Uccide il figlio per un debito di poche centinaia di euro

Un lite per la restituzione di alcune centinaia di euro, che il padre diceva di avergli prestato. Ecco il perché di un omicidio che ha dell'assurd e che ha portato Guerrino Minto, 70 anni, ad uccidere ieri mattina il figlio Alessandro, 21 anni, nella loro casa di Campagna Lupia. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, la violenta discussione è iniziata tra i due subito dopo pranzo, in cucina. In casa in quel momento c'erano anche una sorella di Guerrino e la loro anziana madre, che non hanno però assistito al delitto.