È ufficiale: il governo non taglia le tasse

Saccomanni smentisce Letta. Il mini scudo fiscale non servirà per diminuire il cuneo sul lavoro ma per abbattere il deficit

Sul principio tutti d'accordo e non da ora. Sono anni che politici e ministri ripetono il mantra: l'evasione emersa, le tasse non pagate e poi recuperate devono servire a ridurre la pressione fiscale. Perché così si premiano i contribuenti onesti e si incentivano comportamenti virtuosi. Purtroppo, come spesso succede, dalla teoria alla pratica le cose si complicano. Nel caso specifico, i vari fondi per la riduzione delle imposte annunciati negli anni sono rimasti a secco e la riduzione della pressione fiscale sul lavoro è aumentata indisturbata.

Ultimo caso, quello del rientro dei capitali. Il premier Enrico Letta, sicuramente con un eccesso di enfasi, aveva annunciato che le risorse della voluntary disclosure (così si chiama il mini scudo fiscale) approvato venerdì sarebbero andate alla riduzione del cuneo fiscale. E tutti avevano pensato a una iniezione di risorse sulla riduzione fiscale più attesa. Ma poi le precisazioni del ministro Fabrizio Saccomanni hanno raffreddato gli entusiasmi. Il grosso delle risorse andranno a spese in conto capitale. Quindi investimenti. Oppure alla riduzione del debito e alla restituzione dei debiti della Pa in conto capitale. Dove «il grosso» delle risorse significa tutto quello che lo Stato incasserà nel momento in cui i soldi rientreranno in patria. Alla riduzione del cuneo andranno le risorse aggiuntive che deriveranno dalla tassazione dei capitali rimpatriati negli anni successivi. Inutile dire che tra le due poste non c'è confronto. Le vere risorse arriveranno con il rientro, il resto è residuale.

Il ministro dell'Economia ha indicato delle destinazioni precise per i proventi dello scudo: «Per coprire spese in conto capitale, come il rimborso dei debiti della Pa o l'allentamento del patto di stabilità per gli investimenti». Obiettivi non casuali, che sembrano dettati dall'Europa. Bruxelles, non da oggi, non vuole che l'Italia prometta tagli delle tasse perché la precedenza deve andare alla messa in sicurezza delle finanze pubbliche e alla riduzione del debito. Gli obiettivi descritti da Saccomanni vanno in questa direzione. In particolare, se si utilizzassero i soldi del rientro per pagare i debiti della Pa in conto capitale, si alleggerirebbe un pezzo di spesa già messa a bilancio che è destinata a pesare sul deficit. Le spese per gli investimenti, poi, sono i cofinanziamenti dei progetti europei. In sostanza, l'impressione è che l'Ue si sia messa di traverso frenando le ambizioni sviluppiste del governo Letta. In modo, questa volta, discreto e senza creare clamori.

Difficile fare conti. Non esistono cifre ufficiali e anche quelle ufficiose sono diverse e contraddittorie. Si parla di 50 miliardi rientrati (su circa 200) come obiettivo realistico. La misura più simile a quella varata dal governo, lo scudo fiscale di Berlusconi e Tremonti, portò 3,7 miliardi. Questa versione potrebbe portare 2,5 miliardi. Ripetono al ministero dell'Economia e anche da Palazzo Chigi: il rientro dei capitali sono misure una tantum e non possono essere utilizzate per ridurre le tasse. Ma è anche vero che questo è il governo che non si è fatto scrupoli a varare delle vere e proprie tasse una tantum, come la quota statale di Tares e poi la mini Imu. Quando di è trattato di stangare, una tantum, le case degli italiani a nessuno è venuto in mente di cercare coperture creative, come può essere un rientro dei capitali. Per farci stare dentro limiti europei, che i nostri cugini francesi ignorano allegramente, invece sì.

Commenti

buri

Lun, 27/01/2014 - 09:31

e chi ci credeva? a volta queste sraro mi fa pensare a quei signorotti medievali che quando si trovavano la borsa vuota mandavano quattro squeri muniti di frusta a spremere i poveracci suditti

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 27/01/2014 - 09:37

Ma cosa pretendete? Il popolo bue deve solo pagare e stare zitto. Non vorrete pretendere che siano tagliati i costi della politica? Grazie Letta, grazie di voler continuare a tosarci a pelle, grazie di non aver neppure pensato di ridurre i costi della politica, grazie Letta, grazie di tutto e soprattutto grazie a chi ti darà un metaforico calcio nel sedere ... ma naturalmente salvaguardando le tue legittime aspettative ad un trattamento economico che pone la nostra politica al primo posto nel mondo: la più pagata è la nostra e ne siamo fieri. Viva la Casta, che per perpetuarsi non vuole neppure LA immonda preferenza.

Gianfranco Rebesani

Lun, 27/01/2014 - 09:39

Siete sempre pronti a criticare Letta e il suo Governo. Quando Berlusconi e Tremonti vararono il Condono fiscale per il rientro di capitali dall'estero, tutta la sinistra a dar loro contro, forse a ragione. Oggi che, finalmente (!), Letta & soci non ricorrono al condono fiscale giù a dargli ugualmente contro. Infatti, volete mettere aderire alla "Voluntary disclosure" ? Abbiamo il vocabolario della lingua italiana ricco di termini per definire in altro modo il termine "condono", ma Letta e soci, anche per sembrare acculturati, ti inventano una terminlogia anglosassone, così i poveri Cipputi pensano: Cazzo (scusate il termine), questo sì che ci sa fare. Non come Berlusconi e Brunetta che non sapevano fare altro che condoni.

cicero08

Lun, 27/01/2014 - 10:02

Parlando di Letta, Bianconi, parlamentare di Forza Italia, era stato di un esemplare chiarezza: trattasi du un "cazzaro, bugiardo e mentitore...": In tema di tasse poi basterebbe far riferimento all'ultimo studio della CGA di Mestre sull'effetto delle addizionali locali sull'ammontare dell'IRPEF. C'è da rimanere con i capelli dritti!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 27/01/2014 - 10:39

Tagliare le tasse? E poi dove andiamo a reperire 286 milioni/mese per la "Mare nostrum"?

Rossana Rossi

Lun, 27/01/2014 - 11:10

Ma va? Mi sarei meravigliata del contrario.....altrimenti come farebbero questi ladri buffoni ad aumentarsi gli stipendi?

futuro libero

Lun, 27/01/2014 - 11:10

solo i sinistronzi potevano credere che il partito delle tasse potesse diminuirle,anzi troverà un altro nome da mettere in coda a TARSU TARES TARI TASI IMU IUC magari avremo una nuova tassa PSPET(popolo stupido paga e taci)

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Lun, 27/01/2014 - 11:19

La sinistra non riesce più a trovare le "parole vaselina" nel vocabolario italiano (si vede che le ha usate tutte) e allora ricorre allo straniero. Per imbrogliare meglio gli sprovveduti, fregarli e depredarli usa il famoso "latinorum"!!!

edoardo55

Lun, 27/01/2014 - 11:22

Con questa gente che ha una visione dell'economia nazionale che non supera gli orizzonti della propria scrivania e succubi dei parametri europei, non ci risolleveremo mai più.

xgerico

Lun, 27/01/2014 - 11:23

Leggendo in parte l'articolo mi e venuto in mente un personaggio che aveva firmato e garantito il pareggio di bilancio, non poco tempo fa, non ricordo il nome, mi pare Giulio o Silvio.

linoalo1

Lun, 27/01/2014 - 11:25

Poveri Comunitari!Siete proprio patetici!Continuate a difendere Letta ed il suo operato come se fosse un toccasana!Ed allora,perchè tirate porchi quando pagate l'Imu e tutte le nuove tasse?Se lo fate,vuol dire che non siete contenti!Quindi,i casi sonodue:o siete contenti,o siete solamente degli irriducibili IPOCRITI!Lino.

Ritratto di VT52na

VT52na

Lun, 27/01/2014 - 11:31

... e così "la vecchia figura di PULCINELLA", a distanza di anni, si dimostrò più «serio e saggio» dell'attuale Governo !!!

Agostinob

Lun, 27/01/2014 - 11:34

Ricordo, anche recentemente, tutti i discorsi inviperiti che la gente faceva (anche sul blog) relativamente al condono. "Una vigliaccata; vanno requisiti tutti i soldi; occorre spogliare i ladri ecc..ecc.." e poi ancora, da parte della sinistra, la necessità d'essere duri senza lasciare via di scampo, perché l'Italia e gli italiani non dovevano mai più avere un condono che premiava i ladri. Poi, è arrivato un governo di sinistra. I condoni hanno cambiato nome per vigliaccheria; la sinistra che prima voleva ammazzare tutti, ora guarda in alto fischiettando. Ciò che faceva schifo con Berlusconi, diventa ora giusto e logico con Letta. Poveri miseri comunisti. Nemmeno il coraggio delle loro azioni!

unosolo

Lun, 27/01/2014 - 11:37

ma come hanno aumentato l'iva oltre alle solite accise , tabachi ecc, ecc , e vi pare che i soldi li adoperano per pagare i debiti? no , questi ministri pensano solo al mantenimento della poltrona , se ne fregano dei debiti altrimenti li avrebbero abbassati creando lavoro non fermandolo con alzamento della pressione fiscale , forse sbaglio , le manovre del Letta spalleggiato dall' NCD hanno fermato la produzione Italiana , se non alzavano la pressione oggi avremmo avuto il doppio delle entrate sia come IVA che come pil e forse il debito scendeva , oggi vendiamo pezzi dello Stato per tamponare le perdite , per nessuna cosa una famiglia rinuncerebbe ai beni che ha in possesso anzi si cerca lavoro e si tampona , al contrario di quello che ha fatto il Governo attuale e precedente .

Agostinob

Lun, 27/01/2014 - 11:41

La Fiat andrà con la sede legale a Londra dove "la pressione fiscale e la tassazione sui profitti è inferiore che in Italia". Qualche politico spieghi agli italiani perché una Fiat o un altro grande industriale può impunemente trasferire le sedi e quindi le tassazioni dove sono più convenienti per lui mentre un italiano normale non può portare i suoi risparmi all'estero senza venire additato come un criminale. In Italia rimarranno gli operai in cassa integrazione pagati da tutti noi. A Londra avranno invece gli utili su cui pagare meno tasse, per loro. Questa è l'Italia che un tempo veniva dichiarata "quella dei ricchi che si fanno le cose come vogliono loro. Ma quando ci saremo su noi (dicevano i comunisti) allora queste cose non ci saranno più." Oggi le cose ci sono peggio di prima; vengono fatte alla luce del sole ed i comunisti fingono di non vedere. Oggi va bene ciò che prima era da combattere. Miserie del cervello.

Nebbiafitta

Lun, 27/01/2014 - 11:42

E' da un pezzo che io non credo più nè a Letta nè a Saccomanni. Al primo perchè è interessato esclusivamente il semestre europeo e al secondo perchè lo reputo una persona incapace e buono a nulla. Quanto ai problemi degli italiani che non arrivano alla fine del mese ha dimostrato chiaramente che non gliene frega di meno per cui, tratte le dovute conclusioni ognuno deve cercare di arrangiarsi come meglio crede. Sono convinto, che anche nel 2014 non ci sarà alcuna ripresa e l'unica cosa che aumenterà saranno nuove tasse.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 27/01/2014 - 11:42

"Per farci stare dentro limiti europei, che i nostri cugini francesi ignorano allegramente"...Non è così!!....Quello che nessuno dice,è che tra le righe del famigerato "Fiscal Compact", oltre al rapporto del 3% fra deficit pubblico e Pil, rapporto che ci viene ricordato ogni due,tre giorni, è prevista anche la riduzione del debito pubblico fino a che lo stesso non raggiunga il 60% del PIL; Eurostat ha certificato, che nel secondo trimestre 2013 il nostro rapporto è al 133.3%. Quindi bisogna più che dimezzare il rapporto nei prossimi vent’anni. E qui viene la sorpresa grossa perché, sottovoce, mentre la Gran Bretagna, ad esempio, conta di raggiungere l’obiettivo nel 2025 aumentando le tasse di 20 e tagliando le spese per 80 (fatto 100 la percentuale di ripartizione fra tasse e spese), noi(il ns governo) ci siamo impegnati a tagliare il traguardo nel 2030(CINQUE ANNI DOPO...), ma con un rapporto che vede l’incremento di tasse di 65 e i tagli alle spese per solo 35. Siamo, tra i Paesi che hanno sottoscritto l’accordo, quelli con il più alto incremento di tasse e, conseguentemente, il minor taglio di spesa!!Pazzesco!!La via PRINCIPALE,è quella di ridurre la SPESA,non SFONDARE IL DEFICIT,e continuare con l'andazzo attuale!!!Teste di rapa!!

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Lun, 27/01/2014 - 11:44

Seguo la politica italiana da 52 anni e non ho mai visto un bugiardo spudorato come Enrico Letta: per lui mentire è come respirare. Soltanto un ingenuo al limite della stupidità poteva credere che avrebbe davvero abbassato le tasse.

Aristofane etneo

Lun, 27/01/2014 - 11:45

Quando i Ministri della Repubblica italiana confabulano tra loro in pubblico, si mettono la mano davanti alle bocca per evitare di essere "intercettati", quasi fossero dei cospiratori. Quando lasciano il Palazzo o casa e rischiano di venire a contatto con il Popolo (sovrano?), si circondano di guardie del corpo per evitare come minimo qualche calcio nel fondo schiena. Non mi chiedo chi sceglie questi guardiani, con quali criteri vengono scelti e quanto vengono pagati. Mi chiedo invece ma quanto sadismo o, a seconda dei punti di vista, quanto masochismo hanno in corpo per fare questo mestiere molto pagato ma che li fa oggetto di molto odio e di molto disprezzo da parte di noi classe media (o "piccoli borghesi" come amava definirci quell'ineffabile paraculo di Pasolini).

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 27/01/2014 - 11:48

Vabbeh, dov'e' il problema per il bacino elettorale e zoccolo duro di FI? Loro tanto non le pagano per niente le tasse,(elusione) o al massimo le se le riducono arbitrariamente (evasione), peraltro secondo l'esempio del Leader, condannato proprio per questo. Ed ecco perche' poi gli altri devono pagare di piu'. Una vera associazione per delinquere: rubare ai meno abbienti per diventare sempre piu' abbienti.

Il giusto

Lun, 27/01/2014 - 11:48

ha-ha-ha i silvioti...se non ci fossero bisognerebbe inventarli!Criticano il governo che annaspa adesso dimenticando chi ci ha portato nella m..rda!Il decennio dello schettino pregiudicato sarà ricordato come il peggiore dal dopoguerra!Un disastro epocale in un periodo che avrebbe potuto portarci ad essere una potenza mondiale!Ed invece ci fa fatto fare la fine dell'argentina!!!Ridicoli...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 27/01/2014 - 11:51

Questi stanno riempiendo i giornali colla legge elettorale, ma dei tagli della politica non se ne parla più.Hai visto mai che il popolo si dimentica???

il gatto nero

Lun, 27/01/2014 - 11:56

Ci prendono anche per deficienti. Pensano che noi crediamo ancora alle loro frescate e alle loro menzogne. Purtroppo questo governo è sostenuto dal Colle dove risiede un insulso individuo che ci appesta con logorroici discorsi. Che se ne vada a casa questa cariatide comunista che ha partecipato a rovinare l'Italia. Dai carri armati russi APPLAUDITI da questo ignobile individuo fino ai giorni nostri. E l'hanno fatto Presidente della Repubblica Italiana !!. Ma vi rendete conto di quali criminali ci sono in Parlamento ? Votare uno con il suo passato ?!! E poi (s)parlano di Berlusconi perchè ama le donne, andando a spiare dal buco della serratura in una casa privata ( la sua e durante la Presidenza del Consiglio ). O facendo fare foto da un paio di Km. di distanza. Questa gente doveva essere incriminata e giudicata. Invece lo è stato Berlusconi, ma guarda un pò. Inoltre parlano di "leggi ad personam". Se non l'avesse fatto gli avrebbero portato via tutto, 'sti comunisti di m....da. Lui non ha RUBATO soldi ai cittadini ( VEDI MPS ). Invece delle leggi ad hoc fatte dal massone Monti nessuno ne parla, vero Chiesa, vero Casini ? Vero Parte di Confindustria ? Vero Banche ? Ma chissà perchè, vero ?? Siete dei porci. E i cittadini che votano questi individui sono dei beoti con partecipazione a delinquere. Altro che condannare Berlusconi ( tramite un avvinazzato Komunista ed altri 3/4 colleghi di merende ). Adesso di abbassare le tasse non se ne parla più. Vuoi perchè sono incompetenti, vuoi perchè ricevono ordini precisi dalle Lobbies internazionali e dalle Banche. E poi si chiedono anche il perchè ci siano rigurgiti di antisemitismo. Fate un pò i conti di chi governa la Finanza Internazionale e vi accorgerete ! Ai popoli non bisogna fare tirare la cinghia senza dare niente. Qualcosa bisogna pure dare. Altrimenti il Popolo o comincia a suicidarsi o comincia ad ammazzare. Stolti ipocriti.

Salvatore1950

Lun, 27/01/2014 - 12:13

ma perche' c'era qualche gonzo in Italia che pensava che Letta e company tagliassero le tasse? ci speravamo perche' avevamo le " sentinelle antitasse" ma purtroppo un colpo di sonno li ha presi tutti e cosi ci ritroviamo con tari...tasi....iuc...puc....pic....cip....ciop.....rex....tom e altre che al momento mi sfuggono

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 27/01/2014 - 12:23

il gatto nero - Certo, voi credete a ben altro tipo di "frescate e menzogne"...Vede, se lei avesse ancora la parte di cervello che le hanno asportato, saprebbe che il reato maggiore di Berlusconi non e' che gli piacciono le donne, bensi' proprio che ha "RUBATO soldi ai cittadini", in modi piu' o meno creativi...

agosvac

Lun, 27/01/2014 - 12:38

Molti sostengono che saccomanni sia la longa manus di Mario Draghi in Italia. Io non lo credo, Draghi è troppo intelligente per non capire che senza una drastica riduzione delle tasse non ci può in alcun modo essere crescita economica. Credo piuttosto che saccomanni sia il "portavoce" dell'Europa della signora merkel! I crucchi certe cose non le capiscono, non capiscono che senza ricrescita economica dell'Europa intera la Germania sarà nella melma. E dire che i segnali ci sono e sono importanti. Nel 2013 la Germania è cresciuta complessivamente dello 0,4%, contro il 4% degli Usa. Sembra che gli Usa spendaccioni siano al di fuori della crisi( peraltro da loro stessi indotta nel 2008) mentre il rigore imposto dalla Germania a tutta l'Europa abbia impedito a tutti gli stati membri di superare la crisi! Gli americani hanno capito che per favorire la crescita si devono favorire i consumi, cioè immettere liquidità al sistema economico, tutto il contrario di quello che la signora merkel ed i suoi miserabili economisti hanno fatto con l'Europa. Purtroppo Draghi non è libero, non è indipendente, ha margini d'intervento limitati dalle regole imposte dalla Germania.Sarebbe molto importante che le prossime elezioni europee riuscissero a cambiare gli equilibri interni all'Europa. Una buona affermazione di quelli che sono contrari alla rigidità imposta da merkel e compagnia, potrebbe cambiare finalmente le cose. Si vedrà!!!

agosvac

Lun, 27/01/2014 - 12:44

Egregio xgerico, il suo problema è che lei "legge solo in parte l'articolo" e, tra l'altro neanche riesce a capire ciò che legge.Se leggesse tutto l'articolo si renderebbe conto che il suo commento è molto idiota. Infatti con quanto detto nell'articolo il pareggio di bilancio non c'entra un emerito...tubo!

cicero08

Lun, 27/01/2014 - 12:48

X salvatore1950: purtroppo più di qualcuno credeva che le tasse le avrebbe dovuto ridurle che era al governo prima di Monti che, però, oltre ai soliti aumenti mascherati, ci ha lasciato in dote anche il fiscal compact, ub autentica mannaia sopra le nostre povere teste...

Ritratto di mark 61

mark 61

Lun, 27/01/2014 - 13:06

COSI GIUSTO X RICORDARLO perché con i governi del condannato è stato fatto vero ??????????? QUESTO ARTICOLO è INUTILE E DANNOSO

Salvatore1950

Lun, 27/01/2014 - 13:22

x cicero 08...non ho capito il senso del tuo commento.Perche' dici chr il taglio delle tasse avrebbe dovuto farli chi era al governo prima di Monti? N e'allora una aspirazione di qualunque governo quello di alleggerire il peso fiscale o forse la sinistra e' esente dall'onorare questo impegno? aspetto lumi....

mbotawy'

Lun, 27/01/2014 - 13:23

Perche' mai meravigliarsi? E' la banda taffari, con ottimi stipendi e aereo privato per visitare(?)gratuitamente vari paesi del mondo.

xgerico

Lun, 27/01/2014 - 13:43

@agosvac- Colpito ed affondato!

vince50_19

Lun, 27/01/2014 - 13:43

Alfano, è vero tutto questo? Se si, allora sei una sentinella delle tasse del piffero! Ma va là, becchino di te stesso.

Gioa

Lun, 27/01/2014 - 13:56

il governo letta? ma che è?....un gorverno o una TASSA GROSSA?....provare per credere!!! SVEGLIA ITALIA STO LETTA I SUOI AMICI NEANCHE PIU' CON LE STAMPELLE STANNO IN PIEDI....MA LORO VOGLIONO RIMANERE PER FORZA e allora: "tanto è che la gatta va al lardo che ci lascia lo zampino"....

cicero08

Lun, 27/01/2014 - 14:01

X Salvatore 1950: ricordi c'era stato perfino un contratto con gli italiani? ma a causa di quel malgoverno fu ceduto il passo a Monti con lo scopo di incrementare le entrate da tassazione e diminuire le spese per le pensioni...Oggi c'è Letta nipote cui ben si attaglia, come detto nel primo commento, quanto gli ha voluto dire il deputatoF.I., Bianconi: Cazzaro, bugiardo e mentitore.