Veneto, la sinistra si sveglia: no all'accattonaggio. Pisapia invece...

I sindaci di Venezia, Padova e Treviso si "svegliano", adottando misure più restrittive contro gli accattoni molesti. Il sindaco di Milano invece fa spallucce

In America c'è un sindaco di sinistra che ha iniziato il suo mandato ribadendo l'importanza della "tolleranza zero" nei confronti dell'illegalità: è Bill De Blasio, sindaco di New York. Ha fatto arrestare 274 mendicanti, questuanti e venditori ambulanti illegali sorpresi in metropolitana, mentre i controlli più rigidi hanno fatto aumentare dell'8,5% i processi contro chi viaggia sui mezzi pubblici senza biglietto. Qualcuno subito si è scandalizzato perché De Blasio è considerato molto si sinistra. Ma le regole sono regole, ed essere di sinistra non vuol dire sposare l'anarchia e l'illegalità. Almeno così dovrebbe essere in un paese civile. Devono pensarla allo stesso modo in Veneto, dove alcuni sindaci hanno deciso di fare un patto. Sono, anche in questo caso, tre sindaci di sinistra. Governano le città di Venezia, Padova e Treviso. Prevedono "schedatura e foglio di via agli accattoni", ribadendo di voler tutelare "chi è indifeso dalle molestie di chi chiede con troppa insistenza". In poche parole chi è molesto e, anziché limitarsi a chiedere, pretende, arrivando persino ad alzare le mani e minacciare, nei casi più gravi passando alle vie di fatto. Una situazione insostenibile che i cittadini, al di là della fede politica e della latitudine, mal sopportano.

L'asse "anti accattoni", come scrive oggi Repubblica, si chiama Pa-tre-ve, le iniziali delle tre città interessate. I loro sindaci, Ivo Rossi, Giovanni Manildo e Giorgio Orsoni, vogliono fare fronte comune mediante un "patto di sicurezza metropolitana". Lo scopo principale è questo: evitare che i molesti cacciati da un Comune si trasferiscano nei paesi o nelle città limitrofe. Gli amministratori non si limitano a organizzare controlli più rigidi, chiedono misure forti come, per l'appunto, i fogli di via dal territorio nazionale. I soldi frutto delle elemosine sequestrate vengono date alla Caritas. Che ringrazia ma avverte: "Giusta la lotta all'illegalità - dice don Davide Schiavon, direttore Caritas Treviso - ma non risolve il problema della povertà". Sicuramente vero, ma anche l'accattonaggio non risolve il problema della povertà.

Quella iniziata in Veneto è, per certi versi, una mutazione (genetica) della sinistra italiana. Basti pensare che a Milano, invece, il sindaco Pisapia (anche lui di sinistra) ha fatto sparire l'ordinanza contro l'accattonaggio (leggi l'articolo).

Commenti

rickroger

Mar, 18/03/2014 - 11:29

Una notizia davvero interessante e decisamente "controcorrente"... Venisse da città governate da razzisti intolleranti xenofobi destrorsi-leghisti-fascisti avremmo subito interrogazioni parlamentari, piagnistei della Presidentessa della Camera,critiche di Don Sciortino ecc ecc

maurizio50

Mar, 18/03/2014 - 11:38

L'obiettivo fondamentale del pessimo Pisapia è quello di far arrivare Milano allo stesso livello (in basso) del Cairo. Le premesse ci sono tutte: Temo che prima della scadenza del mandato ci riuscirà! Grazie Sinistra, in tutte le sue salse! Grazie Chiesa Cattolica , di rito Ambrosiano!!!

Mechwarrior

Mar, 18/03/2014 - 11:39

Eroica lotta alla "illegalita" contro gli accattoni!!! Provate a eliminare le mafie invece.........

Angel7827

Mar, 18/03/2014 - 11:53

mancava un articolo su milano...in effetti erano giorni che non si leggeva niente, a piazza del duomo ci sono un sacco di piccioni che cagano...vogliamo scrivere qualcosa?

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 18/03/2014 - 12:16

e l'accattonaggio industriale che ogni giorno in tv, radio e giornali smarmellano bambini morti di fame a ritmo di sterminio?dovrebbero essere estinti o pascenti visti i soldi che si raccolgono via sms, bonifico, bollettino e tutto il resto. cosa facciano coi soldi è solo pubblicità e accattonaggio resta.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mar, 18/03/2014 - 13:00

...Angel7827 ha scritto lei qualcosa.....poteva comunque evitato in quanto un'insulsaggine è

Agostinob

Mar, 18/03/2014 - 13:10

Certo che i comunisti dovrebbero, se ragionassero, capire che qualcosa non va. La sinistra è sempre stata, vien raccontato loro e loro se la bevono, per i disagiati, i poveri ed i derelitti. La sinistra è per aiutare gli immigrati e coloro che non hanno nulla mentre la destra, l'odiosa destra, ha sempre cercato di dire che occorre mettere un freno a tutte queste cose. E proprio su questo si sono alzate le barricate dei comunisti. Voi di destra siete crudeli, volete far vivere solo i ricchi e far morire chi non ce la fa e via di seguito. Ma poi, alla luce dei fatti, è proprio vero che ci vogliono i comunisti per far fare le cose di destra. Ed i comunisti che all'opposizione dicono una cosa, quando tocca a loro essere al comando fanno l'opposto. E tutti i babbei che prima erano d'accordo per il contro, ora sono d'accordo per il pro. Popolo beone.

gesmund@

Mar, 18/03/2014 - 13:28

Avere legalizzato l'accattonaggio (dalla sinistra con il plauso del Presidente Scalfaro) ha portato al racket ed allo sfruttamento di una nuova categoria di "professionisti" senza partita IVA. Come le prostitute. L'accattonaggio è una sconfitta e una vergogna per lo Stato italiano, incapace di provvedere ai fabbisogni dei suoi cittadini e anche di chi cittadino non è. Uno Stato di accattoni, fondato sull' accattonaggio. Incostituzionale.

oasicarlos

Mar, 18/03/2014 - 13:30

In Veneto stiamo votando tramite referendum (fino al 21 marzo) per l'indipendenza dall'Italia e la costituzione di una repubblica indipendente. Il popolo Veneto trova definizione legale secondo l’art.2 della Legge statale n.340 del 22 maggio 1971, secondo la quale “L'autogoverno del popolo veneto si attua in forme rispondenti alle caratteristiche e tradizioni della sua storia”. Grazie alla Legge statale n. 85 del 24 febbraio 2006, è consentito esprimere opinioni e compiere atti democratici e non violenti per ottenere l’indipendenza di territori attualmente inglobati nello stato di cui è parte la Venetia. VOTATE SI o NO MA VOTATE VENETI La strada è tracciata, ci vorrà un pò di tempo, ma vi stiamo salutando.....820.000 l'hanno già fatto fino alle 11 di oggi.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 18/03/2014 - 13:32

Pisapia ha bisogno di questi figuri...............sono voti.

aitanhouse

Mar, 18/03/2014 - 14:12

l'accattonaggio molesto è la conseguenza naturale del gran numero di "concorrenti" partecipanti: chi chiede con più forza ed insistenza, ottiene di più ...e purtroppo è così. Non ci liberiamo facilmente di qualcuno che ,con la mano tesa , ci segue , ci vuole scaricare il carrello al supermercato o ci aspetta fuori la farmacia o la rivendita di monopoli, posti dove stazionano stabilmente o dove la malavita li ha collocati. Ormai siamo al livello di paesi quale l'india ,dove una pletora di accattoni non ci molla al fori dell'aeroporto e, se non li gratifichiamo , ci scarica una serie di parolacce nella nostra lingua madre.Noi, popolo di buonisti, attenti a quanto la sinistra e la chiesa predicano in materia di accoglienza,dobbiamo accettare senza neppure capire quanti di questi accattoni siano realmente bisognosi o meno e come regolarci per un futuro che sicuramente ci vedrà ancora più sottomessi a questa infida forma di microcriminalità.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 18/03/2014 - 14:30

Tutta l'Italia è ormai in mano a pusher, accattoni molesti e delinquenza d'importazione. E anche oggi, nel più religioso silenzio dei media, ne abbiamo raccattati 600 a sud di Lampedusa. Con corollario di diarie, sigarette e schede telefoniche. Tanto siamo ricchi e possiamo permetterci questo ed altro...

moshe

Mar, 18/03/2014 - 14:41

Milano è ormai diventata il ricettacolo di tutto lo scarto umano, con grande gioia della sinistra. Persino gli imbrattatori (chiamati dai komunisti writer), vengono dall'estero per sfigurare metro e case milanesi. Tutto questo grazie anche ai PIRLA che per far dispetto alla Moratti, si sono astenuti dal voto.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 18/03/2014 - 15:04

E se Pisapia applicasse lo stesso metodo gli abitanti di Paperopoli dove se ne andrebbe? In svizzera hanno chiuse le frontiere

fabio tincati

Mar, 18/03/2014 - 15:53

in gioventù (io no!) si può essere oltranzisti, nel costruirsi la propria personalità può essere necessario diventare integralisti per avere una base di ragionamento dalla quale partire. quindi se uno è comunista (o simili) a 18 anni, va bene se lo è ancora a 36 è scemo, o ci fa! Pisapia non è capace di governare Milano, perché non è il suo mestiere, è un velleitario non pericoloso come i suoi seguaci, ma segue delle idee che sono solo le sue. I comunisti l'hanno votato per togliere la Moratti ed i milanesi imbecilli per snobismo non sono andati a votare e noi ci siamo trovati il 2 di picche a palazzo Marino. Adesso fare cose di "destra" cioè usare il buon senso e non la demagogia sembra diventata improvvisamente la moda di tutti questi politicanti, Renzi arriva in Germania con un cappotto ridicolo e non dice niente, per i giornali è un grande segno di riconoscimento!! Siamo dei provinciali con un governo da operetta e dei giornali dediti al leccapiedismo (per pietà) più oltraggioso. Mandare via gli zingari è un atto dovuto per le persone per bene è inutile fare della demagogia perché non si sa come affrontare il problema perché non sono tutti stupidi...

Rossana Rossi

Mar, 18/03/2014 - 16:13

Lo schifo delle nostre città dovrebbe avere un limite e che comincino a porne sindaci sinistrorsi significa che siamo proprio alla frutta. Vi immaginate cosa sarebbe successo se fossero stati di destra? Solo insulti: razzisti, capitalisti, vergognosi, don mazzi che protesta, tutta colpa di Berlusconi ecc.ecc......il solito ritornello ........

Libertà75

Mar, 18/03/2014 - 16:16

@mechwarrior, bella idea la sua. Faccia una cosa, prenda carta e penna e scriva ai 3 sindaci veneti dicendo loro di lasciar perdere gli accattoni e di adoperarsi a sconfiggere la mafia che attanaglia l'Italia. Sicuramente è nelle competenze e potenzialità di quei municipi, del resto se lo dice lei, non c'è da dubitarne.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 18/03/2014 - 17:32

La cosa in questo bislacco paese e' nota da tempo, le cose di "destra" le puo' fare solo la sinistra, lasciando le cose di sinistra alla destra..

gigetto50

Mar, 18/03/2014 - 17:39

......qui stiamo parlando di "mendicanti" molesti da accomunare ad esempio ai parcheggiatori abusivi che ti rigano l'auto o ti bucano le gomme o ti spaccani i vetri se non dai l'obolo. D'altra parte é anche capibile che ci siano i mendicanti (zingari, clandestini, "rifugiati politici" etc.. tutti senza lavoro e semza niente) lasciati sulle strade grazie alla politica "dell'accoglienza" del Governo che pero' poi non li tutela.

Ritratto di giubra63

giubra63

Mar, 18/03/2014 - 22:28

Sono un elettore del centro-destra, residente a Padova. Il motivo di questa e-mail é per un appello a TUTTI i partiti di centro-destra perché non si dividano anche questa volta, scelgano assieme, anche con un una specie di primarie, meno goffe di quelle della sinistra. Trovo che sia fondamentale un deciso cambio di rotta, Padova dall'anno 1993 ad oggi di non-governo, é stata ridotta ad una città impaurita (i 5 anni di governo del centro-destra sono stati pochi per una marcia-indietro), preda di spacciatori, di borseggiatori, di rapinatori, di nullafacenti, di clandestini con permessi umanitari che sfruttano il buon cuore degli italiani per poi delinquere, Prato della Valle al sabato é invasa da falsi commercianti che con delle lenzuola espongono merce contraffatta, la Polizia Municipale tenta di allontanarli, ma questi scappano e poi ritornano, é una beffa per i commercianti onesti, quelli che pagano le tasse sia che siano italiani che stranieri. Vi sembra normale che dovremo armarci, far installare sistemi di sicurezza, ecc., come detto dal nuovo Prefetto, perché chi ha amministrato Padova, ha deciso che la priorità erano i campi di accoglienza per nomadi? Oppure accogliere delinquenti da tutto il mondo, a discapito anche degli immigrati onesti. Con il risultato di intere zone degradate della città. Scusate, ma mi domando, ma escono di giorno e di sera (o di notte), senza scorta gli attuali dis-amministratori della città? Con la politica del buonismo si é ridotta Padova ad un suq, altro che città veneta, all'Arcella, dalla stazione a Piazza Garibaldi si vede un degrado di una città malfamata non di una città storica, dalle bellezze non valorizzate tra cui spiccano le mura cittadine mai restaurate e il Castello Carrarese di Piazza Castello in continuo e mai finito restauro, la Cappella degli Scrovegni con le sue problematiche. Tra l'altro Padova é una città storica e culturalmente ricca, che non riesce a "vendersi" turisticamente anche a causa del degrado. I commercianti sono esasperati, i cittadini impauriti e forse rassegnati a barricarsi nelle loro case sempre piu' violate da ladri "acrobati". Stiamo peggio che a Milano e Napoli, abbiamo solo 207mila abitanti ma la delinquenza é paragonabile come in una metropoli di milioni di abitanti. Rischio di ripetermi: basta droga, basta spaccio, basta clandestini, basta falsi buonismi, basta regalare ai nomadi aree della città. Capisco che esiste un giro di lavoro e di soldi con l'assistenza, ma non si puo' mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini per un po' di Euro. Questo modesto appello all'unione é anche per non far vincere i grillini ad un eventuale ballottaggio con la sinistra, serve un decisivo cambio di rotta e se non Vi unite potrebbe accadere anche questo. Non saprei quale sarebbe il risultato peggiore, visto che anche i grillini sono di sinistra (almeno quelli eletti). Concludo, augurandoVi in bocca al lupo alle prossime elezioni comunali (spero di non aver dimenticato alcun partito o movimento....., ma siete tanti). Cordiali saluti.

Ritratto di giubra63

giubra63

Mar, 18/03/2014 - 22:39

gli accattoni molesti ci sono da almeno 10 anni a Padova, il sindaco zanonato li ha sempre tollerati, da buon catto-comunista, anzi ha sempre detto che bisogna accoggliere tutti i clandestini che stanno devastando Padova con rapine,spacciatori, stupri, borseggiamenti,delinquenti con permessi umanitari che delinquono ogni giorno, e che sono arrestati almeno 4 volte al mese subito rilasciati...ma perché? perché sono clandestini, subito mandarli a casa loro! ora la trovata elettorale del sindaco-reggente di Padova che di nome fa Ivo Rossi, ad un mese dalle elezioni assieme ai due compari di Treviso e Venezia, abiura Zanonato e dice di voler lottare contro gli accattoni molesti.... ma anche oggi erano tutti in fila nei semafori chi a "obbligarti" a prendere fiori, chi a vuole a tutti i costi lavarti i vetri, chi ti assale per chiederti l'elemosina, chi vuole la mancia come parcheggiatore abusivo, chi fuori dai supermercati assale la gente per avere i soldi che metti nei carrelli della spesa. Eh no caro Ivo Rossi, la tua é solo una mossa elettoralistica, siamo pieni di zingari,di clandestini,di spacciatori,di borseggiatori, di rapinatori. Mai piu sinistra al potere a Padova e non bisogna fidarsi dei grillini del duo-polpottiano, sono sinistri mascherati da perbenisti! Forza Italia deve unire tutti i moderati a Padova e scofiggere la sinistra amica dei delinquenti!

Ritratto di giubra63

giubra63

Mar, 18/03/2014 - 22:53

a proposito, Ivo rossi é stato vice-sindaco di Zanonato per 10 anni e si é accorto ad un mese delle elezioni che ci sono i delinquenti a Padova??? Rossi vergognati! mai piu' sinistra l potere a Padova Forza Italia+Lega Nord+Fratelli d'Italia+Nuovo Centro-Destra+La Destra ed anche UDC si devono unire per sconfiggere la sinistra e il grillini polpottiani.