UNIMPRESACredito alle aziende: rubinetti chiusi

Allarme rosso per il «credit crunch». È un calo vertiginoso quello registrato sui prestiti bancari alle imprese a breve e medio termine. Nel giro di 13 mesi, dal giugno 2011 a luglio 2012, lo stock dei finanziamenti concessi dalle banche alle «società non finanziarie» è passato da 489,54 a 417,05 miliardi di euro con una riduzione del 3,92%. Questa una delle conclusioni più rilevanti della analisi condotta dal Centro studi di Unimpresa. Per quanto riguarda i prestiti a un anno, si è passati dai 347,69 miliardi dello scorso anno ai 340,63: vale a dire 7,05 miliardi di euro in meno a disposizione delle aziende con una variazione negativa pari al 2,07%.