La Ue approva un progetto per smaltire gli elettrodomesticiRisparmio energetico e rifiuti

La Commissione Europea ha approvato il finanziamento del progetto Weenmodels di Amiu all'interno del programma Life+, il fondo comunitario che riguarda interventi mirati alla salvaguardia della natura e a una migliore politica ambientale. Il progetto ha ottenuto un finanziamento di oltre 1 milione di euro, pari a circa il 50% dell'investimento, per sperimentare un nuovo modello per la raccolta dei rifiuti elettrici ed elettronici come televisori, computer, cellulari e altri piccoli e grandi elettrodomestici. La proposta genovese è una delle 248 approvate su 1.159 presentate da 18 paesi. L'obiettivo principale Š dimostrare che, attraverso l'applicazione di un sistema logistico efficiente e il coordinamento dei servizi di raccolta Š possibile raggiungere e perfino superare gli obiettivi definiti dalla direttiva Raee (2012/19/Ue). È il secondo progetto Amiu approvato di recente ed Š il frutto di un accurato lavoro preliminare svolto in collaborazione con gli esperti di TBridge. Sono partner anche il Comune di Genova, Gal agenzia di sviluppo e l'Università di Modena e Reggio Emilia.
Rimaanendo in tema va segnalayto che che il Wwf ha promosso una guida-online gratuita per l`acquisto «efficiente» dei migliori elettrodomestici in commercio rivolta ai cittadini e realizzata grazie al piano Intelligent Energy for Europe della Commissione Europea. Sul sito gli utenti possono individuare i 10 apparecchi «migliori» in ben 11 categorie e 50 sottocategorie di prodotto: dai frigoriferi alle stampanti per ufficio, dalle lampadine alle lavastoviglie che a parità di qualità e prestazioni consumano meno energia, hanno un minore impatto sull'ambiente e sulle...bollette.

Commenti

angelomaria

Dom, 21/07/2013 - 13:50

UE yi contano i peli del sedere e' non s'accorgono della situazione GIUSTIZIA ITALIANA!!!!!!L'assurdo e'appena INCOMINCIATO hoibrividi per come andra'ha FINIRE