Tribunale affida minore a coppia gay

Il tribunale dei minori di Palermo ha deciso di affidare un minore, di cui non si conosce ancora l'età, ad una coppia gay. La notizia è resa nota dal Comune di Palermo che annuncia una conferenza stampa per domani. La coppia è formata da due uomini.
Nel novembre scorso il tribunale di Bologna aveva preso un'analoga decisione, affidando una bimba di tre anni a due uomini, suscitando reazioni e polemiche.
Nel gennaio dello scorso anno la Cassazione sentenziò che «un minore può crescere in modo equilibrato anche in una famiglia gay». Nè vi sono «certezze scientifiche o dati di esperienza» che provino il contrario.
Intanto è di ieri uno studio inglese che dimostrerebbe come le coppie gay sono «le più felici, anche se spesso evitano di manifestare in pubblico la propria affettività, così come le coppie senza figli sono in media più soddisfatte di quelle con prole». Si tratta di uno studio condotto su 5mila persone sui metodi adottati per mantenere in vita la propria relazione di coppia. La categoria delle madri, dimostra inoltre lo studio, è il gruppo che in media ha più probabilità di dirsi soddisfatta della propria vita, ma quello che in media si sente meno felice del proprio partner e della propria relazione di coppia. «I partecipanti alla ricerca Lgbt sono generalmente più positivi e più felici della qualità della loro relazione e della relazione con il parner», conclude lo studio finanziato dall'Economic and Science Research Council britannico in cui si sottolinea che «i genitori eterosessuali sono il gruppo che ha minor probabilità di essere presente per il compagno, di aver 'tempo disponibile per la coppià, di 'dire 'ti amò e di parlare liberamente».