Trovata la reggia di Ulisse Ma gli esperti ora frenano

Archeologi greci avevano annunciato ieri di avere trovato i resti del palazzo di Ulisse ad Itaca, ma ora arrivano le prime perplessità degli esperti. La notizia se confermata significherebbe la più grande scoperta archeologica degli ultimi decenni. Il professor Atanasio Papadopolos, dell’Università di Ioannina, che ha guidato un’equipe di archeologi che da 16 anni compie scavi nel nord dell’isola, ha spiegato che il palazzo di grandi dimensioni ha una struttura simile a quella di altri edifici omerici scoperti in passato, fra cui quelli di Micene e Pylos. Manon manca chi è scettico. «Per quanto riguarda il caso del presunto Palazzo di Ulisse a Itaca, è difficile esprimersi. Sulla difficoltà di stabilire una corrispondenza fra antiche leggende e ritrovamenti reali sono state scritte milioni di pagine. L’aspetto più importante mi pare il fatto che l’attenzione generale si sia finalmente concentrata su un ritrovamento importante». ha dichiarato all’Adnkronos l’archeologo Massimo Pianigiani. «Si tratta - ha rilevato - di annunci da prendere con le dovute cautele. Da una parte si riesce a portare l’attenzione pubblica su fatti culturalmente importanti ma spesso relegati in secondo piano. Dall’altra, a volte può trattarsi di trovate che mirano ad ottenere un “riscontro pubblicitario“».