Il vaporetto contro la gondola Morte sotto il ponte di Rialto

Un giro in gondola partendo dal ponte di Rialto è la classica cartolina che milioni di turisti di tutto il mondo hanno sognato di trasformare in realtà appena arrivati a Venezia. Joachim Reinhardt Vogel, 50 anni, noto criminologo e professore ordinario di diritto penale all'Università Ludwig-Maximilian di Monaco di Baviera, ha voluto regalare questo sogno alla moglie e ai tre figli, senza immaginare che quello sul Canal Grande sarebbe stato il suo ultimo viaggio. Ieri, verso le 11,30, forse nell'estremo tentativo di difendere la figlia di 3 anni, il professore è rimasto schiacciato da un vaporetto dell'Actv in manovra davanti alla sede del Magistrato delle Acque. Lo schianto tra il pesante mezzo pubblico e la caratteristica imbarcazione veneziana è stato fatale: Vogel è morto pochi minuti dopo l'arrivo in ospedale, nonostante i soccorsi immediati portati prima da un infermiere che per caso era in zona e subito dopo dalle idroambulanze.
Il gesto del padre è servito a salvare la vita alla figlia che però è rimasta ferita in maniera seria: le lamiere del vaporetto le hanno infatti procurato un profondo taglio in viso e all'ospedale di Padova non escludono un intervento di ricostruzione. La bimba non è però in pericolo di vita. Gli altri due fratellini, di 7 e 9 anni, e la mamma 42enne sono rimasti illesi ma in stato di choc per l'incredibile tragedia. L'estate 2013 si conferma maledetta per i turisti. La giovane uccisa dalla sciarpa impigliata nel quad in Grecia e la sposa in viaggio di nozze falciata da un'auto impazzita in California sono solo i due casi più clamorosi di una stagione a dir poco sfortunata. Quanto al dramma di ieri in laguna, e fatte salve le diverse segnalazioni relative all'eccessivo affollamento sul canal Grande, resta il fatto che i gondolieri veneziani non hanno memoria di incidenti mortali per il settore.
Ieri hanno comunque proclamato uno sciopero di protesta a cui però ha aderito solo il 40% della categoria. Come sia potuto accadere un simile disastro è oggetto di indagine da parte della procura lagunare, che ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo disponendo il sequestro dei due mezzi. Secondo i primi riscontri degli investigatori della Questura di Venezia, pare che il vaporetto della linea 1 avesse appena lasciato la fermata delle Pescherie per dirigersi verso Rialto. Subito dopo il ponte avrebbe trovato un altro vaporetto che viaggiava nella direzione opposta e, per evitare una possibile collisione, avrebbe innestato la retromarcia, agganciando la gondola e spingendola addosso al pontile. Alcuni testimoni hanno raccontato di aver visto il vaporetto trascinarla per una ventina di metri, prima di schiantarsi. Il gondoliere, dal colpo, è stato sbalzato sul pontile, mentre i cinque passeggeri sono stati catapultati in acqua.
La magistratura, come atto dovuto, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo.