta, fanno finta di aderire alla Direttiva Europea con questa pagliacciata; sicuri che comunque (anche in questo forum) i bananas daranno sempre la colpa ai giudici.

Ritratto di luogotenente

luogotenente

Mer, 13/06/2012 - 20:55

Grazie, Grazie FESSI ora il M5S salirà al 30 per cento. Grillo ringrazia ancora una volta i delinquenti che si autoleggittimano.

Ritratto di luogotenente

luogotenente

Mer, 13/06/2012 - 20:55

Grazie, Grazie FESSI ora il M5S salirà al 30 per cento. Grillo ringrazia ancora una volta i delinquenti che si autoleggittimano.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 13/06/2012 - 21:49

Questa sortita, unitamente al prevedibilissimo salvataggio di Lusi da parte dell'aula porterà Grillo al 30%. Contenti bananas?

Ritratto di mark 61

mark 61

Mer, 13/06/2012 - 22:33

povero quel paese che ha bisogno di leggi come questa quando basterebbe una questione di coscienza,e di serieta Ovviamente verra'approvato un emendamento abc x aggirare il tutto Cosentino ,Lusi,dell' utri, Penati Tedesco possano continuare a servire la collettivita'.

Ritratto di mark 61

mark 61

Mer, 13/06/2012 - 22:34

Grazie, Grazie GARAZIE FESSI e rin*******iti ora il M5S salirà al 25 per cento. RINGRAZIOMO ancora una voltaquesti delinquenti che si autoleggittimano e si affogano da soli .... neppure questo riescono a capire .

Ritratto di Gian Lore

Gian Lore

Mer, 13/06/2012 - 22:37

forse volevate dire di questo: Corruzione, passa la fiducia al governo Condannati incandidabili. Solo dal 2018 capito 2018 ah ah ah ridicoli!!!!!!!

ke giornale

Mer, 13/06/2012 - 22:34

c 'è bisogno di fare una legge per stabilire che un condannato nn può rappresentare un paese......x qualsiasi condanna!!! Ma per quanto ci devono ancora prendere in giro? Ma vi rendete conto da chi ci siamo fatti governare negli ultimi anni? un 'assocciazione d 'affari finalizzata a sfruttare il popolo + sano e onesto!!!

ke giornale

Mer, 13/06/2012 - 22:50

il PDL E il PD nn vogliono andare a elezioni in questo momento perchè il loro obbiettivo(secondo me) è quello di far salire 5ms fino al primo partito poi andare a elezioni e lasciare le castagne sul fuoco a loro, fregandosene di quel che potrebbe succudere!! quando 5ms si troverà con le spalle al muro e il paese distrutto, risorgeranno i partiti, con i ve lo avemo detto noi!!! solo noi possiamo capirvi e ora sistemeremo tutto NOI TRANQUILLI!!!

ciannosecco

Mer, 13/06/2012 - 22:58

" 23 Memphis35 "Grillo al 30% ? In teoria non dovrebbe essere neppure candidato,perchè pregiudicato(con condanna passata in giudicato).Contento ignorante?

umberto schenato

Gio, 14/06/2012 - 04:14

Se questa legge anticorruzione passa, Berlusconi cadra' nella rete e questo non lo vogliamo perche' se l'ha fatto ,lo ha fatto contro una legge ingiusta in mano a opponenti con la toga. Prima di questa legge deve essere approvata quella della giustizia e responsabilita' dei giudici e Berusconi ne uscira' fuori indenne.

umberto schenato

Gio, 14/06/2012 - 04:09

Becchiamoci il GRILLO e andremo ai tempi di MOBUTU

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 14/06/2012 - 07:15

per il m omento questa è l' unica cosa intelligente, giusta, equa e saluitare fatta da questa ministra che pero non ha saputo fare nient altro